Guarda gli argomenti della categoria:  

Autore Messaggio
Cris94
Utente di ABCsalute.it
Messaggi: 1
Salve sono un ragazzo di 25 anni e da luglio sto avendo diversi problemi intestinali, iniziati con una strana stitichezza, mi rivolsi al medico curante che mi diede il colonir, dopo qualche giorno mi venne una cistite, avevo forti bruciori nell' urinare e mi fu prescritto stesso dal medico curante ciproxin che presi per 5 giorni, il problema si risolve ma ebbi diverse scariche di diarrea al ché mi rivolsi a un gastroenterologo che mi prescrisse esami del sangue e esame delle feci.Dalle analisi 4 valori uscirono alterati:VES:30,75; PCR:2,42 mg/dl ; CALPROTECTINA:216mg/kg e l'albumina un pò bassa 49% al che mi diede una terapia(3 debridat al giorno, 3 laxacol 800 al giorno e 1 bustina di idracol 100 BCH per 1 mese) dopo 1 settimana ho ripetuto i valori:VES 23,50 ;PCR:1,55 mg/dl ;CALPROTECTINA:79,7 mg/kg e il medico disse che la cura stava andando bene. A fine cura dopo 10 giorni ho ripetuto i valori VES:26,75 ;PCR:1,83 mg/dl ; CALPROTECTINA:167mg/kg. A quel punto il gel mi fece la colonscopia in quanto questi valori andavano indagati.Il referto è il seguente: "A carico del canale anale presenza di noduli emorroidari congesti e rivestiti da mucosa erosa. Assenza di lesioni a carico del retto e di tutto il grosso intestino fino al cieco ove si osservano alcune piccole salienze mucose biancastre. Ileoscopia retrogada: evidenzia di salienze mucose di aspetto polipoide che conferiscono al viscere aspetto granuloso. Si praticano prelievi bioptici multipli a carico dell'ileo, colon destro e colon sinistro. Conclusioni: Emorroidi. Ileite cronica. Colonpatia aspecifica in attesa di istologia."Riporto i prelievi bioptici: Frammenti di mucosa ileale sede di flogosi cronica. Presenza di alcuni follicoli linfoidi con modificazioni di tipo iperplastico.Frammenti di mucosa tipo grosso intestino sede di edema della tonaca propria e flogosi cronica. Reperto istologico riferibile a colite cronica non specifica.Quando ho ritirato il reperto il gastroenterologo che mi aveva in cura non c'era però sul foglio come cura mi ha conisgliato Pentacol800 x 2 volte al giorno x 30 giorni e ha lasciato detto che dovevamo rivederci a fine cura, successivamente mi vidi con il mio gel che mi assicurò sulla negatività sia dei prelievi sia della colonscopia e mi rassicuro sull esclusione sia di Crohn che di RCU, e che le salienze di tipo granuloso rappresentavano verosimilmente un'iperplasia linfatica, una condizione molto frequente dell' ileo soprattutto per i giovani come me e che è una condizione asintomatica e non necessità di terapia così come la colite cronica non specifica che mi disse che era un elemento aspecifico che troviamo nell'80% delle biopsie ed era normale irritazione della mucosa intestinale. Io feci la cura con il pentacol ma non trovai miglioramenti anzi spesso ritrovavo le compresse per intero nelle feci e alternavano stipsi(feci tipo 1 e 2 secondo bristol), diarrea(feci di tipo 5 e 6 secondo bristol), flautolenza e meteorismo, presenza di muco gelatinoso e filamentoso nelle feci ma soprattutto soffrivo di sensazione di svuotamento incompleto e stimolo continuo alla defecazione, così mi rivolsi di nuovo al gel che mi diede pentacolgel500 x via rettale ma i sintomi si accentuavano,mi rivolsi al medico di famiglia e provammo alcune terapie: Normix,diosmectal,xflor ed ebbi a inizio novembre un forte attacco, in 48 h ebbi 7/8 scariche di diarrea liquida e trovai miglioramento con l assunzione di Biotrap e enterogermina che decisi di prendere da solo, però la sera post cena avevo sempre 3 scariche la prima buona la seconda semiliquide e la terza liquida, avevo brividi di freddo soprattutto la sera e misurai diverse volte la temperatura e la più alta registrata fu di 37.3, normalmente la sera io ho tra 36.8/37. Mi rivolsi quindi a metà novembre a un nuovo gel che mi disse che la mesalazina in me non ritrovava riscontro e che era inutile la sua assunzione e che il fatto che io nn miglioravo con essa era proprio perché eravamo davanti a un colon non infiammato ma ad un problema di tipo funzionale, giunse quindi alla diagnosi di colon irritabile con forte disbiosi intestinale dopo aver visto tutta la documentazione ascoltato la mia storia e avermi palpato l addome mi ha dato come terapia un probiotico di nome ECN per 30 giorni, le scariche liquide sono state solo 2 durante la terapia che ho finito venerdj, però diciamo che la diarrea di tipo 5 secondo bristol compare ancora ogni 7/9 giorni e alcuni giorni le feci sono molto dure e poche e alcuni giorni mi sento molto molto gonfio altri giorni invece sto bene. Mi prescrisse anche gli esami delle celiachia:IgA totali, Antigliadina IgA, Antigliadina IgG, Antiendomisio, Antitransglutaminasi e IgE totali, tutti negativi tranne per le IgE appena alterate :IgE TOTALI (Prist) (metodo chemiluminescenza): 110, 6 UI/ml (Valori di riferimento: ADULTI 0-25 assenza atopia; 25-100 probabile atopia; >100 atopia). Le ho fatte vedere al mio medico curante che mi ha detto che la celiachia per me è esclusa al 99.99% e che sono solo potenzialmente allergico a qualcosa. Per capire cosa devo consultare un allergologo. In più sabato prossimo avrònche il risultato del breath test al lattosio anche se da luglio io evito latticini, alimenti contenente latte e derivati, legumi, verdura e frutta poiché mi fanno stare male in più nelle scorse settimane mi sono apparse delle macchie rosse sui piedi sia dx che sx, molto rosse e pruriginose, mi è capitato anche in passato, mi sono fatto anche controllare da un dermatologo privato che ritenne vedendo le macchie anche con un oggetto che zoomava dei morsi di insetto, io pensavo fossero sfoghi da dermatite o eczemi ma il dermatologo invece ha detto che gli sembravano morsi di un insetto, io spesso ho il vizio di portare anche le scarpe senza calzini e questo potrebbe aver portato a questa cosa. In più premetto che ho fatto sangue, però sempre presente come macchia sulla superficie delle feci mai liquido e abbondante, da luglio solo 3 volte e sempre in presenza di feci durissime a grappolo evacuate dopo enorme sforzo e entrambi i gel hanno detto dovuto ovviamente alle emorroidi. Io quello che trovo quasi spesso è muco sia filamentoso che gelatinoso soprattutto quando le feci sono liquide o poltacee,spugnose, argillonose e mugillinose.altri dettagli:a volte ho dolore all addome inferiore sinistro, altre volte fastidio più che dolore al fianco destro, ho sofferto a settembre per alcuni giorni di dolore pelvico, sono un tipo molto ansioso ed ipocondriaco e ogni volta che sto male mi demoralizzo e mi metto a cercare notizie sul web come un matto e ciò peggiora la situazione. volevo porvi 5 quesiti:1) se quei valori di temperatura da me menzionati sono preoccupanti e si possano riferire a febbre o febbricola (so che è tipico del Crohn la febbricola);2) se il colon irritabile può portare e livelli alterati di VES PCR e calprotectina; 3) concordate sulla diagnosi e sulla terapia a me data, o c'è bisogno di ulteriori indagini perché voi sospettate ancora una possibile MICI?;4) se non ho il Crohn perché il mio primo gel ha scritto nelle conclusioni della colonscopia ileite cronica perche sul web si evince che l ileite cronica corrisponde al Crohn?,5) per quanto riguarda l' iperplasia linfatica concordate anche voi sulla descrizione del gel, perché cercando sempre via web si evince che l iperplasia linfatica è sempre comune al Crohn. Grazie mille spero una una risposta.
Inviato: 21/12/2019, 17:09
 
