La guida dinamica del
corpo umano
cerca
nell'atlante
cerca
nelle patologie

Atlante Anatomico » Patologie » EMORROIDI

EMORROIDI

Le emorroidi sono varicosità del plesso venoso emorroidario che interessano l’esterno e l’interno dell’ano e vengono comunemente distinte in interne, situate nel canale anale dove si presentano senza dolore e, in esterne, dure e dolenti, situate nella zona cutanea.

Vi sono due circoli emorroidari che determinano anche il tipo di emorroidi e sono: il plesso interno o emorroide interna che è tributaria della vena porta e si trova nel sottomucoso, sopra le Valvole di Morgagni e il plesso esterno tributario della cava inferiore.

Il reticolo venoso del tessuto emorroidario è importante nel meccanismo di continenza e di evacuazione, ma essendo il tessuto in cui si trovano molto lasso, possono facilmente andare incontro ad infiammazione e a trombosi causando il classico quadro doloroso. 

In base alla gravità si distinguono 4 gradi:

  1. sanguinamento senza prolasso
  2. prolasso durante l’evacuazione con rientro spontaneo
  3. prolasso indipendente dall’evacuazione che si riposiziona nell’ano solo manualmente
  4. prolasso non riposizionabile all’interno nell’ano che permane all’esterno.

CAUSE

I fattori predisponenti di tale patologia sono oltre alla familiarità, lo stile di vita e le abitudini alimentari, una dieta povera di fibre che causa stitichezza, la sedentarietà, la stazione eretta prolungata, alcuni farmaci, come anticoncezionali o lassativi, ma anche alcune situazioni fisiologiche come la gravidanza o il ciclo mestruale che provocano un aumento della pressione delle vene.

DIAGNOSI

La diagnosi è basata sull’esame obiettivo con l’esplorazione rettale effettuata dal medico che può confermare tale diagnosi con un esame anoscopico, che consiste nell’introdurre nel canale anale uno strumento monouso chiamato proctoscopio.

Una corretta prevenzione può essere fatta conducendo una vita attiva, svolgendo una regolare attività fisica (passeggiate, ginnastica dolce), evitando fumo ed alcolici e osservando un’alimentazione ricca di acqua e di fibre, escludendo elevate quantità di alimenti piccanti, cacao, cioccolato, salumi e spezie.

TERAPIA

La terapia delle emorroidi varia in base alla gravità della patologia; nello stadio iniziale è indicato l’utilizzo di pomate e supposte ad azione decongestionante, anestetica e disinfettante, se vi è un peggioramento della sintomatologia, si ricorre ad un trattamento di tipo chirurgico (emorroidectomia).

SINTOMI

La sintomatologia tipica è caratterizzata dal sanguinamento, diverso da quello proveniente dal colon per la colorazione più intensa, dal dolore e dal prurito che interessano tutta la zona occupata dall’ectasia e infine dal prolasso e dalle perdite di muco dall’ano.

Mentre il sanguinamento si presenta in tutti i gradi della patologia, il dolore e il prurito si manifestano negli stadi più avanzati tali da rendere difficoltose le comuni attività della vita quotidiana.

Le complicanze più temute sono: l’anemia, la flebite, le ragadi e la trombosi.

lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. - Registrazione al Tribunale di Milano n. 491 del 24.07.2008 - Copyright 2008-2016
© Tutti i diritti riservati - P.I. 06355610962 - Per Informazioni 02.97383387 - info@abcsalute.it - Direttore

Società a socio unico, soggetta a direzione e coordinamento da parte di axélero S.p.A

Progetto di fusione per incorporazione di abcsalute s.r.l. in axélero S.p.A. ai sensi degli artt. 2501-ter e 2505 c.c.

Aggiornato al 07/12/2016