Indietro

Bagni termali: per ritemprare tutto l’organismo

clicca per votare







Scritto da

Rachele Sardella


Pubblicato il 07/12/2011

Modificato il 07/12/2011

I bagni termali e la riabilitazione. Una funzione particolarmente importante dei bagni termali è la riabilitazione funzionale del sistema circolatorio e osteoarticolare.

Si tratta di un'attività divenuta molto importante, a causa del progressivo invecchiamento della popolazione, che di recente ha acquisito nuove caratteristiche sempre più specialistiche che devono tuttavia essere gestite solo da fisioterapisti professionali perché gli esiti siano pienamente soddisfacenti.

Questo tipo di riabilitazione interessa in particolare le patologie vascolari, soprattutto venose.

Alla balneoterapia si può associare la ginnastica vascolare, il drenaggio posturale, il massaggio subacqueo, l'ozonoterapia. 

 

I bagni termali all'aperto sono quelli dell'Isola d'Ischia, nel golfo di Napoli, paradiso termale per eccellenza.

La natura vulcanica dell'isola, oltre a dotarla di un microclima del tutto particolare che consente la crescita di specie arboree rarissime, fa sgorgare dalle profondità un'acqua minerale calda (90° C), l'unica al mondo a dover essere raffreddata, che produce una vasta gamma di effetti terapeutici.

Un'esperienza indimenticabile la offrono i " parchi termali " la cui meritata fama è internazionale.

Questi luoghi privilegiati, di fronte al mare e lussureggianti di essenze botaniche pressoché introvabili altrove, sono dotati di vasche individuali e di ampie piscine piene di acqua fumante e ricca di proprietà salutistiche.

Le immersioni possono durare ore e lo spettacolo naturale aggiunge agli effetti terapeutici corporei dell'acqua altri benefici per la mente favorendo un relax ambientale senza confronti. 

 

I bagni di fieno. Un particolare tipo di balneoterapia è rappresentato dai bagni di fieno di antica tradizione trentina, quella dei contadini che, spossati dal duro lavoro, riuscivano a togliersi di dosso la stanchezza riposando sul fieno tagliato per le loro mucche.

Attualmente ci si immerge in un letto di erbe selezionate (tra cui timo, arnica, genziana, ecc.) e lasciate a macerare per alcuni giorni che determinano una forte sudorazione che ritempra tutto l'organismo. 

 

Il bagno Kneipp. Quello dell'abate Kneipp è un altro trattamento idroterapico la cui efficacia è universalmente riconosciuta.

Si basa su un sistema ciclico di acqua calda-fredda. In questo modo provocando l'effetto detto "pompa ematica" risolve numerosi problemi dei vasi sanguigni e diminuisce lo stress.

Seguono bagni termali aromatici (di solito accompagnati da massaggi con essenze profumate) e bagni con idromassaggio.



Fonti:

Elementi di idrologia medica per il corso di idrologia e climatologia medica - Roberto Gualtierotti - Edizioni Libreria dello Studente, Milano, 1974

Manuale di medicina termale - Agostini, G - Archimedica Editori, Torino, 2000





Commenti

Attenzione per poter inviare il tuo commento devi effettuare l'accesso con le tue credenziali oppure Registrati
Commenta anche tu

lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. ora axélero S.p.A. Copyright 2009 - 2017 ©Tutti i diritti riservati - C.F./Partita IVA IT 07731860966
Sede Legale: via Cartesio, 2 20124 Milano - Cap. Soc. € 68.000,00 i.v - R.E.A. Milano n. 1978319 - N.Telefono +39 02 84161616 - info@axelero.it

Aggiornato al 24/10/2017