Home Comitato medico scientifico

Più informazione
più salute

SUGGERIMENTI Ricerca Nascondi suggerimenti
  • HOME
  • Blog
  • Giornata mondiale dell’epilessia

Indietro

Giornata mondiale dell’epilessia

Giornata mondiale epilessia 2016
Giornata mondiale epilessia 2016 - iStockphoto.com






vota


Oggi, 8 febbraio, ricorre la Giornata mondiale dell’epilessia in 120 paesi compresa l’Italia. Per l’occasione, alcuni importanti monumenti di ogni città saranno illuminati di viola, il colore simbolo dell’epilessia.

 

Cos’è l’epilessia?

L’epilessia è una patologia neurologica che in genere si manifesta entro i 12 anni di età, e può influenzare la vita personale, sociale, lavorativa e affettiva della persona. Non esiste una sola epilessia, ma ce ne sono tante quante le forme in cui la malattia si manifesta.

 

Quando si pensa a un epilettico, l’immagine ricorrente è quella di una persona scossa da convulsioni, come se fosse attraversata da energia elettrica. È la manifestazione più eclatante dell’epilessia, ma ci sono casi in cui l’episodio epilettico è talmente leggero da essere quasi invisibile.

 

Epilessia: farmaci e farmacoresistenza

La maggior parte di coloro che convivono con l’epilessia segue delle terapie o assume dei farmaci – regolarmente o al bisogno – per controllare e bloccare la crisi epilettica; molti altri non possono ricorrere alle medicine né sottoporsi alle comuni terapie, perché soffrono di forme epilettiche farmacoresistenti, cioè impermeabili alla cura farmacologica.

 

La Giornata Mondiale dell’Epilessia nasce per tutti gli epilettici, e in particolare per i pazienti con malattia farmacoresistente, per far conoscere a sempre più persone cos’è l’epilessia e perché è innocua agli altri.

 

L’epilessia, infatti, non è solo una malattia neurologica, ma anche una condizione che in troppi casi limita la vita sociale e lavorativa di chi ne soffre. Il pregiudizio maggiore si fonda sulla convinzione, del tutto errata, che l’epilessia sia contagiosa. Questo presupposto provoca situazioni di emarginazione: sono tanti i casi in cui il datore di lavoro licenzia un dipendente epilettico, o uno studente con epilessia viene guardato con sospetto dai compagni di classe.

 

Il modo più efficace per vincere i pregiudizi è informare chi della patologia sa poco o nulla. Sul sito della LICE – Lega Italiana Contro l’Epilessia – sono disponibili approfondimenti utili a conoscere la malattia, compreso l’opuscolo “Io posso,” 44 pagine illustrato come un fumetto per mostrare in modo semplice e diretto come stare con gli altri, in ogni situazione, senza essere esclusi.


Nessun commento inviato


Lascia un commento

Comment form Prima di commentare leggi le Avvertenze di rischio e delle Condizioni d'uso del sito, è necessario prenderne visione

 Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione delle Avvertenze di Rischio  e del Trattamento dei dati.
*



Tutti i campi (*) sono richiesti




lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. ora axélero S.p.A. Copyright 2009 - 2020 ©Tutti i diritti riservati - C.F./Partita IVA IT 07731860966
Sede Legale: via Cartesio, 2 20124 Milano - Cap. Soc. € 68.000,00 i.v - R.E.A. Milano n. 1978319 - N.Telefono +39 02 83623320 - info@axelero.it

Aggiornato al 09/07/2020 - Il sito si finanzia con gli abbonamenti dei medici inserzionisti e non riceve finanziamenti dalla pubblicità o dalla visualizzazione di contenuti commerciali.
Il contenuto editoriale del sito non è influenzato dalle fonti di finanziamento.