Indietro

Il sistema ECM per la formazione obbligatoria

clicca per votare





Villa Erba - Sede Convegno ECM Villa Erba Villa Erba - Sede Convegno ECM Villa Erba Villa Erba - Sede Convegno ECM Villa Erba ECM: le nuove regole Commissione La qualità formativa Marco Biocca I crediti per l'accreditamento Riccardo Vigneri Regolamentazione conflitti d'interesse Massimo Scaccabarozzi Regolamentazione conflitti d'interesse Angelo Fracassi Didattica medica Salvatore Bellocco Il ruolo del COGEAPS Gennaro Rocco


Scritto da

Scripta Firenze Agenzia di comunicazione


Pubblicato il 18/09/2009

Modificato il 06/10/2009

L’argomento trattato nel recente convegno di Cernobbio è stato il sistema ECM (Educazione Continua in Medicina).

La legge del 1990. Il periodo sperimentale del sistema ECM si è concluso ed è in corso l’avvio della struttura definitiva in ottemperanza alla legge sull’obbligatorietà per i medici e per il personale sanitario di certificare il proprio periodico aggiornamento scientifico sulla base di criteri definiti dal ministero della Salute.

La volontà del ministero. Si tratta di una volontà determinata, quella del ministero della Salute, alla quale corrisponde un aggiornamento delle procedure di accreditamento dei Provider (organizzatori degli eventi formativi) anche alla luce dell’accordo con le regioni e le province che avranno un ruolo importante nell’attuazione del sistema ECM.

Il rinnovato impegno per il sistema ECM corrisponde a un’esigenza evidente e urgente. Il medico e l’operatore sanitario sentono il bisogno di un aggiornamento professionale ma non sanno dove rivolgersi. D’altronde la legge stabilisce che la partecipazione a congressi e l’autoformazione non è sufficiente e che l’acquisizione di crediti formativi in misura predeterminata è obbligatoria. La loro mancanza può infatti portare a conseguenze anche gravi come la sospensione dall’attività professionale.

La struttura formativa. Poiché il sistema ECM interessa centinaia di migliaia di soggetti professionali, il compito di creare questa struttura formativa diffusa sul territorio è imponente, sia sotto il profilo organizzativo che finanziario. Il miglioramento degli standard della salute degli italiani dipende tuttavia dalla qualità professionale degli operatori: più salute, più economie per il SSN, più valore all’attività ECM.

Il ruolo dell’ECM. Se la professionalità di un operatore della Sanità può venire definita da tre caratteristiche fondamentali:
- il possesso di conoscenze teoriche aggiornate (il sapere)
- il possesso di abilità tecniche o manuali (il fare)
- il possesso di capacità comunicative e relazionali (l'essere)
il ruolo del sistema ECM e la necessità dei suo rilancio sono evidenti.

Dovere e diritto. Partecipare ai programmi del sistema ECM è un dovere degli operatori della Sanità, richiamato anche dal Codice di Deontologia Medica, ma è anche un diritto dei cittadini ad avere operatori attenti, aggiornati e sensibili.



Fonti:

Enciclopedia della Medicina Italiana - UTET - 2004





Commenti

Attenzione per poter inviare il tuo commento devi effettuare l'accesso con le tue credenziali oppure Registrati
Commenta anche tu

Articoli

lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. - Registrazione al Tribunale di Milano n. 491 del 24.07.2008 - Copyright 2008-2016
© Tutti i diritti riservati - P.I. 06355610962 - Per Informazioni 02.97383387 - info@abcsalute.it - Direttore

Società a socio unico, soggetta a direzione e coordinamento da parte di axélero S.p.A

Progetto di fusione per incorporazione di abcsalute s.r.l. in axélero S.p.A. ai sensi degli artt. 2501-ter e 2505 c.c.

Aggiornato al 06/12/2016