Home Comitato medico scientifico

Più informazione
più salute

SUGGERIMENTI Ricerca Nascondi suggerimenti
  • HOME
  • Blog
  • Gastrite in gravidanza: dieta e farmaci

Indietro

Gastrite in gravidanza: dieta e farmaci

Gastrite in gravidanza
Gastrite in gravidanza -ww.istockphoto.com






vota


Negli articoli precedenti abbiamo parlato diffusamente della gastrite nelle sue varie forme – nervosa, cronica o acuta – e oggi aggiungiamo un altro tassello al tema parlando della gastrite in gravidanza.

 

Perché la gastrite è frequente in gravidanza?

Durante i nove mesi di gestazione, il corpo della donna attraversa numerose fasi di trasformazione ormonale, fisiologica e fisica. La più evidente è senza dubbio l’aumento della pancia che di mese in mese cresce fino a diventare un pancione.

 

Man mano che il bambino cresce spinge sullo stomaco, più precisamente sulla valvola posta tra esofago e stomaco chiamata sfintere gastroesofageo e che ha la funzione di bloccare la risalita dei succhi gastrici. È una condizione diffusa nell’ultimo trimestre della gravidanza ma non mancano casi di reflusso gastrico all’inizio della gestazione.

 

A questa spiegazione fisica se ne aggiunge una ormonale. Il progesterone e altri ormoni prodotti dalla placenta rilassano la muscolatura liscia causando due conseguenze:

  • Attenuare le contrazioni uterine.
  • Rilassare i muscoli della valvola tra esofago e stomaco favorendo il passaggio dei succhi gastrici fino alla gola.

Da qui, la fastidiosa sensazione di bruciore alla bocca dello stomaco e gusto amaro in bocca.

 

Cosa mangiare per sopportare meglio la gastrite in gravidanza?

A meno che la donna non soffra già di reflusso gastroesofageo in condizioni normali, in questo caso la gastrite è un disturbo temporaneo legato alla gestazione e destinato a sparire con la nascita del bambino. Per trovare sollievo, basta modificare alcune abitudini alimentari.

 

La dieta adatta alla gastrite in gravidanza prevede:

  • Fumo e alcolici vietati più che mai.
  • Pasti leggeri e frequenti, almeno 5 volte al giorno, per non appesantire lo stomaco e rallentare la digestione.
  • Evitare cotture articolate come la frittura.
  • Preferire frutta e verdura non acida, dunque escludere agrumi, pomodori e spezie.
  • Bere tisane alla malva o camomilla per proteggere la mucosa dello stomaco.
  • Indossare abiti comodi e ampi che non stringano sulla pancia e lo stomaco.
  • Cenare 3 ore prima di coricarsi.
  • Dormire con testa e tronco leggermente sollevati rispetto al resto del corpo.

 

Quali farmaci si possono assumere?

Se gli accorgimenti a tavola non bastassero ad alleviare il disturbo, bisogna rivolgersi al proprio medico per sapere quali farmaci è sicuro assumere contro la gastrite in gravidanza.

 

Tra le indicazioni più frequenti figurano i medicinali alginati e antiacidi a base di alluminio, calcio o magnesio; mentre la ranitidina e l’omeprazolo sono i prodotti più specifici e potenti contro il bruciore di stomaco.

 

Se il medico stabilisce che la gastrite è causata dalla presenza di un batterio, per esempio l’Helicobacter Pylori, probabilmente prescriverà l’assunzione di un antibiotico a base di Amoxilina.


Nessun commento inviato


Lascia un commento

Comment form Prima di commentare leggi le Avvertenze di rischio e delle Condizioni d'uso del sito, è necessario prenderne visione

 Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione delle Avvertenze di Rischio  e del Trattamento dei dati.
*



Tutti i campi (*) sono richiesti




lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. ora axélero S.p.A. Copyright 2009 - 2020 ©Tutti i diritti riservati - C.F./Partita IVA IT 07731860966
Sede Legale: via Cartesio, 2 20124 Milano - Cap. Soc. € 68.000,00 i.v - R.E.A. Milano n. 1978319 - N.Telefono +39 02 83623320 - info@axelero.it

Aggiornato al 27/05/2020 - Il sito si finanzia con gli abbonamenti dei medici inserzionisti e non riceve finanziamenti dalla pubblicità o dalla visualizzazione di contenuti commerciali.
Il contenuto editoriale del sito non è influenzato dalle fonti di finanziamento.