Indietro

Chirurgia refrattiva per correggere l'astigmatismo

clicca per votare





Lente correttiva Correzione della vista Astigmatismo Astigmatismo e infanzia Vista sfuocata Astigmatico


Scritto da

Francesco S. Cantù, giornalista pubblicista (Ordine giornalisti della Lombardia) tessera N° 118321


Pubblicato il 07/10/2009

Modificato il 07/10/2009

L'astigmatismo è un difetto che riduce l’acutezza visiva sia da lontano sia da vicino. È dovuto a un’irregolarità della curvatura della cornea o del cristallino per cui le rifrazioni luminose non si riuniscono sulla retina nello stesso punto focale, per esempio le linee verticali possono essere messe a fuoco ma le orizzontali no e viceversa.

 

I segni dell'astigmatismo sono visione sfuocata, affaticamento oculare della vista, bruciore agli occhi, lacrimazione eccessiva e spesso i due occhi hanno gradi di astigmatismo diversi. Generalmente l'astigmatismo compare associato ad altri disturbi quali miopia, presbiopia o ipermetropia, ma può essere compensato mediante l'uso di occhiali o lenti a contatto.

 

Il grado di astigmatismo si esprime in diottrie: astigmatismo debole/lieve: da 0 a 1 diottrie, astigmatismo medio: da 1 a 2 diottrie, astigmatismo forte/elevato: superiore a 2 diottrie.

 

Un certo grado di astigmatismo corneale è fisiologico ed è dovuto alla pressione palpebrale che genera un lieve appiattimento del profilo della cornea, ma è compensato dai mezzi diottrici interni all'occhio in modo da non presentare astigmatismo rifrattivo totale. L'astigmatismo di grado elevato è generalmente congenito e può subire delle lievi variazioni nel corso della vita. L'astigmatismo irregolare è successivo a modificazioni della cornea a seguito di traumi, lesioni e infezioni.

 

L'astigmatismo può essere corretto definitivamente con la chirurgia rifrattiva. La compresenza di ametropie, il grado di astigmatismo, la salute oculare, lo stile di vita e altri fattori individuali contribuiscono a determinare la soluzione più idonea. L'astigmatismo è meno frequente rispetto alla miopia, per questo le lenti a contatto e le tecnologie di chirurgia rifrattiva per astigmatici sono comparsi solamente pochi anni fa.


Domande più frequenti

1. L’astigmatismo è un difetto grave?
Assolutamente no, milioni di persone ne sono affette.

2. Come ci si accorge di essere astigmatici?
Ci si accorge subito per la visione sfuocata degli oggetti sia da vicino sia da lontano e dalla difficoltà di osservare le cose in maniera prolungata.

3. Da che cosa è dovuto l’astigmatismo?
Può essere congenito oppure può essere causato da malattie o lesioni della cornea e del cristallino.

4. Questo difetto può migliorare spontaneamente?
No.

5. Con che cosa si corregge l’astigmatismo?
Con l’uso di occhiali.

6. È possibile utilizzare le lenti a contatto?
Oggi più che mai dato che sono in commercio anche delle lenti a contatto morbide per correggere questo difetto.

7. Quando utilizzare le lenti a contatto morbide e quando le rigide?
Nei casi di astigmatismo più grave, le lenti morbide non riescono a compensare il difetto. È quindi necessario l’uso delle lenti rigide.

8. Un astigmatico che è anche miope deve utilizzare due lenti separate?
No, con una sola lente si può correggere entrambi i difetti.

9. È possibile intervenire chirurgicamente?
Un'alternativa agli occhiali e alle lenti a contatto è costituita dall'intervento chirurgico con laser a eccimeri, spesso associato al trattamento di altri difetti visivi.

10. Quando il laser customizzato è assolutamente necessario?
Quando le lenti astigmatiche non riescono a correggere il difetto, si parla di astigmatismo irregolare. Il trattamento laser standard non può risolvere l'astigmatismo irregolare. In questo caso è necessario l'impiego di un laser customizzato.
 




Fonti: Rook A. "Textbook of Dermatology" - Fourth Edition Blackwell Scientific Publ. 1986
Caputo R., Monti M. "Manuale di Dermocosmetologia Medica" - Raffaello Cortina Editore 1995
A. Haynal, W.Pasini "Medicina Psicosomatica" - Ed. Masson, 1999
Crepaldi C., Baritussio A. "Trattato di Medicina Interna" - Ed. Piccin Nuova Libraria S.P.A., 2002
Beers M.H. "Il Manuale Merck per la Salute" - Raffaello Cortina Editore 2003
Kidd E.A.M., Smith B.G.N., Watson T.F.  "Pickerd's Manual of Operative Dentistry" - Eighth Ed. Oxford Univ. Press 2003
Janis J. E. "Essentials of Plastic Surgery" - QMP, Inc. 2006
Jackson T.L. "Moorfields Manual of Ophthalmology" - Mosby Elsevier Ed. 2007
Caruso A. "Manuale di ginecologia ed ostetricia" - CIC Ed. Intern. 2008
Harrison's "Principles of Internal Medicine" - Mc Graw-Hill Ed. 2008
AA.VV. "Enciclopedia della medicina" - De Agostini 1990
Rothenberg Robert E. "Enciclopedia della medicina" - Garzanti 1998
Galimberti U. "Enciclopedia di psicologia" - Garzanti 1999





Commenti

Attenzione per poter inviare il tuo commento devi effettuare l'accesso con le tue credenziali oppure Registrati
Commenta anche tu

Articoli

lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. - Registrazione al Tribunale di Milano n. 491 del 24.07.2008 - Copyright 2008-2016
© Tutti i diritti riservati - P.I. 06355610962 - Per Informazioni 02.97383387 - info@abcsalute.it - Direttore

Società a socio unico, soggetta a direzione e coordinamento da parte di axélero S.p.A

Progetto di fusione per incorporazione di abcsalute s.r.l. in axélero S.p.A. ai sensi degli artt. 2501-ter e 2505 c.c.

Aggiornato al 07/12/2016