Indietro

Prof. Dr Stefano Bellentani

Medico Chirurgo Specializzato in Gastroenterologia ed Epatologia

Menu
laurea

    18/07/1979 - MEDICINA E CHIRURGIA (MODENA)

    Iscrizione all'albo

    17/12/1979 - Albo Provinciale dei Medici Chirurghi di MODENA (Ordine della Provincia di MODENA) n. 0000002811

    Specializzazione

    22/11/1983 - GASTROENTEROLOGIA ED EDNDOSCOPIA DIGESTIVA

    12/11/1990 - SCIENZA DELL'ALIMENTAZIONE

    07/09/1988 - DOTTORATO DI RICERCA IN SCIENZE EPATOLOGICHE

     

    Abilitazione

    1979 /1  - Medicina e Chirurgia (MODENA)


CURRICULUM

Curriculum e Titoli Professionali

Laurea in: Medicina e chirurgia, conseguita il 18/7/1979 con 110/110 e lode.

Specializzazione in: Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva, conseguita il 22/11/1983.
Specializzazione in: Scienze dell'Alimentazione e Dietetica, conseguita il 12/11/1990.
Dottorato di Ricerca in: Scienze Epatologiche, conseguito il 7/9/1988.
Professore a Contratto in: Metodologia Diagnostica Molecolare, nel Corso di Diploma Universitario per "Tecnico di laboratorio biomedico, indirizzo di Biochimica Clinica" dell'Università degli Studi di Trieste, dal 1994 al 1997.
Professore a Contratto in: Nutrizione e Dietetica Umana, presso la Scuola di Specializzazione di Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva dell'Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia, dal 1993 a tutt'oggi.
Professore a Contratto in: Sport-terapia, presso la Scuola di Specializzazione di Medicina dello Sport dell'Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia, dal 2003 a tutt'oggi.
Posizione attuale: Responsabile Centro Studi Nutrizione e Fegato - Azienda USL di Modena - Convenzionato Specialista Gastroenterologia-Epatologia Ospedale "Ramazzini" di Carpi (Modena).

Il Dott. Stefano Bellentani

Dal 1982 al 1984, dopo aver vinto una borsa di studio Fulbright, ha svolto lavoro di ricerca nel campo del trasporto delle molecole attraverso il fegato presso la Unità di Gastroenterologia del Veteran Administration Hospital di San Diego, Università della California, USA.
Dal 1979 al 1981 ha lavorato presso il Pronto Soccorso del Policlinico di Modena e dell'Ospedale di Carpi.
Dal 1981 al 1983 ha esercitato la professione di medico di medicina generale presso la città di Campogalliano (Modena).

Dal 1983 a tutt'oggi esercita la professione di specialista gastroenterologo convenzionato con l'Azienda USL di Modena presso l'Ospedale di Carpi (Modena) oltre ad esercitare libera professione presso il suo studio a Modena.
È cofondatore, assieme al Prof. Claudio Tiribelli, Professore Ordinario di Biochimica Clinica presso l'Università di Trieste, del Fondo per lo Studio delle Malattie del Fegato, primo ente morale per lo studio delle malattie di fegato in Italia, diventata ONLUS (Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale) dal 1994 di cui, dal 1992 al 2003 è stato Presidente del Comitato Scientifico.

Dal 1993 al 1997 ha fatto parte quale rappresentante dei medici specialisti del territorio dell'Azienda USL di Modena della Commissione della Direzione Sanitaria dell'Azienda USL di Modena.
Dal 1996 al 1999 è stato Segretario dell'Ordine dei Medici-Chirurghi ed Odontoiatri della Provincia di Modena con funzioni di organizzazione del personale, responsabile dell'ufficio stampa e responsabile della formazione continua del personale sanitario.
In questo periodo ha messo a punto e sperimentato sul campo un sistema di crediti formativi (ECM) che poi è stato in parte ripreso dall'Assessorato Regionale alla Sanità dell'Emilia Romagna e dal Ministero della Sanità.
Dal 2005 a tutt'oggi è Presidente del Comitato Scientifico dell'Associazione "Amici del Fegato-ONLUS" da lui fondata. Per maggiori informazioni visita anche: www.amicidelfegato.it
Dal 2007 a tutt'oggi è Direttore-Responsabile del Centro Studi Fegato, struttura nata tra una convenzione tra "Amici del Fegato-ONLUS" e Azienda USL di Modena e operante principalmente nei distretti sanitari dell'area Nord (Carpi e Mirandola).
Dal 2008 a tutt'oggi è membro del Comitato Scientifico della prima Fondazione Italiana per lo Studio delle Malattie del Fegato che ha contribuito a fondare e che ha sede presso il Centro Studi Fegato a Trieste (Bassovizza). Vedi anche per informazioni: www.fegato.it

Ha ideato un grosso lavoro di ricerca epidemiologico, denominato "Progetto Dionysos", che è stato realizzato nell'arco di più di 10 anni portando a termine un ampio screening sulla salute di tutti i cittadini di Campogalliano (Modena) e Cormons (Gorizia), e raccogliendo importanti informazioni sui rapporti fra virus, alimentazione e malattie del fegato.
Il progetto è stato realizzato con fondi raccolti nel pubblico (tra cui l'Assessorato alla Sanità della Regione Emilia Romagna e della Regione Friuli-Venezia Giulia) e nel privato, ed è unico al mondo.
Negli ultimi 10 anni i risultati scientifici di questo progetto, oltre ad avere una ricaduta sulla pratica clinica quotidiana in termini di prevenzione e cura dei disturbi di fegato, sono stati comunicati nei più importanti congressi scientifici internazionali e pubblicati sulle più importanti riviste scientifiche del settore che hanno avuto ampia risonanza internazionale nel mondo della ricerca medico-scientifica.
Grazie a ciò il Dott. Bellentani è diventato un grosso esperto mondiale di epidemiologia clinica, spesso chiamato per consulenza non solo in Italia, ma in altri paesi del mondo.

