Indietro

L’abusivismo podologico è vinto soltanto dall’opera del Podologo professionista sanitario


Menu


L’abusivismo podologico e il Podologo. L'attività di Podologo laureato e professionista sanitario non è generica ma è ufficialmente definita e codificata.

Al fine di stroncare la piaga dell'abusivismo podologico, l’A.I.P. ha presentato innumerevoli denunce, alla magistratura e alle autorità competenti, degli illeciti riscontrati; purtroppo l’impegno dell’Associazione non è risultato ancora sufficiente anche se la sensibilità verso questo reato è senza dubbio cresciuta.

L’abusivismo podologico o più in generale l’abusivismo professionale è ormai un’emergenza sociale che tocca anche altre categorie sanitarie come ad esempio gli Odontoiatri, i Medici Estetici e i Dermatologi.

È quindi evidente che, secondo quanto auspicato da tempo dall’A.I.P., quanto prima sia resa ufficiale da parte del Ministero della Salute la definizione dei requisiti minimi per gli Studi podologici.

 

La garanzia A.I.P. Nonostante i ritardi legislativi si deve tuttavia considerare l'importanza dell'iscrizione all’A.I.P. che da un lato certifica la validità dei titoli conseguiti dal Podologo e dall’altro lato assicura il rispetto, da parte dei suoi associati, delle norme,dei principi e delle caratteristiche operative della professione, contenuti nel codice deontologico.

Tutti i membri dell’A.I.P. sono quindi dotati di una spilla di riconoscimento da appuntare sul camice professionale.

La spilla associativa informa il paziente di trovarsi di fronte un vero Podologo, dotato di tutti i requisiti previsti dalla legge per affrontare le sue patologie podaliche anche le più impegnative.

È stata formulata una bozza che definisce questi requisiti ed è già stata inviata al Ministero della Salute sperando che sia approvata e resa ufficiale quanto prima anche come strumento efficace contro l’abusivismo podologico.

 

L’A.I.P. e la F.O.F.I. Di recente è stata avviata un'iniziativa di rilievo in conformità alle disposizioni emanate dal Decreto 16 dicembre 2010, a proposito delle prestazioni erogate dalle farmacie, che prevedono particolari intese tra A.I.P. e F.O.F.I. (Federazione Ordine Farmacisti Italiani).

In pratica, anche per combattere l’abusivismo podologico, si propone di attivare nelle farmacie di ciascun quartiere un sistema di informazioni sui Podologi che hanno il loro ambulatorio in zona.

Inoltre, allo scopo di sollecitare le farmacie a mettere a disposizione i prodotti che abitualmente sono prescritti dal Podologo, è stato messo in distribuzione un pieghevole informativo ed è in programma anche la realizzazione di incontri destinati a migliorare la conoscenza delle opportunità cliniche offerte dal Podologo in quanto professionista sanitario.

Pubblicato il 29/11/2011

Modificato il 29/11/2011

Fonti:

Benedetto Leone e Rocco Menechella Ufficio Stampa e Comunicazione Associazione Italiana Podologi - Per Approfondire Vedi Link


lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. ora axélero S.p.A. Copyright 2009 - 2019 ©Tutti i diritti riservati - C.F./Partita IVA IT 07731860966
Sede Legale: via Cartesio, 2 20124 Milano - Cap. Soc. € 68.000,00 i.v - R.E.A. Milano n. 1978319 - N.Telefono +39 02 83623320 - info@axelero.it

Aggiornato al 19/10/2019 - Il sito appartiene a un'azienda privata e si finanzia con gli abbonamenti dei medici inserzionisti