Home Comitato medico scientifico

Più informazione
più salute

SUGGERIMENTI Ricerca Nascondi suggerimenti
  • HOME
  • Blog
  • Perché la protezione solare previene melanoma e altri tumori cutanei

Indietro

Perché la protezione solare previene melanoma e altri tumori cutanei

Protezione solare
Protezione solare - Fotolia.com






vota


La cronaca recente e le prime temperature miti portano all’attenzione di tutti noi un tema largamente affrontato anche su ABCsalute.it: la protezione solare per prevenire il melanoma e altri tumori della pelle.

 

Per proteggere la pelle dai raggi dannosi del sole, è bene non aspettare i mesi estivi e le giornate sulla spiaggia, ma cominciare subito: in città c’è bisogno di protezione solare così come al mare. In questi mesi primaverili, ciascuno di noi dovrebbe scegliere e cominciare a stendere sulla pelle una crema solare con SPF – Fattore di Protezione Solare – adatto al proprio fototipo: più basso per chi ha pelle mediterranea, più alto per chi ha una cute bianca e delicata.

 

Accanto alle creme solari, un altro modo per evitare il rischio di tumori cutanei è non fare le lampade solari. Da maggio 2011, in Italia l’uso delle lampade e delle docce solari è vietato per legge ai minori di 18 anni. Inoltre, nel 2009 l’Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro ha classificato questi dispositivi come cancerogeni per l’uomo, e l’Organizzazione mondiale della Sanità ne ha sconsigliato l’uso alla popolazione in generale.

 

D’altra parte, 20 minuti di lampada in solarium equivalgono a 300 minuti di esposizione al sole, ad agosto, nell’ora di maggior intensità dei raggi solari. Ecco spiegato perché i raggi ultravioletti delle lampade sono vietate anche alle donne in gravidanza, alle persone con hanno o hanno avuto tumori specie cutanei e a chi ha una pelle molto bianca e delicata soggetta a scottature ed eritemi. Ignorare questi divieti e raccomandazioni significa esporsi alla concreta possibilità di sviluppare un tumore della pelle, di cui il melanoma è il più conosciuto ma non affatto l’unico.

 

Eppure, nonostante leggi e divieti, uno studio dell’Istituto Oncologico Romagnolo inserito nel progetto “Save the skin” ha evidenziato che, in Italia, il 7% degli adolescenti che si sottopone a una lampada solare è minorenne ma ha il permesso dei genitori, le ragazze sono più del doppio dei ragazzi e chi ha un fototipo chiaro-chiarissimo supera di gran lunga chi ha una pelle mediterranea-scura.

 

Se la protezione non basta è indispensabile rivolgersi a un medico specialista in dermatologia che, con una visita ed esami mirati, delinea una diagnosi clinica e una terapia adeguata alla cura del disturbo o della malattia, come macchie solari o tumori della pelle.


Chiedi un parere medico sul forum

Forum Dermatologia



Nessun commento inviato


Lascia un commento

Comment form Prima di commentare leggi le Avvertenze di rischio e delle Condizioni d'uso del sito, è necessario prenderne visione

 Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione delle Avvertenze di Rischio  e del Trattamento dei dati.
*



Tutti i campi (*) sono richiesti




lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. ora axélero S.p.A. Copyright 2009 - 2020 ©Tutti i diritti riservati - C.F./Partita IVA IT 07731860966
Sede Legale: via Cartesio, 2 20124 Milano - Cap. Soc. € 68.000,00 i.v - R.E.A. Milano n. 1978319 - N.Telefono +39 02 83623320 - info@axelero.it

Aggiornato al 21/01/2020 - Il sito si finanzia con gli abbonamenti dei medici inserzionisti e non riceve finanziamenti dalla pubblicità o dalla visualizzazione di contenuti commerciali.
Il contenuto editoriale del sito non è influenzato dalle fonti di finanziamento.