Guarda gli argomenti della categoria:  

Autore Messaggio
marek1492
Utente di ABCsalute.it
Messaggi: 1
Buonasera, ho 49 anni e porto gli occhiali da 35. Dopo aver usato perlopiù lenti a contatto, da circa un anno porto prevalentemente gli occhiali.

Gli ultimi occhiali (2010) sono:
Dx sf -5.5 cil -0.5 asse 35
Sx sf -5.5 cil -1.25 asse 170

Nel 2017 l’oculista mi ha prescritto per l’occhio sx questa nuova lente:
Sx sf -6.5 cil -1 asse 150.

Per ragioni varie, non ho cambiato la lente e mantenuto il precedente set.

La scorsa settimana mi sono recato dall’ottico per i nuovi occhiali, dopo la visita mi ha prescritto e realizzato:
Dx sf -5.75
Sx sf -6,75 cil -1 asse 160

Purtroppo mentre per l’occhio sinistro non ho problemi, per il destro accuso vista sfocata e istintivamente ammicco un paio di volte sia sulla distanza vicina, sia sulla media che sulla lontana, senza ovviamente vederci meglio.
Con i vecchi occhiali più deboli di 0,25, ma con l’astigmatismo in qualche modo corretto vedo meglio (parlo sempre di occhio destro).
Sono ritornato dall’ottico, un collega del precedente mi ha rivisitato e ha confermato i valori misurati per l'occhio sinistro, proponendo di aumentare di -0,5 le diottrie per l’occhio destro, portandolo a sf- 6.25.
Ho preso tempo, sono perplesso che a distanza di 10 giorni si possa proporre mezza diottria in più sulla miopia e soprattutto che l’astigmatismo all’occhio destro (che ho sempre avuto) sia magicamente scomparso nella visita di due settimane fa dopo 35 anni almeno.
Cosa ne pensate ?
 
Axurexia
Utente di ABCsalute.it
Messaggi: 4
Premetto che non sono esperto quindi mi collego semplicemente al tuo: "cosa ne pensate?".

Ogni ottico/oculista ha il suo metodo ed è un fatto che un leggero aumento della correzione della sfera possa rendere la correzione del cilindro superflua. Lo ha fatto anche l'oculista di mia figlia togliendole uno 0,25. Resta il fatto che ci vogliono circa due settimane per adattare un visus ad un nuovo strumento correttivo e aggiungo anche che tu, essendo quasi mio coetaneo, stai cominciando a sperimentare dei cambiamenti nell'occhio che vedono la sua definitiva stabilizzazione in vista da lontano a discapito della vista da vicino. Personalmente non ho mai avuto un visus così ballerino come dopo i 40 anni, e ciò dipende prevalentemente anche da situazioni contingenti quali le ore di sonno, lo stress, un fisico che non risponde più al 100%, la perdita di visus con scarsa luce (tipica di noi miopi che si è molto accentuata dopo i 40). Come vedi solo un mio pensiero da non esperto sperando che possa darti qualche spunto su cui riflettere.
Inviato: 19/09/2019, 9:38
 
2 messaggi
Rispondi all’argomento


Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  





ESAMI O PRESTAZIONI MEDICHE CORRELATE

Esame (o Schermo) di Hess

Lo schema di Hess-Lancaster è un test a cui si ricorre per rilevare la presenza di anomalie nel funzionamento dei muscoli responsabili della motilità oculare. Grazie a questo esame, infatti, il medico...

Elettrofisiologia oculare

L'elettrofisiologia è un'analisi diagnostica che consente di indagare i fenomeni elettrici legati ad alcune attività fisiologiche, come per esempio quella svolta dalle vie ottiche. In questo caso, si...



cron




NOTIZIE PER LA SALUTE

Chirurgia refrattiva per correggere l'astigmatismo Chirurgia refrattiva per correggere l'astigmatismo

L'astigmatismo è un difetto che riduce l’acutezza visiva sia da lontano sia da vicino. ...

VERTIGINE VISIVA

La vertigine visiva è causata da un difetto dei muscoli oculari o da vizi di rifrazione (miop...

Articolo Pubblicato - OK Salute - Prof. Pagliara

“Correggo miopia, ipermetropia, astigmatismo, cheratocono e patologie oculari con occhiali, l...

Addio agli occhiali con le lenti a contatto Addio agli occhiali con le lenti a contatto

Le lenti a contatto sono dei dischetti trasparenti di materiale plastico che vengono applicate sul b...



TROVA LO SPECIALISTA

Dr Francesco Famà

L'Oculista a Riposto Dott. Francesco Famà medico chirurgo e oftalmologo, ...



ABCsalute S.r.l. ora axélero S.p.A. Copyright 2009 - 2019 ©Tutti i diritti riservati - C.F./Partita IVA IT 07731860966
Sede Legale: via Cartesio, 2 20124 Milano - Cap. Soc. € 68.000,00 i.v - R.E.A. Milano n. 1978319 - N.Telefono +39 02 83623320 - info@axelero.it

Aggiornato al 20/03/2017 - Il sito si finanzia con gli abbonamenti dei medici inserzionisti e non riceve finanziamenti dalla pubblicità o dalla visualizzazione di contenuti commerciali.
Il contenuto editoriale del sito non è influenzato dalle fonti di finanziamento.