Home Comitato medico scientifico

Più informazione
più salute

SUGGERIMENTI Ricerca Nascondi suggerimenti
  • HOME
  • Blog
  • Virus intestinale: la brutta sorpresa dopo le feste di Natale

Indietro

Virus intestinale: la brutta sorpresa dopo le feste di Natale








vota


Per molti italiani il 2013 è cominciato all’insegna del malessere da virus intestinale, un benvenuto con i fiocchi dopo la spensieratezza delle feste natalizie.

In realtà il virus intestinale è più di uno, e tutti sono accumunati dalla predilizione di attaccare il tratto gastrointestinale con conseguenze spiacevoli. I maggiori virus intestinali sono il rotavirus, che causa infiammazioni nello stomaco dei bambini, e il norovirus che invece predilige gli adulti; glialtri sono l’adenovirus, l’astrovirus e il sapovirus.

Spesso si associa il virus intestinale all’influenza, in realtà si tratta di due problematiche diverse: l’influenza provoca problemi respiratori, febbre, congestione nasale; il virus intestinale, anche detta erroneamente “influenza intestinale”, causa vomito, diarrea, crampi allo stomaco, debolezza.

Virus intestinale

Cause. I virus che colpiscono lo stomaco sono presenti in acqua e cibo infetti, il che spiega l’alto grado di contagio di rotavirus e norovirus. Tra gli accusati numero uno della diffusione del virus intestinale ci sono le strette di mano, gli scambi di bicchieri e posate, e il contatto ravvicinato con persone potenzialmente colpite dai virus, tutti comportamenti che si sono accentuati nel corso delle feste di Natale.

Cura. In genere diarrea, vomito e altri effetti del virus intestinale spariscono dopo una settimana, ma se i sintomi persistono e i disturbi aumentano invece di diminuire, allora è il caso di chiamare un medico. Intanto, se siete tra le vittime del virus intestinale, cercate di far prevalere il buon senso a tavola per combatterne gli effetti:

Disidratazione. Dissenteria e vomito espongono al rischio di disidratazione, per questo è necessario bere poco e spesso liquidi semplici come l’acqua o il brodo che, come abbiamo visto in un precedente post, è anche nutriente;

Difficoltà digestiva. Quando lo stomaco è colpito dal virus intestinale si hanno ovvie difficoltà digestive. Quindi niente cibi grassi ed elaborati, e via libera a crackers, pane tostato e cibo secco.

Ultima raccomandazione: lavate sempre bene le mani e lasciate in giro meno fazzoletti sporchi possibili, il virus intestinale è altamente contagioso.


Nessun commento inviato


Lascia un commento

Comment form Prima di commentare leggi le Avvertenze di rischio e delle Condizioni d'uso del sito, è necessario prenderne visione

 Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione delle Avvertenze di Rischio  e del Trattamento dei dati.
*



Tutti i campi (*) sono richiesti




lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. ora axélero S.p.A. Copyright 2009 - 2020 ©Tutti i diritti riservati - C.F./Partita IVA IT 07731860966
Sede Legale: via Cartesio, 2 20124 Milano - Cap. Soc. € 68.000,00 i.v - R.E.A. Milano n. 1978319 - N.Telefono +39 02 83623320 - info@axelero.it

Aggiornato al 10/08/2020 - Il sito si finanzia con gli abbonamenti dei medici inserzionisti e non riceve finanziamenti dalla pubblicità o dalla visualizzazione di contenuti commerciali.
Il contenuto editoriale del sito non è influenzato dalle fonti di finanziamento.