Indietro

Dott.ssa Paola Vinciguerra

Psicologia

Menu
laurea

    1980 - Laurea in Psicologia - indirizzo applicativo (Roma)

    Iscrizione all'albo

    08/11/1990 - Albo degli Psicologi del Lazio (Ordine degli Psicologi del Lazio) n. 1943

    Abilitazione

    Esercizio dell'attivita psicoterapeutica


Instant Therapy facili esercizi contro lo stress

Scritto da
Dott.ssa Paola Vinciguerra

Pubblicato il
04/04/2011

L'Instant Therapy. Se parliamo di stress e non parliamo di patologia, la Dott.ssa Paola Vinciguerra con Eurodap ha addirittura messo in campo un protocollo di " instant therapy " di 12 ore.

A una persona semplicemente stressata, che non presenti quindi tutta una serie di patologie, potrebbe bastare un corso di 12 ore perché acquisisca degli strumenti che le permettano nel suo quotidiano di cominciare a riorganizzare la propria vita per eliminare lo stress.

Infatti alla persona non si toglie lo stress ma le vengono dati degli strumenti da portare nella sua realtà che, se li applica, la mettono in grado di eliminare lo stress dalla propria esistenza e fare una vita sicuramente competitiva, sicuramente gratificante ma non più tesa sempre a raggiungere un risultato, a non deludere, ad accontentare, a dimostrare, perché poi il motivo dello stress nasce da qui.

 

Il manuale " Instant Therapy ". L'atteggiamento focalizzato nel libro " Instant therapy " è quello di poter trasmettere al lettore la capacità di individuare e superare le sue difficoltà.

Il libro è da considerarsi un manuale che l'autrice definisce come un "libro americano scritto da un'italiana" perché ha l'approccio americano ma con una profondità scientifica che a suo parere gli americani non hanno.

La finalità del libro è proprio quella di dare al lettore la possibilità di affrontare la propria realtà, attraverso la lettura e poi anche con l'applicazione degli esercizi suggeriti; infatti la seconda parte è tutta costituita da esercizi che vanno applicati ovviamente nella vita del lettore.

Quando la Dott.ssa Vinciguerra presenta il suo libro dice sempre che è un libro che va letto e poi va riletto e usato nella propria vita assorbendone i contenuti attraverso l'applicazione.

È quindi un libro che può efficacemente aiutare la persona sia a conoscere meglio sé stesso, con i suoi punti di forza e i suoi punti di fragilità, e sia ad avere un rapporto migliore con sé stesso e quindi con la sua realtà.

 

Il ruolo femminile e il ruolo maschile. La donna ha tanti ruoli da rivestire. Deve far fronte a molte più richieste di quanto non debba fare l'uomo.

Indubbiamente abbiamo una società organizzata ancora in ruoli che non sono in equilibrio ma sono rigidamente separati: il ruolo femminile e il ruolo maschile.

Prima l'uomo aveva lo stress di fare carriera e la responsabilità della famiglia dal punto di vista economico, mentre la donna aveva quello di accudire la famiglia, anche sostenuta tra l'altro dalla famiglia di origine.

Oggi, con l'evoluzione sociale, la donna si impegna, la donna studia, la donna vuole far carriera e si trova quindi a rivestire il ruolo che prima era prettamente maschile ma le è rimasto concretamente anche quello che è il ruolo di cura e di attività domestica.

 

Lo stress della donna. Gli uomini tutt'al più "aiutano" ma questo concetto fa capire che essi hanno molta difficoltà a modificare il proprio ruolo maschile che è stato codificato in un certo tipo di comportamenti. Quindi tutt'al più "aiutano".

Nel caso dell'uomo ci troviamo di fronte a una modificazione che sarà molto lenta nel tempo, mentre la donna, da parte sua, ha il problema di abdicare a quelli che sono i ruoli che fino ad oggi, per cultura, per rituali, le sono stati tramandati, il che la può far sentire in colpa.

Quindi il grosso impegno e il senso di colpa la sovraccaricano e questo sovraccarico aumenta i suoi livelli di stress.

 

Le terapie di coppia. Dato che lo stress riguarda l'essere umano nel suo complesso non esistono terapie differenziate per l'uomo e per la donna.

La Dott.ssa Vinciguerra tiene infatti dei corsi post partum che sono diretti alla coppia perché il problema post partum non riguarda soltanto la donna ma la dinamica di coppia e quindi è necessaria la presenza anche dell'uomo, soprattutto con una finalità di prevenzione perché ormai esiste una depressione post partum anche degli uomini; questo perché spesso gli uomini sono completamente destrutturati nel ruolo.

Esistono quindi delle terapie che non riguardano solo la donna ma alle quali accedono le donne più frequentemente degli uomini.

Infatti è vero che le donne sono sovraccaricate ma è vero anche che esse non sono state educate, almeno fino a ieri, a dire con decisione che non hanno mai bisogno di nulla perché devono essere forti, mentre così sono stati educati gli uomini che hanno quindi più difficoltà a chiedere aiuto o ad accettare di avere un disagio.



clicca per votare






Commenti

Attenzione per poter inviare il tuo commento devi effettuare l'accesso con le tue credenziali oppure Registrati
Commenta anche tu
lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. ora axélero S.p.A. Copyright 2009 - 2019 ©Tutti i diritti riservati - C.F./Partita IVA IT 07731860966
Sede Legale: via Cartesio, 2 20124 Milano - Cap. Soc. € 68.000,00 i.v - R.E.A. Milano n. 1978319 - N.Telefono +39 02 83623320 - info@axelero.it

Aggiornato al 14/11/2019 - Il sito si finanzia con gli abbonamenti dei medici inserzionisti e non riceve finanziamenti dalla pubblicità o dalla visualizzazione di contenuti commerciali.
Il contenuto editoriale del sito non è influenzato dalle fonti di finanziamento.