La guida dinamica del
corpo umano
cerca
nell'atlante
cerca
nelle patologie

Atlante Anatomico » Patologie » DIABETE TIPO 2

DIABETE TIPO 2

Il diabete tipo 2 insorge maggiormente in un’età superiore a 40 anni e la maggior parte di questi pazienti risulta essere in sovrappeso. Il pancreas produce normalmente l’insulina ma è ridotto il numero dei recettori cellulari che permettono l’ingresso del glucosio nelle cellule (insulino-resistenza). Nel tempo questa iperfunzione del pancreas porta ad un suo progressivo esaurimento funzionale per cui la ghiandola produce sempre meno insulina ed i pazienti pertanto sono costretti ad assumere terapia insulinica quotidianamente.

CAUSE

Durante la digestione, l’organismo trasforma gli zuccheri complessi (pane, pasta, dolci) in glucosio (zucchero semplice), necessario per fornire energia alle cellule dell’organismo; affinchè ciò avvenga, è indispensabile la presenza dell’ormone insulina prodotto dalle cellule beta del pancreas (ghiandola situata nella parte superiore dell’addome). Una riduzione parziale o totale nella produzione di tale ormone provoca il diabete mellito.

DIAGNOSI

La diagnosi si basa su:

  • Valori della glicemia al mattino a digiuno superiori a 125mg/dl per almeno 2 determinazioni consecutive
  • Valori della glicemia superiori a 200 mg/dl in qualsiasi momento della giornata
  • Valori della glicemia superiori a 200 mg/dl dopo 2 ore dall’assunzione di 75 gr di glucosio (OGTT).

TERAPIA

Gli obiettivi terapeutici riconoscono:

  • Regolare attività fisica
  • Corretta alimentazione
  • Terapia medica: insulina a rilascio lento e rapido nei pazienti con diabete tipo 1 e nel tipo 2 con esaurita riserva insulinica, ipoglicemizzanti orali negli altri casi.

PREVENZIONE

E’ possibile prevenire il diabete conducendo una vita sana, svolgendo regolare attività fisica e adottando un’alimentazione sana, equilibrata e soprattutto povera di zuccheri.

SINTOMI

I principali sintomi di questa malattia cronica sono: sete eccessiva, minzioni (atto fisiologico che determina l’emissione di urina) frequenti, fame eccessiva, dimagrimento, affaticamento, riduzione della vista, ritardo nelle guarigioni delle ferite. Il diabete può portare a complicanze quali: malattie cardiache, cecità, ictus, disfunzioni sessuali, insufficienza renale, danni del sistema vascolare periferico con dolore alla deambulazione sino alla gangrena e all’amputazione delle parti distali degli arti inferiori.

I medici consultabili appartengono ad una libera scelta di abcsalute.it e non sono integrati nella sintergia "Atlante Anatomico Dinamico" con l'Università LA SAPIENZA

Consulta i medici

Dott.ssa Nicla A. Nanni
Dietologia e nutrizionismo
Grosseto (GR)
Dott.ssa Nicla A. Nanni
Laurea: Scienze Biologiche

Consulta gli articoli

Disfunzioni tiroidee: perché minacciano la salute dei capelli?

Articolo a cura del Prof. Francesco Lippi, Medico Chirurgo Specialista in Endocrinologia. Il bulbo pilifero è…

L’endocrinologia interviene in caso di alterazioni ghiandolari

L'endocrinologia è quella parte della medicina che studia le ghiandole a secrezione interna (dal greco endo krino: secerno…

lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. - Registrazione al Tribunale di Milano n. 491 del 24.07.2008 - Copyright 2008-2016
© Tutti i diritti riservati - P.I. 06355610962 - Per Informazioni 02.97383387 - info@abcsalute.it - Direttore

Società a socio unico, soggetta a direzione e coordinamento da parte di axélero S.p.A

Progetto di fusione per incorporazione di abcsalute s.r.l. in axélero S.p.A. ai sensi degli artt. 2501-ter e 2505 c.c.

Aggiornato al 06/12/2016