Home Comitato medico scientifico

Più informazione
più salute

SUGGERIMENTI Ricerca Nascondi suggerimenti
  • HOME
  • Blog
  • Quanto fa male andare al lavoro e a scuola quando si è malati?

Indietro

Quanto fa male andare al lavoro e a scuola quando si è malati?

In ufficio malati
In ufficio malati - iStockphoto.com






vota


Le previsioni dell’Istituto Superiore di Sanità si stanno dimostrando valide: oltre 300mila persone sono a letto con l’influenza e un ulteriore boom arriverà con le feste di Natale, complici baci, abbracci e compresenza nello stesso luogo chiuso di più persone raffreddate o non perfettamente in salute.

 

Nonostante qualche linea di febbre e un forte raffreddore, la maggior parte delle persone non rinuncia ai propri impegni quotidiani, ma quanto fa male andare al lavoro e a scuola quando si è malati? Molto.

 

Presentarsi in ufficio e non saltare le lezioni scolastiche quando si ha febbre, raffreddore o altri disturbi di stagione, è un atteggiamento dettato dalla paura di essere giudicati male dal capo, dal timore di non vedersi riconosciuti i propri diritti previsti dalla malattia e dalla necessità di portare a termine dei compiti.

 

Sono tutte valide ragioni per rinunciare al letto, ma non sono affatto le risposte giuste contro l’influenza. Stare in casa, al caldo e riposare per tutto il tempo che il corpo lo richiede è il modo più efficace per curare la febbre e un brutto raffreddore.

 

Inoltre, andare in ufficio e a scuola quando si è malati fa male a se stessi e anche agli altri: virus e batteri responsabili dei malanni di stagione si diffondono velocemente fino a contagiare anche chi è in perfetta salute. Il risultato è raddoppiare il numero di colleghi di lavoro e di studio con l’influenza e creare un ambiente tutt’altro che salubre.

 

Se proprio non si può rinunciare a uscire di casa, è importante seguire alcune raccomandazioni:

– portare con sé tanti fazzoletti in modo da averne sempre uno a portata di mano ed evitare di dover coprire uno starnuto con la mano nuda;

– toccare le superfici e stringere le mani altrui il meno possibile;

– lavare le mani di frequente per eliminare il rischio di eventuali contagi in seguito a contatti rischiosi;

– usare i propri accessori e strumenti di studio e lavoro senza chiederli in prestito ad altre persone che potrebbero essere malate;

– rivolgersi al medico alla comparsa dei primi sintomi di influenza.


Nessun commento inviato


Lascia un commento

Comment form Prima di commentare leggi le Avvertenze di rischio e delle Condizioni d'uso del sito, è necessario prenderne visione

 Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione delle Avvertenze di Rischio  e del Trattamento dei dati.
*



Tutti i campi (*) sono richiesti




lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. ora axélero S.p.A. Copyright 2009 - 2019 ©Tutti i diritti riservati - C.F./Partita IVA IT 07731860966
Sede Legale: via Cartesio, 2 20124 Milano - Cap. Soc. € 68.000,00 i.v - R.E.A. Milano n. 1978319 - N.Telefono +39 02 83623320 - info@axelero.it

Aggiornato al 17/07/2019 - Il sito appartiene a un'azienda privata e si finanzia con gli abbonamenti dei medici inserzionisti