Guarda gli argomenti della categoria:  

Autore Messaggio
Jessica Maritato
Utente di ABCsalute.it
Messaggi: 2
Buongiorno,
vi scrivo perchè non so più a chi rivolgermi per avere delle direttive chiare in merito all'intolleranza al lattosio che ho da poco scoperto.
Dopo anni di problemi intestinali, dolori, esami e test vari ho deciso di fare privatamente il BREATH TEST al quale sono risultata positiva. ( Il valore massimo in ppm è stato 140 dopo 180 min. dall'assunzione del lattosio ).
Il mio medico di base mi ha detto di evitare latte, formaggi, yogurt ma di mangiare tranquillamente prodotti come biscotti, merendine, affettati perchè secondo lui il lattosio presente in questi è una minima quantità che non mi fa male. Quindi seguendo il suo consiglio da luglio fino ad oggi non ho riscontrato miglioramenti, anzi ho spesso forti dolori che mi svegliano anche nel cuore della notte, pancia gonfia e dissenteria.
Sono stata 4 giorni fa da una gastroenterologa che è stata molto più esaustiva ma al contempo mi ha dipinto un quadro della mia intolleranza che non mi sarei aspettata.
Mi ha detto di evitare TUTTO ciò che contiene lattosio per almeno 3 mesi, devo quindi cambiare anche la pillola anticoncezionale e le pillole che assumo per l'emicrania. Inoltre mi ha consigliato l'assuzione di Reuflor 5 gocce al giorno per 7/10 giorni, Biocarbone Plus ( che non ho ancora acquistato perchè c'è scritto che contiene proteine del latte, quindi non so come comportarmi ) e Lactigest al bisogno e da prendere tutte le sere prima delle mie pillole finchè la ginecologa e il neurologo non mi cambiano le cure.

Ho però alcuni dubbi e provo a chiedere a voi se potete aiutarmi a fare chiarezza.

- Assumendo Lactigest ogni sera prima delle pillole non avrò effetti collaterali o pian piano mi farà sempre meno effetto?

Nel bugiardino c'è scritto che posso assumerne fino 12 al giorno, ma per quanti giorni? non c'è un limite o un massimale d'assunzione ?

Inoltre c'è scritto che 1 pillola copre fino a 100 ml di lattosio.. ma come posso sapere quante prenderne prima di mangiare per esempio una lasagna o una pizza ?

Se sono al ristorante e prendo più portate, dovrò assumere una pillola prima di ogni piatto o hanno una copertura di tempo sufficiente per coprirmi per la durata di un pasto di almeno un paio d'ore ?

- Ho letto che molto spesso questa intolleranza è momentanea, come posso capire se anche la mia lo è o è definitiva ?

- Posso assumere il Biocarbone plus anche se contiene proteine del latte ?

- nel periodo di " disintossicazione " è meglio non assumere prodotti senza lattosio ( la gastroenterologa non me lo ha specificato ), perchè ?

C'è differenza nelle diciture : DELATTOSATO, SENZA LATTOSIO E SENZA LATTE ? Quali tra questi prodotti posso assumere ora e in futuro ?

- Quali formaggi posso mangiare ? e sopratutto per quanto concerne il grana deve avere una particolare stagionatura per poterlo assumere tranquillamente ?

Ora che sto facendo il periodo di disintossicazione devo evitare anche il grana sulla pasta ?

- dopo il periodo di " disintossicazione " si può piano piano reintegrare il lattosio e avere una soglia personale di tollerabilità, ma la gastroenterologa mi ha detto che io non potrò più assumerlo per tutta la vita. E' normale ?

Vi ringrazio anticipatamente per il vostro tempo
Spero possiate essermi di aiuto
Cordiali saluti e buona giornata
 
WB895
Esperto di ABCsalute.it
Avatar utente
Messaggi: 198
segua con estrema cura ed attenzione le indicazioni della gastroenterologa, che è stata accurata ed esaustiva. Eviti il fai-da-te e si tenga in costante contatto con la gastroenterologa.
ordiali saluti

_________________
Prof. Dr Michele Lomuto
    71043 Manfredonia
    Via S. Restituta. 7
    Tel.0884.512368
    mikylomuto@gmail.com
http://www.michele-lomuto.abcsalute.it
 
