Guarda gli argomenti della categoria:  

Autore Messaggio
tefanetto
Utente di ABCsalute.it
Messaggi: 1
Salve. Le espongo brevemente il problema che mi sta a cuore. Mia madre, tre mesi fa è stata operata d'urgenza per un distacco di retina. Premetto ke la retina oltre essersi distaccata era notevolmente deteriorata. Durante l'operazione, anzi verso la fine dell'operazione (a detta dei medici), quando stavano per applicare gli ultimi punti di sutura, sono sopraggiunti dei potenti vomiti (ai quali nn ci hanno ancora dato spiegazione). Vomiti che hanno compromesso l'esito dell'operazione e che hanno causato una forte emorraggia all'interno dell'occhio e dietro (di quest'ultima se ne sono accorti solo dopo 4 ore!!!!) . Ricoverata d'urgenza in reparto chirurgia maxillofacciale per l' assorbimento del sangue, è stata poi tenuta per qualke giorno in osservazione e di nuovo ricoverata per la comparsa di una grave ulcera corneale. Ovviamente l'occhio le è rimasto per un sacco di tempo in condizioni pessime: tumefatto, fuori dall'orbita e pieno di sangue. Seguendo le cure prescritte siamo riusciti a farlo rientrare ma non del tutto . Ci avevano garantito che comunque il tono dell occhio era stato salvato e che l'atrofia era stata evitata grazie all'applicazione del silicone. Solo dopo aver richiesto altri consulti medici ci hanno spiegato che l'occhio è gia in via di atrofizzazione e che di silicone non se ne vede traccia. Ovviamente non vede da quell'occhio, e a seguito di ecografia risulta ancora pieno di sangue all'interno. Ci hanno proposto delle varie operazioni abbastanza costose e secondo noi troppo " miracolose" , e ora non sappiamo cosa dobbiamo fare.. ho seriamente paura che abbia perso definitivamente l'occhio.. cosa ci consiglia di fare =?graZIE mille
 
Orione
Utente di ABCsalute.it
Messaggi: 20
Gentile Utente,
il caso descritto è molto singolare e senza aver visitato sua madre è difficile poterla consigliare.
Può illustrarmi che operazioni le hanno consigliato?

Cordiali saluti

Carlo Orione
www.orioneye.com
 
PROF.SIRAVO
Utente di ABCsalute.it
Avatar utente
Messaggi: 560
VEROSIMILMENTE SIAMO IN PRESENZA DI UN EMOVITREO CON ESITI CICATRIZIALI E MERTACICATRIZIALI!!
l'emovitreo, è un' emorragia che partendo dalla retina o dal disco ottico invade lo spazio del vitreo (un gel che riempie la maggior parte dell'occhio), è una causa frequente di grave calo della vista. Infatti il sangue fuoriuscito non permette alla luce di arrivare alla retina.
L'emovitreo può anche riassorbirsi da solo, almeno in parte, se l'emorragia è di lieve entità. Sono i casi più fortunati, con un discreto recupero della funzionalità visiva.
Se l'emovitreo non si riassorbe od è di grave entità l'unica alternativa è la sua asportazione mediante un intervento chirurgico chiamato vitrectomia
Eziologia:
• Retinopatia diabetica (storia di diabete e retinopatia diabetica di solito nell'occhio controlaterale).
• Rottura retinica (Comunemente superiore nell'emovitreo denso. Diagnosi ecografia e depressione sclerale).
• Distacco di retina (diagnosi: se la retina non puo essere esplorata con l'oftalmoscopia eseguire ecografia).
• Occlusione venosa retinica (generalmente di branca). (soprattutto in anziani ipertesi e con anamnesi di occlusione venosa o improvvisa perdita visiva da mesi o anni).
• Distacco posteriore vitreo (mezza età o anziani che notano opacità fluttuanti e flashes luminosi).
• DMS (anziani con scarso visus precedente all'emorragia per la degenerazione maculare senile. Nell'altro occhio: drusen maculari e/o altri reperti di DMS).
• Malattia falciforme. Sardi, siciliani, afroamericani. Può esservi neovascolarizzazione della retina periferica nell'occhio controlaterale, tipicamente in una configurazione "seafans".
• Trauma.
• Tumore intraoculare (oftalmoscopia o ecografia).
• Emorragia subaracnoidea o subdurale (Sindrome di Terson) (frequenti emorragie bilaterali preretiniche o del vitreo. Generalmente i reperti del fondo sono preceduti da una grave cefalea. Talvolta coma).
Malattia di Eales (uomini di 20-30 anni, con ischemia retinica periferica e vascolarizzazione dall'eziologia
sconosciuta. Il segno di presentazione è frequentemente una diminuzione del visus per l'emorragia vitreale spesso bilaterale ed è una diagnosi da esclusione).
• Altri (malattia di Coats, retinopatia da prematurità, angiomi capillari retinici della Sindrome di Von Hippel-Lindau, anastomosi vascolare prepapillare congenita, ipertensione, retinopatia da radiazioni, emorragia del segmento anteriore in seguito a IOL, altro).
. Infanzia: retinoschisi, maltrattamenti (shaken baby), trauma da parto
DOVREI VEDERE UN ECOGRFIA BULBARE!!!
http://drsiravoduilio.beepworld.it/seme ... rument.htm


