Guarda gli argomenti della categoria:  

Autore Messaggio
dario294
Utente di ABCsalute.it
Messaggi: 1
Gent.me Dottoresse, gent.mi Dottori,
Sono un uomo 35enne in buono stato di salute generale, ex sportivo, in forma, non fumatore. Vorrei sottoporre al Vs. parere il seguente problema intestinale che, seppur con intensità diversa, persiste da ormai due anni e per il quale dopo molte visite ed esami approfonditi non mi hanno ancora trovato una cura né una chiara diagnosi;
i sintomi cominciarono improvvisamente nel novembre del 2017 quando notai che l’ingestione di formaggio (che mai prima mi diede problemi) mi causava evacuazioni più frequenti del normale (normale = una, max due volte al dì) con feci molto scure ed eccessivamente maleodoranti.
A questo si aggiunse una abbondante perdita di sangue scuro al termine di ogni evacuazione che nei primi due mesi era molto scuro, successivamente dopo aver evitato prodotti con lattosio i sanguinamenti sono diminuiti ma continuano tutt’ora a ripresentarsi a periodi ed il sangue ha colorazione più chiara.

Altri sintomi presenti sono:
- Vi è stata fin dall’inizio la presenza di sostanza chiara simile a muco.
- Le evacuazioni sono almeno tre/quattro al dì con picchi anche di 5/6, è come se il mio intestino non riuscisse ad evacuare completamente in una volta e devo ritornare ad evacuare poco dopo.
- Lo stimolo per evacuare a volte è scarso.
- Le feci sono tutt’ora quasi sempre eccessivamente molli, irregolari, frastagliate e che si squagliano.
- Fastidio al termine dell’evacuazione alla parte terminale del tratto, sensazione di gonfiore e di evacuazione incompleta.
- Soffro di episodi di accumulo di gas intestinali appena dopo i pasti sopratutto se a base di verdure.

Episodi ed eventi di probabile importanza avvenuti prima dell’insorgere dei suddetti sintomi:
- soffro da quand’ero 19enne di difficile digestione con frequenti eruttazioni che si protraggono a lungo dopo i pasti e durante la notte
- sono in stato di forte stress da molto tempo
- Nel dicembre 2016 ho avuto delle emorroidi esterne (non posso escludere che ce ne fossero anche di interne) insolitamente dolorose e presenti per circa un mese che poi scomparvero.
- Nel mese di luglio del 2017 durante un soggiorno a Cuba ho bevuto inconsapevolmente mezzo bicchiere d’acqua che era di rubinetto e che mi causò diarrea per circa 6 gg. ed in un'altra occasione, questa a settembre del 2017 sempre a Cuba, del succo di frutta che con probabilità conteneva acqua di rubinetto o altro e che mi causò gli stessi effetti cioè diarrea per circa 6 gg.
Può essere importante notare che là essendo frequenti le interruzioni di energia elettrica i cibi congelati si scongelano frequentemente ed è probabile che me ne siano stati somministrati.

Esami e visite effettuati:
- Esami del sangue regolari a parte bilirubina un po’ sfasata (il chirurgo scrive di iperbilirubinemia)
- Eco addome regolare (il chirurgo scrive di colecisti alitiasica)
- Visita chirurgica dove il Medico riscontra da esami lieve ittero che ritiene probabile si tratti di ittero di Gilbert
- EGDS + biopsie (diagnosi: incontinenza cardiale – Diagnosi Istologica: A- lembi di mucosa duodenale con lieve congestione vasclare dei villi B- Gastrite cronica inattiva corpo-antrale)
- Colonscopia + ileoscopia con biopsie (Diagnosi: colonscopia nei limiti della norma – Diagnosi istologica: lembi di mucosa del grosso intestino con flogosi cronica aspecifica della lamina propria).

Cure e farmaci presi:
Il gastroenterologo visti gli esami mi prescrisse Humatin e Zircombi ma non hanno sortito alcun effetto e la condizione del mio intestino è sempre negativa.
Qualsiasi parere che possa essere un po’ d’aiuto è ben accetto, controllerò e risponderò alle eventuali domande poste nel thread grazie.
Dario
Inviato: 10/12/2019, 21:46
 
1 messaggio
Rispondi all’argomento


Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  





ESAMI O PRESTAZIONI MEDICHE CORRELATE

Visita Medicina Interna

L'internista è un medico che ha numerose competenze multidisciplinari tali da consentirgli di valutare patologie complesse e multifattoriali che, normalmente, necessitano dell'intervento di altrettant...

Colonscopia virtuale

La colonscopia virtuale indaga le pareti interne del colon attraverso le immagini di tomografia computerizzata in 3D: il medico vede il colon come se fosse un'animazione grafica in 3D. Questo esame ev...

Visita Epatologica

La visita epatologica è eseguita da uno specialista in gastroenterologia esperto nella valutazione dello stato di salute di fegato, cistifellea e vie biliari.Al pari delle altre visite mediche, quella...

Gastroscopia in sedazione profonda

La gastroscopia è un esame endoscopico che permette al medico di analizzare l’interno dello stomaco e del primo tratto dell'intestino per evidenziare la presenza di situazioni sospette o di eventuali ...







NOTIZIE PER LA SALUTE

POLIPOSI INTESTINALE POLIPOSI INTESTINALE

Per poliposi intestinale si intende la presenza di escrescenze della parete (mucosa o sierosa) del c...

Le impronte digitali: importanti per l’identificazione

Le caratteristiche delle impronte digitali, per la loro individualità e irripetibilità...

Trapianto di batteri fecali per la cura delle infezioni intestinali Trapianto di batteri fecali per la cura delle infezioni intestinali

Tecnicamente si chiama batterioterapia fecale, più semplicemente possiamo parlare di trapianto fecal...

Virus intestinale: sintomi e cura Virus intestinale: sintomi e cura

Articolo aggiornato l'8 febbraio 2017.   La gastroenterite virale è un tipo d’influenza causa...



TROVA LO SPECIALISTA



ABCsalute S.r.l. ora axélero S.p.A. Copyright 2009 - 2020 ©Tutti i diritti riservati - C.F./Partita IVA IT 07731860966
Sede Legale: via Cartesio, 2 20124 Milano - Cap. Soc. € 68.000,00 i.v - R.E.A. Milano n. 1978319 - N.Telefono +39 02 83623320 - info@axelero.it

Aggiornato al 20/03/2017 - Il sito si finanzia con gli abbonamenti dei medici inserzionisti e non riceve finanziamenti dalla pubblicità o dalla visualizzazione di contenuti commerciali.
Il contenuto editoriale del sito non è influenzato dalle fonti di finanziamento.