Prof. Aiuti
Esperto di ABCsalute.it
Avatar utente
Messaggi: 21
Le risponderò sui punti in generale e non singoli che entrano nel merito delle terapie o diete di altri coleghi,anche per problemi dispazio E' probabile che parte dei suoi disturbi non siano causati tutti da intolleranza al lattosio in particolare se con la dieta priva di latte o conlate digerito da alatasi persistono nel tempo dopo due mesi .Chieda al suo gastroenterologo se ci sono problemi internistici o di altra natura ,non ritengo altri disturbi legati a problemi alimentari. Il latte delattosato significa che è stato trattato con enzimi (lattasi) che hanno digerito il latte,il latte senza lattorio non esiste se non delattosato.La dieta senza latte significa che questo alimento non c'è nella dieta. Per quanto riguarda i problemi dele quantità di latte anche in caso di grave intoleranza si consiglia di escludere latte o usare latte digerito con latosio (zymil) ma non ci si deve preocupare delle tracce di lattosio eventualmente presnte i altri alimenti. Il test positivo risulta nell 20-25 % dele persone ma non sempre corrisponde alla situazioe clinica della vera intolleranza,molto inferiore (< del 5 %). In caso di vera intolleranza si possono assumenre formaggi stagionati incluso parmigiano e yogurt perchè la quantità di lattosio è minima in questi alimenti.Si èa nche visto che la sospensione del latte per alcuni mesi e la sua graduale reintroduzine rende possibile una futura accetazione del latte senza problemi. Non consiglio farmaci per potere mangiare alcuni alimenti sostituibili con altri già trat ati(zymil). Pe rescludere che sci siano problemi allergici al latte e derivati esegua RAST per rproteine del latte e se negativo significa che non ha allergia a questo alimento .Si al bicarbonato bustine,non a farmaci a vita (lactigest).
Prof. F. Aiuti

_________________
Prof. Dr Fernando Aiuti
      00162 ROMA (RM)
      Largo Rodolfo Lanciani, 9
      06.86320312
      aiuti@fastwebnet.it
    http://www.abcsalute.it/esperti-della-salute/allergologo-prof-dr-fernando-aiuti.html
     
    3 messaggi
    Rispondi all’argomento


    Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  





    ESAMI O PRESTAZIONI MEDICHE CORRELATE

    Prick test

    Il Prick test è una prova diagnostica che si usa in allergologia per evidenziare la presenza di allergie sia alimentari che per inalazione. L’allergia è un segnale forte da parte dell’organismo che ...

    Breath test per intolleranza al lattosio

    L'intolleranza al lattosio è causata dalla mancanza dell'enzima lattasi a cui è deputata la scissione del lattosio nei due zuccheri dal quale è composto: glucosio e galattosio. I sintomi dell'intoller...







    NOTIZIE PER LA SALUTE

    Intolleranza al lattosio

    Incapacità di digerire il lattosio dovuta alla carenza di lattasi, l'enzima che scinde il lattosio (...

    Breath test per intolleranza al lattosio

    L'intolleranza al lattosio è causata dalla mancanza dell'enzima lattasi a cui è deputata la scission...

    Intolleranza al lattosio: intolleranza alimentare al lattosio Intolleranza al lattosio: intolleranza alimentare al lattosio

    Tra le principali e più frequenti intolleranze alimentari riconosciute dalla comunità ...

    Intolleranza al lattosio: sì al gelato con moderazione Intolleranza al lattosio: sì al gelato con moderazione

    Chi convive con allergie e intolleranze alimentari deve conoscere con esattezza cosa può e non può m...



    TROVA LO SPECIALISTA

    Dr Francesco Furno

    L'Allergologo Furno di Torino è impegnato nelle terapie per le allergie r...



    ABCsalute S.r.l. ora axélero S.p.A. Copyright 2009 - 2019 ©Tutti i diritti riservati - C.F./Partita IVA IT 07731860966
    Sede Legale: via Cartesio, 2 20124 Milano - Cap. Soc. € 68.000,00 i.v - R.E.A. Milano n. 1978319 - N.Telefono +39 02 83623320 - info@axelero.it

    Aggiornato al 20/03/2017 - Il sito appartiene a un'azienda privata e si finanzia con gli abbonamenti dei medici inserzionisti