Home Comitato medico scientifico

Più informazione
più salute

SUGGERIMENTI Ricerca Nascondi suggerimenti
  • HOME
  • Blog
  • Dieta di primavera: purificare l’organismo e vincere la stanchezza

Indietro

Dieta di primavera: purificare l’organismo e vincere la stanchezza

Dieta di primavera
Dieta di primavera - www.istockphoto.com






vota


È tempo di seguire una dieta di primavera per preparare il nostro organismo a vivere senza troppo malessere il passaggio dall’inverno alla bella stagione.

Le abitudini alimentari influiscono sulla salute e, in molti casi, determinano la maggiore o minore propensione a soffrire di alcuni disturbi stagionali. Accanto all’allergia al polline, altri disagi tipici della primavera sono la stanchezza e la spossatezza che l’alimentazione corretta riesce a prevenire o contrastare.

 

Da cosa nascono i disturbi primaverili

L’obiettivo della dieta di primavera non è tanto quello di perdere i chili di troppo ma di disintossicare il corpo dalle tossine accumulate nei mesi freddi quando cibo grasso, alcol e sedentarietà hanno il sopravvento.

 

A ciò si aggiunge il cambio dell’ora, una variazione della routine che altera il ritmo circadiano e necessita di una modifica delle abitudini per contrastare l’insonnia, la difficoltà di concentrazione, l’irritabilità propri del ritorno sia all’ora solare sia all’ora legale.

 

L’apparato gastrointestinale è quello più sensibile al cambio di stagione per questo è diffusa la sensazione di gonfiore, difficoltà a digerire e astenia generale. Accade perché, con l’arrivo di una temperatura più mite, il corpo esige un nutrimento diverso.

 

Come sempre, la natura dà la giusta risposta ai nostri bisogni: la frutta e la verdura primaverili sono ricche di vitamine, sali minerali e di tutti gli altri elementi nutrizionali di cui l’organismo ha bisogno per disintossicarsi dagli eccessi invernali.
Per mangiare nel modo giusto, basta seguire una regola valida tutto l’anno: portare a tavola i prodotti di stagione evitando quelli coltivati nelle serre perché poveri di vitamine e tendenzialmente più ricchi di pesticidi.

 

Cosa includere nella dieta di primavera

Gli alimenti da portare a tavola da marzo a giugno sono le verdure, meglio se mangiate crude perché conservano inalterate le loro proprietà benefiche. In particolare, è bene fare scorta di spinaci, tarassaco e carciofi, questi ultimi preziosi per gli organi emuntori – reni e fegato – il cui compito è quello di drenare i liquidi ed espellere le tossine inutili o dannose.

 

La dieta di primavera è anche allegra perché animata dal colore delle fragole – fonte di antiossidanti e dall’azione rigenerante per la pelle – delle ciliegie, specie le amarene, e dei frutti di bosco che favoriscono la diuresi e ostacolano l’accumulo di tossine. Attenzione a non esagerare con le quantità: la frutta primaverile è sana ma anche molto dolce, e non è salutare introdurre troppi zuccheri. Ricordiamo che la quantità di fruttosio e zucchero aumenta se si mangia la frutta sotto forma di centrifugati e frullati.

 

Il miglio e il farro sono cereali naturalmente privi di glutine e più digeribili che possono sostituire il pane e la pasta; anche il riso con i legumi è un’ottima soluzione per un pasto.

Bere 2 litri di acqua al giorno e variare con le tisane drenanti completa la dieta di primavera dando all’organismo l’idratazione necessaria per prepararsi alla nuova stagione.


Chiedi un parere medico sul forum

Forum Scienza dell' alimentazione



Nessun commento inviato


Lascia un commento

Comment form Prima di commentare leggi le Avvertenze di rischio e delle Condizioni d'uso del sito, è necessario prenderne visione

 Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione delle Avvertenze di Rischio  e del Trattamento dei dati.
*



Tutti i campi (*) sono richiesti




lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. ora axélero S.p.A. Copyright 2009 - 2020 ©Tutti i diritti riservati - C.F./Partita IVA IT 07731860966
Sede Legale: via Cartesio, 2 20124 Milano - Cap. Soc. € 68.000,00 i.v - R.E.A. Milano n. 1978319 - N.Telefono +39 02 83623320 - info@axelero.it

Aggiornato al 29/09/2020 - Il sito si finanzia con gli abbonamenti dei medici inserzionisti e non riceve finanziamenti dalla pubblicità o dalla visualizzazione di contenuti commerciali.
Il contenuto editoriale del sito non è influenzato dalle fonti di finanziamento.