Indietro

Acque termali curative per patologie anche gravi

clicca per votare







Scritto da

Rachele Sardella


Pubblicato il 07/12/2011

Modificato il 07/12/2011

Le acque termali curative sono un patrimonio. Le stazioni termali italiane, numerose e distribuite su tutta la penisola, sono un sistema curativo che, per le sue proprietà qualitative, quantitative e impiantistiche, rappresenta la più importante opportunità salutistica naturale del mondo. 

 

Un primato giustificato. Questa eccellenza dipende da ragioni storiche (il termalismo della romanità), da caratteristiche geologiche ideali e molto differenziate (dal mare ai vulcani), da una profonda e consapevole cultura scientifica termalistica e dall'esistenza di stabilimenti, per le diverse applicazioni, che si sono sviluppati addirittura nel '800 e hanno quindi una tradizione consolidata.

La fiducia negli evidenti benefici delle acque termali curative ha promosso in questi ultimi anni un loro aggiornamento funzionale, tecnologico e terapeutico secondo i criteri più evoluti.

La più recente integrazione di Centri Benessere e per la riabilitazione ha potenziato l'offerta termale che oggi ha ulteriori motivi di attrazione in particolare per le giovani generazioni. 

 

Le acque termali sono curative solo se il loro impiego terapeutico è appropriato e sotto controllo medico.

Possono infatti essere utilizzate sotto forma di bibita, per irrigazione, per inalazione, per bagno, oppure come applicazione in abbinamento con altre componenti inerti (argilla), minerali oppure organiche come ad esempio nei fanghi maturi che contengono alghe (diatomee).

In quest'ultimo caso si tratta di una massa inerte ricca di componenti biologici modificati da agenti esclusivamente naturali che hanno operato nel tempo (anche 30 anni) e sono stati fatti maturare dopo che l'acqua termale ha completato il suo percorso sotterraneo. Il loro effetto curativo per alcune patologie è impareggiabile.

Le indicazioni terapeutiche possono essere differenziate secondo la temperatura, la percentuale dei minerali (residuo fisso), la qualità chimico-fisica dei sali minerali ed il loro potere radioattivo.

Lo stesso vale per l'antroterapia i cui vapori producono straordinari effetti curativi solo nell'ambiente in cui si sviluppano (stufe di San Calogero di Sciacca o Grotta Giusti e Grotta Parlanti di Monsummano). 

 

Il progresso termalistico. Il continuo progredire della ricerca scientifica nell'ambito delle acque termali curative, anche sulla spinta della rinnovata attenzione per i valori della medicina naturale

( naturopatia ), apre nuove prospettive grazie anche ad integrazioni con discipline diverse

( terme sensoriali ) che consentono di ottenere eccellenti risultati non solo fisici ma anche psicologici e quindi in chiave di benessere totale. 

 

Norme ministeriali. Gli stabilimenti termali, autorizzati ad erogare prestazioni termali per le patologie convenzionate con il Servizio Sanitario Nazionale, devono effettuare studi per la valutazione dell'efficacia delle loro acque secondo le seguenti linee guida:

1. studi clinici controllati che dimostrino l'azione biologica e l'efficacia clinica delle cure termali in gruppi di pazienti presi a caso o bilanciati;

2. studi con osservazioni longitudinali di tipo clinico-epidemiologico che precisino il decorso a medio-lungo termine dei pazienti sottoposti a terapia termale documentando l'evoluzione dei sintomi, del numero e della gravità delle recidive, il consumo di farmaci, la durata della degenza e il numero di giornate di assenza dal lavoro.

Da questi studi dipende l'accertamento e il riconoscimento ufficiale dei benefici delle cure termali.

 

Le principali patologie che possono trovare beneficio dalle cure termali

 

MALATTIE REUMATICHE

 

 

-osteoartrosi con o senza osteoporosi

-reumatismi extra articolari

-periartriti

-osteoporosi

-fibromiositi

MALATTIE DELLE VIE RESPIRATORIE

 

 

-sindromi rinosinusitiche - bronchiali croniche

-bronchiti croniche semplici

o accompagnate a componente ostruttiva

(con esclusione dell'asma e dell'enfisema avanzato,

complicato da insufficienza respiratoria grave o

da cuore polmonare cronico)

MALATTIE OTORINO-LARINGOIATRICHE

 

 

-rinopatie vasomotorie

-faringolaringiti croniche

-sinusiti croniche

-stenosi tubariche

-otiti catarrali croniche

-otiti croniche purulente non colesteatomatose

malattie DERMATOLOGICHE

 

 

-psoriasi (esclusa la forma pustolosa, eritrodermica)

-eczema e dermatite atopica

(escluse le forme acute vescicolari ed essudative)

-dermatite seborroica ricorrente

MALATTIE GINECOLOGICHE

 

 

-sclerosi dolorose del connettivo pelvico

di natura cicatriziale e involutiva

-annessiti

-esiti di interventi chirurgici dell’apparato genitale

(vaginali o addominali)

-sterilità secondarie

-infiammazioni pelviche

-leucorree persistenti

da vaginiti croniche aspecifiche o distrofiche

MALATTIE VASCOLARI

 

 

-postumi di flebopatie di tipo cronico

-insufficienza venosa cronica

-esiti di intervento chirurgico vascolare periferico

MALATTIE DELL’APPARATO GASTROENTERICO

 

 

-dispepsie di origine gastroenterica e biliare

-sindrome dell’intestino irritabile nella varietà con stipsi

MALATTIE DELL’APPARATO URINARIO

 

 

-calcolosi delle vie urinarie e sue recidive



Fonti:

Elementi di idrologia medica per il corso di idrologia e climatologia medica - Roberto Gualtierotti - Edizioni Libreria dello Studente, Milano, 1974

Manuale di medicina termale - Agostini, G - Archimedica Editori, Torino, 2000





Commenti

Attenzione per poter inviare il tuo commento devi effettuare l'accesso con le tue credenziali oppure Registrati
Commenta anche tu

lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. ora axélero S.p.A. Copyright 2009 - 2017 ©Tutti i diritti riservati - C.F./Partita IVA IT 07731860966
Sede Legale: via Cartesio, 2 20124 Milano - Cap. Soc. € 68.000,00 i.v - R.E.A. Milano n. 1978319 - N.Telefono +39 02 84161616 - info@axelero.it

Aggiornato al 23/05/2017