Home Comitato medico scientifico

Più informazione
più salute

SUGGERIMENTI Ricerca Nascondi suggerimenti
  • HOME
  • Blog
  • Mal di testa e sonnolenza: quale relazione?

Indietro

Mal di testa e sonnolenza: quale relazione?

Mal di testa e sonnolenza
Mal di testa e sonnolenza - www.istockphoto.it






vota


Lamentare la contemporanea presenza di mal di testa e sonnolenza può essere normale in alcuni periodi dell’anno come al cambio di stagione che comporta il ritorno dell’ora solare o legale. In altri casi, la compresenza dei due disturbi potrebbe avere cause legate a specifiche condizioni di salute della persona o alle sue abitudini di vita.

 

Cefalea e sonno

La relazione tra la frequenza delle cefalee e l’insonnia ha motivi biochimici: un disturbo del sistema della serotonina, il neurotrasmettitore implicato tanto nel controllo del dolore quanto nel ritmo sonno-veglia; a questo si aggiunge il ruolo svolto dall’ipotalamo e da alcuni circuiti neuronali del tronco cerebrale.

 

Nella maggior parte dei casi, chi soffre di ricorrenti emicranie da adulto già da bambino ha un sonno frammentario e non ristoratore. Crescendo, il disturbo si cronicizza fino ad acuirsi per lo sviluppo delle cosiddette parasonnie come il sonnambulismo e i sogni terrificanti.

 

Le persone inclini a soffrire di emicrania periodica tendono a manifestare una sonnolenza diurna maggiore rispetto a chi, semplicemente, ha passato una notte in bianco. La cefalea notturna, infatti, altera il sonno e ostacola il buon riposo.

 

Nel definire il rapporto tra mal di testa e sonnolenza è importante precisare che quelle implicate sono la cefalea a grappolo – attacca all’inizio della fase Rem, dopo circa 90 minuti dall’addormentamento – e la cefalea ipnica, una rara forma di mal di testa moderato ma persistente durante il sonno. Al risveglio ci si sente più stanchi della sera precedente e le attività quotidiane sono compromesse da scarsa attenzione, difficoltà a concentrarsi, irritabilità.

 

Mal di testa: cause patologiche e cattive abitudini

Anche le cefalee primarie – emicrania, cefalea muscolo-tensiva – disturbano il sonno se si presentano di notte e, oltre a ragioni neurologiche, possono avere una causa patologica come depressione, ansia, sindrome delle gambe senza riposo e apnee notturne. In tal caso il legame tra mal di testa e sonnolenza si spezza parlando con il proprio medico per intervenire sulla malattia.

 

In altri casi le cefalee dipendono dallo stile di vita che compromette il ritmo circadiano e l’equilibrio tra sonno e veglia. Cenare tardi e con cibi pesanti, bere alcol e fumare prima di andare a dormire, leggere su smartphone, pc e tablet quando si è a letto, dormire e svegliarsi a orari sempre diversi, fare attività fisica a tarda sera sono abitudini che hanno un effetto eccitante e ostacolano l’addormentamento fino a favorire l’insorgere di mal di testa e sonnolenza. Vien da sé che l’unico rimedio è invertire le cattive in sane abitudini.


Nessun commento inviato


Lascia un commento

Comment form Prima di commentare leggi le Avvertenze di rischio e delle Condizioni d'uso del sito, è necessario prenderne visione

 Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione delle Avvertenze di Rischio  e del Trattamento dei dati.
*



Tutti i campi (*) sono richiesti




lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. ora axélero S.p.A. Copyright 2009 - 2020 ©Tutti i diritti riservati - C.F./Partita IVA IT 07731860966
Sede Legale: via Cartesio, 2 20124 Milano - Cap. Soc. € 68.000,00 i.v - R.E.A. Milano n. 1978319 - N.Telefono +39 02 83623320 - info@axelero.it

Aggiornato al 05/12/2020 - Il sito si finanzia con gli abbonamenti dei medici inserzionisti e non riceve finanziamenti dalla pubblicità o dalla visualizzazione di contenuti commerciali.
Il contenuto editoriale del sito non è influenzato dalle fonti di finanziamento.