Home Comitato medico scientifico

Più informazione
più salute

SUGGERIMENTI Ricerca Nascondi suggerimenti
  • HOME
  • Blog
  • Prevenire la disidratazione con l’integrazione idrosalina

Indietro

Prevenire la disidratazione con l’integrazione idrosalina

Integrare i sali minerali
Integrare i sali minerali - Fotolia






vota


A cura del Personal Trainer Andrea Frisina.

 

Mentre si svolge un’intensa attività fisica o quando si sta in un ambiente molto caldo, la temperatura corporea aumenta e la prima reazione dell’organismo è la vasodilatazione dei capillari periferici, necessaria per trasferire il calore verso la superficie corporea attraverso il sudore.

 

La sudorazione è un processo di termoregolazione corporea che permette all’organismo di abbassare la temperatura ma, al tempo stesso, il corpo espelle enormi quantità di acqua e sali minerali: il sudore è una soluzione salina contenente sali di sodio, cloro, potassio, magnesio, ferro, zinco e rame.

 

La perdita di liquidi e sali minerali in grandi quantità riduce le prestazioni fisiche, cognitive e intellettuali, perché la disidratazione si manifesta con difficoltà di concentrazione e attenzione, stanchezza eccessiva, tachicardia, nervosismo e riflessi rallentati.

 

Se non si rimedia in tempi brevi con l’integrazione idrosalina, la disidratazione può arrivare a livelli preoccupanti fino a determinare un colpo di calore, l’affaticamento muscolare e addirittura il collasso.

 

Per prevenire la disidratazione da attività fisica è necessario bere sia durante che dopo l’allenamento: durante l’attività fisica consiglio di bere spesso e a piccoli sorsi, per non avere mai quantità eccessive di liquidi nello stomaco; dopo l’allenamento, è indispensabile un adeguato reintegro delle perdite idrosaline per attivare un rapido processo di rigenerazione.

 

Le bevande più indicate per ristabilire l’equilibrio idrico-salino sono: l’acqua, specie con piccole aggiunte di sali minerali e carboidrati, e le bevande contenenti magnesio, potassio e un 6-7% di carboidrati, meglio se maltodestrine e fruttosio.

 

Il mio ultimo consiglio per la buona reintegrazione idrosalina è di bere le bevande anche quando non si ha lo stimolo della sete, in modo da prevenire la disidratazione, e di berle ad una temperatura massima di 4-5 °C: bevande troppo fredde potrebbero causare l’insorgenza di crampi e ritardare l’assorbimento.

 

Hai bisogno di altri consigli e approfondimenti? Contattami sul mio sito.


Nessun commento inviato


Lascia un commento

Comment form Prima di commentare leggi le Avvertenze di rischio e delle Condizioni d'uso del sito, è necessario prenderne visione

 Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione delle Avvertenze di Rischio  e del Trattamento dei dati.
*



Tutti i campi (*) sono richiesti




lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. ora axélero S.p.A. Copyright 2009 - 2019 ©Tutti i diritti riservati - C.F./Partita IVA IT 07731860966
Sede Legale: via Cartesio, 2 20124 Milano - Cap. Soc. € 68.000,00 i.v - R.E.A. Milano n. 1978319 - N.Telefono +39 02 83623320 - info@axelero.it

Aggiornato al 23/09/2019 - Il sito appartiene a un'azienda privata e si finanzia con gli abbonamenti dei medici inserzionisti