Home Comitato medico scientifico

Più informazione
più salute

SUGGERIMENTI Ricerca Nascondi suggerimenti
  • HOME
  • Blog
  • Influenza A e influenza stagionale: come affrontare il male di stagione

Indietro

Influenza A e influenza stagionale: come affrontare il male di stagione








vota


La notizia di una donna campana deceduta a causa dell’influenza A porta alla ribalta l’allarme del 2009 legato all’influenza suina causata dal virus H1N1. Per tranquillizzare tutti, diciamo subito che il decesso è un caso isolato, non si tratta di un’epidemia bensì di un incidente dovuto all’aggravarsi delle condizioni già precarie della donna.

Influenza A. L’influenza stagionale quest’anno è più aggressiva che mai, e noi vi avevamo già avvertiti parlando della diffusione di ben tre ceppi virali: H1N1, B ed H3 N2. L’influenza A, nota come influenza suina, è dunque arrivata puntuale come previsto anche se, avvisano gli esperti, c’è da stare tranquilli: dal 2009 il virus H1N1 è rimasto immutato, e questo vuol dire che resta valida l’azione svolta dal vaccino antinfluenzale preparato per contrastarla.

Sintomi. L’influenza A non è molto diversa dalla normale influenza stagionale, entrambe si presentano con gli stessi sintomi:
– febbre;
– debolezza;
– dolori muscolari;
– raffreddamento.

La differenza è che il virus H1N1 colpisce in modo aggressivo chi già soffre di problemi respiratori e cardiovascolari, come nel caso della donna deceduta in Campania.Starnuto

Prevenzione. Per prevenire l’influenza A bisogna osservare le semplici regole di igiene:
– lavare spesso le mani;
– non sostare a lungo in luoghi affollati da gente che ha visibilmente il raffreddore;
– coprire mani e bocca con un fazzoletto quando si starnutisce o si tossisce;
– evitare il contatto con persone malate;
– fare arieggiare le stanze;
– fare il vaccino.

Vaccinazione. Questo è un punto dolente, nel senso che alcuni esperti ritengono che la diffusione dell’influenza stagionale di questi giorni sia dovuta sia al calo delle temperature tipico dell’inverno, sia alla mancata vaccinazione di bambini e anziani. Perché? Innanzitutto perché, come ricorderete, c’è stato un blocco nella distribuzione dei vaccini, e poi perché, di conseguenza, molte persone hanno perso fiducia nella vaccinazione e pochi hanno voglia e modo di spendere soldi per le cure mediche. Triste ma vero.

Cura. Se siete tra i 130.000 italiani a letto con l’influenza di stagione, usate i comuni antipiretici per contrastare le febbre, gli analgesici per combattere i dolori muscolari, e affidatevi al medico se la situazione si aggrava invece di migliorare.


Nessun commento inviato


Lascia un commento

Comment form Prima di commentare leggi le Avvertenze di rischio e delle Condizioni d'uso del sito, è necessario prenderne visione

 Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione delle Avvertenze di Rischio  e del Trattamento dei dati.
*



Tutti i campi (*) sono richiesti




lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. ora axélero S.p.A. Copyright 2009 - 2019 ©Tutti i diritti riservati - C.F./Partita IVA IT 07731860966
Sede Legale: via Cartesio, 2 20124 Milano - Cap. Soc. € 68.000,00 i.v - R.E.A. Milano n. 1978319 - N.Telefono +39 02 83623320 - info@axelero.it

Aggiornato al 17/10/2019 - Il sito appartiene a un'azienda privata e si finanzia con gli abbonamenti dei medici inserzionisti