È stato relatore di numerosi seminari in Italia ed all'estero presso vari istituti clinici ed universitari e di più di 100 comunicazioni a Congressi Nazionali ed Internazionali.
Ha vinto il premio internazionale Sheila Sherlock per la miglior presentazione orale (Progetto Dionysos) al Congresso biennale dell'Associazione Internazionale per lo Studio delle Malattie del Fegato (IASL, Cancun, Messico, maggio 1994).

È reviewer per molti giornali scientifici internazionali (tra cui Gastroenterology, J.of Hepatology, Gut, Hepatology, Digestive Disease and Science, Digestive and Liver Disease, AlimentaryPharmacology and Therapeutics, etc) e Referee per il Comitato Scientifico della Third World Academy of Science.
Dal 2000 fa parte del Comitato Scientifico e di Redazione della rivista medico-scientifica: "Alimentazione e Prevenzione".
È Associate Editor del "World Journal of Gastroenterology" e di "Annals of Hepatology".

È membro delle seguenti associazioni scientifiche:
Associazione Italiana per lo Studio del Fegato (AISF); American Association for the Study of Liver Diseases (AASLD), USA; European Association for the Study of the Liver (EASL); American Gastroenterology Association (AGA); International Association of Liver Diseases (IASL); Società Italiana di Ultrasonologia Medico-Biologica; Società Italiana di Gastroenterologia (SIGE).

Globalmente è autore, tra pubblicazioni su riviste internazionali e nazionali, e capitoli di libri di 124 pubblicazioni a stampa, di cui, in dettaglio: 66 pubblicazioni su riviste internazionali (impact factor totale = 354) e 20 su riviste a diffusione nazionale; 38 capitoli di libri, di cui 12 a diffusione internazionale, e 26 a diffusione nazionale.
Inoltre è autore di 80 comunicazioni selezionate e presentate in congressi nazionali ed internazionali e pubblicate sotto forma di abstracts in varie riviste.

Le esperienze e le professionalità acquisite in questi anni fanno del Dott Stefano Bellentani, oltre che un ottimo clinico nei campi della epatologia, gastroenterologia e nutrizione, senza dubbio uno tra i più grossi ricercatori ed esperti nazionali di epidemiologia clinica, di formazione ed organizzazione in campo socio-sanitario.

Elenco delle dieci migliori pubblicazioni degli ultimi anni:

  1. P.Dominici, S.Bellentani, A.R. Di Biase, G.Saccoccio, A.Le Rose, F.Masutti, L.Viola, F.Balli, C.Tiribelli, R.Grilli, M.Fusillo, E.Grossi. "Familial clustering of Helicobacter pylori infection: population based study." Br. Med.J. 1999; 319:537-54.

  2. S.Bellentani, G.Saccoccio, F.Masutti, L.S.Crocè, G.Brandi, F.Sasso, G.Cristianini, C.Tiribelli. "Prevalence of and risk factors for hepatic steatosis in Northern Italy." Ann.Int.Med. 2000; 132:112-117.

  3. S.Bellentani and C.Tiribelli. The spectrum of liver disease in the general population: lesson from the Dionysos study. J. Hepatol., 2001; 35:531-537.

  4. S.Bellentani, G.Bedogni, L.Miglioli and C.Tiribelli. The epidemiology of fatty liver. Eur.J.Gastroenterol. & Hepatol. 2004; 16 (11): 1087-1094.

  5. G.Bedogni , L.Miglioli, F.Masutti, C.Tiribelli, G.Marchesini, and S.Bellentani. Prevalence of and risk factors for non alcoholic fatty liver disease: the dionysos nutrition and liver study. Hepatology, 2005, 42 : 44-53.

  6. G.Bedogni, S.Bellentani, L.Miglioli, F.Masutti, M.Passalacqua, A.Castiglione, C.Tiribelli. The Fatty Liver index: a simple and accurate predictor of hepatic steatosis in the general population. BMC Gastroenterol 2006 Nov 2;6(1): 33.

  7. G.Bedogni, L.Miglioli, F.Masutti, A.Castiglione, L.S.Crocè, C.Tiribelli, and S.Bellentani. Incidence and natural course of fatty liver in the general population: the Dionysos study. Hepatology 2007, 46:1387-1391.

  8. S.Bellentani, R.Dalle Grave, A.Suppini, G.Marchesini, and the Fatty Liver Italian Network (FLIN). Behavior Therapy for Nonalcoholic Fatty Liver Disease: The Need for a Multidisciplinary Approach. (Review). Hepatology 2008;47: 746-754.

  9. Bellentani S, Bedogni G, Tiribelli C. Liver and hearth: a new link? J.Hepatol. 2008; 49: 299-302.

  10. Bedogni G, Miglioli L, Masutti F, Ferri S, Castiglione A, Lenzi M, Crocè LS, Granito A, Tiribelli C, Bellentani S. Natural Course of Chronic HCV and HBV Infection and Role of Alcohol in the General Population: The Dionysos Study. Am J Gastroenterol. 2008; 103: 1-6.

lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. - Registrazione al Tribunale di Milano n. 491 del 24.07.2008 - Copyright 2008-2016
© Tutti i diritti riservati - P.I. 06355610962 - Per Informazioni 02.97383387 - info@abcsalute.it - Direttore

Società a socio unico, soggetta a direzione e coordinamento da parte di axélero S.p.A

Progetto di fusione per incorporazione di abcsalute s.r.l. in axélero S.p.A. ai sensi degli artt. 2501-ter e 2505 c.c.

Aggiornato al 04/12/2016