Chirurgia Percutanea: nuova tecnica chirurgia mini invasiva per l'alluce valgo

Menu


L’alluce valgo può essere trattato con la nuova tecnica chirurgica denominata percutanea, che  è caratterizzata da piccole incisioni attraverso le quali si aggrediscono le strutture ossee, capsulari e tendinee deformate riportandone gli assi nelle giuste direzioni.

Questa tecnica si può utilizzare nella maggior parte dei casi per le patologie dell'avampiede come ad esempio l’alluce valgo, con riduzione del dolore ed invalidità post operatorio.

L’alluce valgo è una patologia dell'avampiede molto diffusa che si manifesta con più frequenza nelle donne.

 

La caratteristica di questa patologia più rilevante è la deformazione sui piani frontali e trasversali della prima falange metatarsale.

Il risultato è una deviazione e rotazione laterale tanto da alterare l'appoggio dell'avampiede, la postura, il passo e la funzione tattile e propriocettiva di tutta la pianta del piede.

Numerevoli sono le soluzioni e tecniche chirurgiche proposte negli anni ma tra queste solo la chirurgia percutanea, nata negli Stati Uniti grazie al Dott. Isham, e in seguito diffusa in Europa attraverso l'esperienza praticata in Spagna, ha come filosofia la mini invasività chirurgica nel rispetto del paziente e delle sue attività relazionali.

L'intervento si effettua in anestesia locale con piccole incisioni cutanee attraverso le quali si introducono frese di minime dimensioni e con le quali si praticano le osteotomie necessarie per la correzione delle deformità.

Alla fine dell'intervento si applica un bendaggio in correzione il cui scopo è quello di mantenere le correzioni ossee ottenute senza l'uso di mezzi di sintesi.

La deambulazione con carico diretto è immediata con l'utilizzo di una scarpa a base rigida per circa 4/5 settimane.

 

I pazienti affetti da alluce valgo ne trovano benefici. Con questa tecnica si può intervenire oltre che sull'alluce valgo anche in altre patologie dell'avampiede tra cui il dito a martello, le metatarsalgie, il neuroma di Morton, la spina calcaneare ecc..

Online dal: 18/05/2012



Altri articoli

    Nessun articolo pubblicato.




Autore

Laurea:
26/07/1982 - MEDICINA E CHIRURGIA (NAPOLI)
Iscrizione all'albo:
17/01/1983 - Albo Provinciale dei Medici Chirurghi di NAPOLI (Ordine della Prov. di NAPOLI) n. 19188
Specializzazione:
14/07/1987 - ORTOPEDIA E TRAUMATOLOGIA (NAPOLI) 02/07/1990 - MEDICINA DELLO SPORT (NAPOLI)
Abilitazione
1982 /2  - Medicina e Chirurgia (NAPOLI)
P. Iva: 04024700637
Ultima modifica: 08/02/2018
Attività: Ortopedia. Chirurgia protesica anca - ginocchio, Traumatologia, Chirurgia Artroscopica, Chirurgia percutanea piede, Posturologia, Medicina Sportiva

Avvertenza agli utenti

Le informazioni contenute nello spazio che precede sono a carattere pubblicitario, e sono fornite e aggiornate autonomamente dall'iscritto che resta garante della veridicità e attendibilità scientifica; pertanto hanno un'utilità informativa e orientativa e non il carattere della prescrizione di trattamenti o sostituiscono una visita specialistica diretta con il proprio medico.

lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. ora axélero S.p.A. Copyright 2009 - 2020 ©Tutti i diritti riservati - C.F./Partita IVA IT 07731860966
Sede Legale: via Cartesio, 2 20124 Milano - Cap. Soc. € 68.000,00 i.v - R.E.A. Milano n. 1978319 - N.Telefono +39 02 83623320 - info@axelero.it

Aggiornato al 28/03/2020 - Il sito si finanzia con gli abbonamenti dei medici inserzionisti e non riceve finanziamenti dalla pubblicità o dalla visualizzazione di contenuti commerciali.
Il contenuto editoriale del sito non è influenzato dalle fonti di finanziamento.