Home Comitato medico scientifico

Più informazione
più salute

SUGGERIMENTI Ricerca Nascondi suggerimenti
  • HOME
  • Blog
  • Cosa accade quando scade il brevetto dei farmaci?

Indietro

Cosa accade quando scade il brevetto dei farmaci?

Scade il brevetto dei farmaci
Scade il brevetto dei farmaci - www.Fotolia.it






vota


A partire dal prossimo 17 novembre e fino alla fine del 2017 è programmata la scadenza del brevetto di 16 farmaci di classe A e C che riportiamo nell’elenco divulgato da Assogenerici:

 

  1. Rosuvastatina (Crestor)
  2. Rupatadina (Pafinur)
  3. Olmesartan(Olmetec)
  4. Dutasteride (Avodart/Duagen)
  5. Tadalafil (Cialis)
  6. Bimatoprost
  7. Caspofungin
  8. Bosentan
  9. Ertapenem

10.Tramadolo + Paracetamolo

11.Etoricoxib

12.Tigeciclina

13.Pegfilgrastim (Neulasta)

14.Abatacept (Orencia)

15.Olopatadina

16.Valganciclovir

 

Cos’è il brevetto dei farmaci e perché la scadenza fa notizia?

Prima che un medicinale venga venduto, le cause farmaceutiche investono ingenti somme di denaro per ricercare, sperimentare, formulare e pubblicizzare una nuova molecola, il cosiddetto principio attivo del farmaco. La proprietà della molecola sperimentata è protetta da un brevetto che dura 20 anni. Quando scade il brevetto dei farmaci, la molecola può essere usata dalle industrie dei farmaci generici per produrre e commercializzare medicinali equivalenti a quelli di brand per efficacia, ma più economici sia perché mancano i costi sostenuti per la ricerca e la sperimentazione sia perché più case farmaceutiche possono produrre e proporre il farmaco.

 

Ci sono alcune categorie di pazienti – anziani e malati cronici – diffidenti verso i farmaci generici percepiti di qualità inferiore rispetto a quelli di marca più pubblicizzati, riconoscibili e costosi. Con il tempo la percezione è cambiata: c’è maggiore consapevolezza dell’efficacia di entrambi i medicinali e, soprattutto, si dà più peso al risparmio economico.

 

Con la scadenza del brevetto dei farmaci di classe A e C, il costo dei medicinali cala di circa il 60% e questo si traduce con un risparmio garantito sia per i pazienti che per lo Stato pari a 600 milioni di euro.

 

Farmaci di classe A, C, C-bis, H: quali differenze?

Per completezza d’informazione, facciamo chiarezza sulle classi dei farmaci:

  • Classe A: comprende i farmaci essenziali e per le malattie croniche il cui costo è a carico dello Stato anche se le regioni possono prevedere il pagamento di un ticket da parte del paziente.
  • Classe C: include tutti i farmaci non appartenenti alla fascia A la cui spesa è a totale carico del cittadino.
  • Classe C-bis: racchiude i farmaci di automedicazione anch’essi a totale carico del cittadino.
  • Classe H: qui si annoverano i medicinali che per caratteristiche farmacologiche, modalità di somministrazione, innovatività o per altri motivi di salute pubblica sono dispensabili negli ospedali o somministrabili negli ambulatori specialistici.

 

Per maggiori informazioni sui brevetti dei farmaci in scadenza da qui al 2019, visita il sito www.assogenerici.it.


5 commenti

  1. Max ha detto:

    Salve
    Vorrei sapere quando scade il brevetto di syntroxine . è un farmaco che apporta tiroxina come l Eutirox. Attualmente sono in fascia c .
    Attendo risposta e ringrazio in anticipo.

    • Redazione ABCsalute.it ha detto:

      Buongiorno Max,
      come indicato alla fine dell’articolo, ti consigliamo di consultare il sito assogenerici.it alla sezione sulle scadenze dei brevettuali per avere informazioni aggiornate.
      Grazie e buona giornata.

  2. Francesca ha detto:

    Ottimo articolo! Ben scritto!

  3. Redazione ABCsalute.it ha detto:

    Ciao Paola,
    i brevetti in scadenza sono quelli dei farmaci in elenco nel post e al link che trovi alla fine dell’articolo. Per avere l’informazione che cerchi, ti consigliamo di affidarti al tuo farmacista di fiducia o contattare Assogenerici tramite la mail presente nel loro sito.
    Grazie e buona giornata.

  4. Paola ha detto:

    Gradirei sapere se la neocibalgina è ancora in essere oppure no, perché da alcune farmacie mi viene detto che i magazzini ne sono sprovvisti grazie


Lascia un commento

Comment form Prima di commentare leggi le Avvertenze di rischio e delle Condizioni d'uso del sito, è necessario prenderne visione

 Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione delle Avvertenze di Rischio  e del Trattamento dei dati.
*



Tutti i campi (*) sono richiesti




lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. ora axélero S.p.A. Copyright 2009 - 2020 ©Tutti i diritti riservati - C.F./Partita IVA IT 07731860966
Sede Legale: via Cartesio, 2 20124 Milano - Cap. Soc. € 68.000,00 i.v - R.E.A. Milano n. 1978319 - N.Telefono +39 02 83623320 - info@axelero.it

Aggiornato al 30/09/2020 - Il sito si finanzia con gli abbonamenti dei medici inserzionisti e non riceve finanziamenti dalla pubblicità o dalla visualizzazione di contenuti commerciali.
Il contenuto editoriale del sito non è influenzato dalle fonti di finanziamento.