Un caro saluto.
Prof.D.Siravo
siravo@supereva.it
http://drsiravoduilio.beepworld.it
Cell.:3385710585
 
Day Hospital Santa Lucia
del Dr Giorgio Giovanni Cezza

WB906
Medico di ABCsalute.it
Avatar utente
Messaggi: 129
La situazione descritta sembra abbastanza seria.
Sarebbe il caso che a rispondere sia un Oculista esperto in chirurgia vitreo-retinica per valutare la possibilità di un recupero funzionale (visto che, come pare, almeno anatomicamente l'occhio interessato da questo incidente è stato recuperato).
La mia esperienza chirurgica è rivolta al segmento anteriore dell'occhio e non a quello posteriore.
Distinti saluti.



Dott. CEZZA Giorgio Giovanni
Medico-Chirurgo
specialista in Oftalmologia
Dir. San. Day Hospital "Santa Lucia"
Maglie (Le)
 
PROF.SIRAVO
Utente di ABCsalute.it
Avatar utente
Messaggi: 560
MI MANDI PURE UN'ECOGRAFIA !!!
Un caro saluto
Prof.D.Siravo
siravo@supereva.it
http://drsiravoduilio.beepworld.it
Cell.:3385710585
 
Prof. Dr Fabio Dossi
VP234
Medico di ABCsalute.it
Avatar utente
Messaggi: 46
Buongiorno,

è difficile dare un giudizio su complicazioni avvenute durante un intervento di distacco di retina, specialmente se prevedono emorragie endorbitarie che, in teoria, nulla avrebbero a che fare con l'intervento in questione.

Mi chiedo che tipo di anestesia sia stata fatta ed il perchè del vomito.....

Se l'occhio non vede nemmeno la luce, penso sia inutile qualsiasi tipo di ulteriore intervento, specie se è avviato verso la subatrofia.

Saluti distinti
Studio Dossi

_________________
[b]Prof. Fabio Dossi[/b] [list][/list] [list]fabdossi@alice.it[/list]
 
PROF.SIRAVO
Utente di ABCsalute.it
Avatar utente
Messaggi: 560
Utile anche un'ecografia bulbare
 
7 messaggi
Rispondi all’argomento


Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  





ESAMI O PRESTAZIONI MEDICHE CORRELATE

Elettrofisiologia oculare

L'elettrofisiologia è un'analisi diagnostica che consente di indagare i fenomeni elettrici legati ad alcune attività fisiologiche, come per esempio quella svolta dalle vie ottiche. In questo caso, si...

Esame (o Schermo) di Hess

Lo schema di Hess-Lancaster è un test a cui si ricorre per rilevare la presenza di anomalie nel funzionamento dei muscoli responsabili della motilità oculare. Grazie a questo esame, infatti, il medico...







NOTIZIE PER LA SALUTE

Complicanze della retinopatia diabetica: sono varie e in genere temibili

Una delle complicanze della retinopatia diabetica, e quindi del diabete all'interno dell'occhio, pu&...

Xstat30, la siringa che somministra spugnette per bloccare un‘emorragia Xstat30, la siringa che somministra spugnette per bloccare un‘emorragia

Xstat30 è il nome di una siringa che inietta nel sangue 92 spugnette capaci di espandersi a contatto...

Il glaucoma malattia che colpisce il nervo ottico e porta alla degenerazione della retina Il glaucoma malattia che colpisce il nervo ottico e porta alla degenerazione della retina

Il glaucoma è una malattia che colpisce il nervo ottico ed è caratterizzata da un fort...

Degenerazione della retina: il diabete determina un aumentano dei casi Degenerazione della retina: il diabete determina un aumentano dei casi

Ogni anno in Italia ''si contano circa 20 mila nuovi casi di degenerazione maculare neovascolare leg...



TROVA LO SPECIALISTA

Dr Francesco Famà

L'Oculista a Riposto Dott. Francesco Famà medico chirurgo e oftalmologo, ...

Dr Massimo Mammone

L'Oculista a Follonica Dr Massimo Mammone ha come attività principale la ...



ABCsalute S.r.l. ora axélero S.p.A. Copyright 2009 - 2021 ©Tutti i diritti riservati - C.F./Partita IVA IT 07731860966
Sede Legale: via Cartesio, 2 20124 Milano - Cap. Soc. € 68.000,00 i.v - R.E.A. Milano n. 1978319 - N.Telefono +39 02 83623320 - info@axelero.it

Aggiornato al 20/03/2017 - Il sito si finanzia con gli abbonamenti dei medici inserzionisti e non riceve finanziamenti dalla pubblicità o dalla visualizzazione di contenuti commerciali.
Il contenuto editoriale del sito non è influenzato dalle fonti di finanziamento.