Home Comitato medico scientifico

Più informazione
più salute

SUGGERIMENTI Ricerca Nascondi suggerimenti
  • HOME
  • Blog
  • Chirurgia plastica: norme severe per la tutela della salute

Indietro

Chirurgia plastica: norme severe per la tutela della salute








vota


Ricordate lo scandalo delle protesi PIP nel 2010? Migliaia di donne hanno dovuto asportare la protesi mammarie per evitare il rischio di ammalarsi di cancro, e questo la dice lunga sia sulla professionalità di alcuni chirurghi plastici che sulla superficialità con cui ci si sottopone a un intervento di chirurgia plastica, affidandosi al medico più economico ma non necessariamente più specializzato in materia. Infatti, da un recente sondaggio svolto nel Regno Unito è emerso che su 1762 persone, il 67% sceglie a chi affidarsi per un intervento di chirurgia plastica in base al costo e non in base alla competenza del chirurgo.

Gli interventi di chirurgia plastica sono in perenne crescita, ma episodi spiacevoli come quello delle protesi PIP ha messo in luce la necessità di creare una normativa severa per la tutela del paziente e l’integrità del medico.

Ultimo in ordine di tempo l’Austria, che ha varato una serie di regole molto restrittive:

  • divieto di intervento di chirurgia plastica ed estetica per i minori di 16 anni;
  • ragazzi tra i 16 e i 18 devono avere l’autorizzazione dei genitori e la valutazione psicologica obbligatoria;
  • gli interventi devono essere eseguiti esclusivamente da chirurghi plastici certificati, la certificazione è rilasciata dall’ordine dei medici;
  • è obbligatorio un colloquio tra il paziente e il medico, e l’intervento di chirurgia plastica dovrà avvenire non prima di due settimane dal colloquio.

La normativa dell’Austria entrerà in vigore nel 2013, e in Italia l’AICPE -Associazione Italiana Chirurgia Plastica Estetica– si sta muovendo nella stessa direzione degli altri Paesi Europei. Il suo principale obiettivo è la tutela della salute del paziente attraverso il monitoraggio costante dei chirurghi plastici, quelli effettivamente specializzati sono soci AICPE e hanno l’obbligo di osservare un comportamento eticamente corretto verso il paziente e il loro stesso ruolo.

Il prossimo passo dell’AICPE è istituzione di un albo professionale nazionale degli specialisti di chirurgia plastica. Un iniziativa lodevole che si inserisce in un percorso di trasparenza cominciato lo scorso 5 luglio con il documento stilato dal CNB per delineare gli aspetti bioetici della chirurgia estetica e ricostruttiva.
_________________________________
Chirurghi plastici consigliati da ABCsalute

Dr Carmine Andrea Nunziata
Dr Alessandro Casadei
Dr Massimo Re


Chiedi un parere medico sul forum

Forum Chirurgia plastica



Nessun commento inviato


Lascia un commento

Comment form Prima di commentare leggi le Avvertenze di rischio e delle Condizioni d'uso del sito, è necessario prenderne visione

 Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione delle Avvertenze di Rischio  e del Trattamento dei dati.
*



Tutti i campi (*) sono richiesti




lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. ora axélero S.p.A. Copyright 2009 - 2020 ©Tutti i diritti riservati - C.F./Partita IVA IT 07731860966
Sede Legale: via Cartesio, 2 20124 Milano - Cap. Soc. € 68.000,00 i.v - R.E.A. Milano n. 1978319 - N.Telefono +39 02 83623320 - info@axelero.it

Aggiornato al 04/07/2020 - Il sito si finanzia con gli abbonamenti dei medici inserzionisti e non riceve finanziamenti dalla pubblicità o dalla visualizzazione di contenuti commerciali.
Il contenuto editoriale del sito non è influenzato dalle fonti di finanziamento.