Come bere l’acqua in modo utile

clicca per votare







Scritto da

Rachele Sardella


Pubblicato il 01/12/2011

Modificato il 01/12/2011

Come bere e quindi fare un uso corretto dell'acqua evitando errori dovuti spesso anche a luoghi comuni, a convinzioni tradizionali errate o ad abitudini consolidate antiscientifiche, non è facile.

Bisogna quindi imparare a come bere acquisendo una "cultura dell'acqua" che promuova l'assunzione biologicamente corretta di questo elemento essenziale.

Riassumiamo qui di seguito i criteri principali. 

 

Come bere l'acqua e ottenere un effetto benefico:

- Assecondare sempre il senso di sete e anzi tentare di anticiparlo, bevendo a sufficienza, mediamente 1.5 - 2 litri d'acqua al giorno.

I bambini sono maggiormente esposti al rischio di disidratazione degli adulti.

- Bere frequentemente piccole quantità di acqua. Bere lentamente, se l'acqua è fredda, perché un brusco abbassamento della temperatura dello stomaco può creare le condizioni per pericolose congestioni.

- Gli anziani devono bere frequentemente nell'arco della giornata, durante e al di fuori dei pasti, anche se non avvertono la sete.

- L'equilibrio idrico deve essere mantenuto solo bevendo acqua, sia del rubinetto sia imbottigliata. Le bevande diverse (come aranciate, bibite di tipo cola, succhi di frutta, caffè, tè ecc.) devono essere bevute con moderazione perché contengono calorie (ad esempio zuccheri semplici) o sono farmacologicamente attive (ad esempio a causa della caffeina).

- È sbagliato evitare di bere per il timore di sudare eccessivamente (sudare è fondamentale per regolare la temperatura corporea) o di ingrassare (l'acqua non apporta calorie).

- Durante e dopo l'attività fisica bisogna bere per reintegrare prontamente le perdite dovute alla sudorazione, ricorrendo prevalentemente all'acqua.

- In determinate condizioni patologiche che provocano una maggiore perdita di liquidi (ad esempio gli stati febbrili o ripetuti episodi di diarrea), occorre che l'acqua perduta sia reintegrata il più rapidamente possibile.

- Il recupero idrico è efficace anche con l'assunzione di acqua nelle sue diverse varianti naturali, oppuree con miscele di acqua e zuccheri semplici, senza l'aggiunta di alcolici.



Fonti:

Elementi di idrologia medica per il corso di idrologia e climatologia medica - Roberto Gualtierotti - Edizioni Libreria dello Studente, Milano, 1974

Manuale di medicina termale - Agostini, G - Archimedica Editori, Torino, 2000





Commenti

Attenzione per poter inviare il tuo commento devi effettuare l'accesso con le tue credenziali oppure Registrati
Commenta anche tu

lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. ora axélero S.p.A. Copyright 2009 - 2017 ©Tutti i diritti riservati - C.F./Partita IVA IT 07731860966
Sede Legale: via Cartesio, 2 20124 Milano - Cap. Soc. € 68.000,00 i.v - R.E.A. Milano n. 1978319 - N.Telefono +39 02 84161616 - info@axelero.it

Aggiornato al 22/09/2017