La guida dinamica del
corpo umano
cerca
nell'atlante
cerca
nelle patologie

Atlante Anatomico » Patologie » IPERCALCEMIA

IPERCALCEMIA

Il Calcio rappresenta il minerale più abbondante nell'organismo e circa il 99% è depositato nelle ossa e nei denti, la rimanente quota si trova nei tessuti molli e nel sangue. I valori di Calcio nel sangue sono sotto stretto controllo da parte del nostro organismo e sono compresi tra 8,8-10,5 mg/dl.

Il Calcio partecipa ai processi di coagulazione del sangue, di stimolazione dei nervi e dei muscoli, al funzionamento dell'ormone paratiroideo (ormone prodotto dalle ghiandole paratiroidi, che ha il compito di regolare il livello di calcio e di fosforo nel sangue) e al metabolismo della vitamina D (vitamina liposolubile acquisita sia con l'ingestione che con l'esposizione alla luce solare che ha il compito di bilanciare il calcio dell'organismo aumentandone il livello nel sangue attraverso un aumento dell'assorbimento intestinale).

Gli alimenti ricchi di Calcio sono: il latte e suoi derivati, le sardine, il salmone, i broccoli, le mandorle, le nocciole, lo yogurt, pane integrale, etc.

CAUSE

Tra le più comuni cause di aumento della concentrazione di Ca nel sangue abbiamo:

- Iperparatiroidismo (eccesso di attività delle ghiandole paratiroidi)

- Paraneoplastica (manifestazione che si accompagna ad un tumore maligno)

- Intossicazione di Vitamina D (assunzione inadeguata)

 

L'ipercalcemia da iperparatiroidismo si manifesta maggiormente in età avanzata e nell'80% dei casi è causata da un adenoma (tumore benigno) che interessa una sola ghiandola.

L'ipercalcemia paraneoplastica è dovuta ad osteolisi (distruzione ossea), a produzione di fattori ormonali che aumentano la concentrazione di Calcio nel sangue e ad eccessiva produzione di Vitamina D da parte di tumori ematologici (Linfomi, Mieloma Multiplo)

L'intossicazione di vitamina D determina un aumentato assorbimento intestinale e riassorbimento osseo di calcio, (ipercalcemia), con concomitante diminuzione del Paratormone sierico (PTH) e conseguente nausea, vomito e diarrea.

DIAGNOSI

Per la diagnosi è sufficiente valutare l'aumento del Calcio nel sangue, presenza di calcoli nel rene valutati con ecografia renale, scintigrafia e TAC del collo per valutare la presenza di eventuali adenomi delle ghiandole paratiroidi

TERAPIA

I trattamenti da attuare in pazienti con ipercalcemia sono:

- Idratazione (3-6 L di acqua nelle 24 ore)

- Diuretici (farmaci che aumentano la produzione di urine)

- Calcio mimetici (farmaci innovativi che agiscono diminuendo la secrezione di ormone paratiroideo)

- Glucocorticoidi

- Bifosfonati (farmaci inibitori del riassorbimento osseo che riducono la mobilizzazione del Calcio dallo scheletro al sangue)

- Emodialisi (purificazione del sangue attraverso un apposito macchinario) quando la terapia farmacologica non riesce a far diminuire la concentrazione di Calcio nel sangue

SINTOMI

I sintomi principali dell'ipercalcemia sono:

- Depressione neuromuscolare generalizzata con letargia (predisposizione al sonno continuo), stupor (diminuzione dell'attenzione, della comprensione e dell'orientamento), fino al coma

- Alterazioni del tono dell'umore fino a vere e proprie psicosi (alterazione dell'equilibrio psichico)

- Stipsi

- Predisposizione alle ulcere gastro-duodenali per aumento della secrezione di gastrina

- Aumento della calciuria (calcio eliminato con le urine) con aumentato bisogno di dissetarsi (polidipsia)

- Formazione di calcoli renali

- Lieve aumento della pressione arteriosa

I medici consultabili appartengono ad una libera scelta di abcsalute.it e non sono integrati nella sintergia "Atlante Anatomico Dinamico" con l'Università LA SAPIENZA

Consulta i medici

Consulta gli articoli

Disfunzioni tiroidee: perché minacciano la salute dei capelli?

Articolo a cura del Prof. Francesco Lippi, Medico Chirurgo Specialista in Endocrinologia. Il bulbo pilifero è…

L’endocrinologia interviene in caso di alterazioni ghiandolari

L'endocrinologia è quella parte della medicina che studia le ghiandole a secrezione interna (dal greco endo krino: secerno…

lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. - Registrazione al Tribunale di Milano n. 491 del 24.07.2008 - Copyright 2008-2016
© Tutti i diritti riservati - P.I. 06355610962 - Per Informazioni 02.97383387 - info@abcsalute.it - Direttore

Società a socio unico, soggetta a direzione e coordinamento da parte di axélero S.p.A

Progetto di fusione per incorporazione di abcsalute s.r.l. in axélero S.p.A. ai sensi degli artt. 2501-ter e 2505 c.c.

Aggiornato al 02/12/2016