1 messaggio
Rispondi all’argomento


Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  





ESAMI O PRESTAZIONI MEDICHE CORRELATE

Gastroscopia in sedazione profonda

La gastroscopia è un esame endoscopico che permette al medico di analizzare l’interno dello stomaco e del primo tratto dell'intestino per evidenziare la presenza di situazioni sospette o di eventuali ...

Visita Medicina Interna

L'internista è un medico che ha numerose competenze multidisciplinari tali da consentirgli di valutare patologie complesse e multifattoriali che, normalmente, necessitano dell'intervento di altrettant...

Ecografia per reflusso gastroesofageo

Il cardias è una valvola posta tra esofago e stomaco, e agisce come una sorta di tappo che serve a non far risalire i succhi gastrici dallo stomaco verso l’esofago e da qui fino alla gola, quando ciò ...

Visita Epatologica

La visita epatologica è eseguita da uno specialista in gastroenterologia esperto nella valutazione dello stato di salute di fegato, cistifellea e vie biliari.Al pari delle altre visite mediche, quella...







NOTIZIE PER LA SALUTE

Colonscopia virtuale

La colonscopia virtuale indaga le pareti interne del colon attraverso le immagini di tomografia comp...

Colonscopia in sedazione profonda

La colonscopia, o rettosigmoidocolonscopia, è un esame diagnostico che permette l'osservazione total...

Indice di Massa Corporea significato ed interpretazione

Sembrerà strano ma essere in sovrappeso non necessariamente significa averegrasso in eccesso;...

Endoscopia digestiva: esame di osservazione dell'apparato digerente Endoscopia digestiva: esame di osservazione dell'apparato digerente

L’endoscopia è l’osservazione diagnostica di cavità e di organi cavi trami...



TROVA LO SPECIALISTA



ABCsalute S.r.l. ora axélero S.p.A. Copyright 2009 - 2020 ©Tutti i diritti riservati - C.F./Partita IVA IT 07731860966
Sede Legale: via Cartesio, 2 20124 Milano - Cap. Soc. € 68.000,00 i.v - R.E.A. Milano n. 1978319 - N.Telefono +39 02 83623320 - info@axelero.it

Aggiornato al 20/03/2017 - Il sito si finanzia con gli abbonamenti dei medici inserzionisti e non riceve finanziamenti dalla pubblicità o dalla visualizzazione di contenuti commerciali.
Il contenuto editoriale del sito non è influenzato dalle fonti di finanziamento.