Indietro

Dr Annalisa Pizzetti

Medico Chirurgo Specialista in Dermatologia e Venereologia

Menu
laurea

    02/11/1988 - Medicina e Chirurgia (Roma)

    Iscrizione all'albo

    12/07/1989 - Albo Provinciale dei Medici Chirurghi di Roma (Ordine della Provincia di Roma) n.40841

    Specializzazione

    04/12/1992 - Dermatologia e Venereologia N.O.

    Abilitazione

    1988 /1 - Medicina e Chirurgia (Roma)


Il peeling venezuelano o Dermomelan adatto a tutti i fototipi

Scritto da
Dr Annalisa Pizzetti

Pubblicato il
27/03/2013

Il peeling venezuelano porta il nome di Dermomelan.

 

Il peeling superficiale. Poiché i peeling superficiali ad esempio non sono efficaci sulle macchie, se si vuole agire su macchie profonde è necessario ricorrere a peeling più radicali che raggiungano gli strati più profondi dell’epidermide.
Si deve quindi ricorrere a un peeling medio o al Dermomelan.

 

Il peeling venezuelano. I peeling di solito contengono una piccolissima parte di acido retinoico anziché glicolico.
Il Dermomelan, a differenza del peeling medio, contiene molto più acido retinoico che è quella sostanza
che provoca il cosiddetto “frost” , cioè un’esfoliazione immediata.
Va ricordato che il Dermomelan è compatibile con tutti i tipi di fototipo.

 

L’idrochinone. Nel protocollo del Dermomelan, cosa molto importante, è previsto l’uso domiciliare di una crema che contiene dell’idrochinone.
L’idrochinone è la vera molecola schiarente che può essere prescritta solo dal dermatologo.
Nella prescrizione del dermatologo è compresa questa crema galenica che, una volta applicata, procederà a schiarire l’epidermide subito dopo il peeling.

 

Quando la pelle è scura. È bene considerare con attenzione che i soggetti con la pelle scura hanno una quantità elevata di melanina nello strato basale che reagisce agli stress cutanei (p. es. cicatrici o abrasioni) formando delle macchie.
È quindi necessaria la massima attenzione nel caso di peeling profondi per questi pazienti o per lo meno è indispensabile prepararli almeno due mesi prima con una buona crema alla vitamina C che ferma l’iperstimolazione della melanina che avviene con lo stress cutaneo.
Quando il paziente fa il peeling è chiaro ma quando prenderà il sole, anche a distanza di 3-4 mesi, c’è il rischio che si pigmenti ancora di più.
Quindi questa è una cosa importantissima perché c’è sempre il rischio della pigmentazione.



clicca per votare






Commenti

Attenzione per poter inviare il tuo commento devi effettuare l'accesso con le tue credenziali oppure Registrati
Commenta anche tu
lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. ora axélero S.p.A. Copyright 2009 - 2019 ©Tutti i diritti riservati - C.F./Partita IVA IT 07731860966
Sede Legale: via Cartesio, 2 20124 Milano - Cap. Soc. € 68.000,00 i.v - R.E.A. Milano n. 1978319 - N.Telefono +39 02 83623320 - info@axelero.it

Aggiornato al 18/11/2019 - Il sito si finanzia con gli abbonamenti dei medici inserzionisti e non riceve finanziamenti dalla pubblicità o dalla visualizzazione di contenuti commerciali.
Il contenuto editoriale del sito non è influenzato dalle fonti di finanziamento.