Indietro

Dr Annalisa Pizzetti

Medico Chirurgo Specialista in Dermatologia e Venereologia

Menu
laurea

    02/11/1988 - Medicina e Chirurgia (Roma)

    Iscrizione all'albo

    12/07/1989 - Albo Provinciale dei Medici Chirurghi di Roma (Ordine della Provincia di Roma) n.40841

    Specializzazione

    04/12/1992 - Dermatologia e Venereologia N.O.

    Abilitazione

    1988 /1 - Medicina e Chirurgia (Roma)


Ossigeno terapia: trattamento iperbarico per la cura e la rigenerazione del viso

Scritto da
Dr Annalisa Pizzetti

Pubblicato il
27/03/2013

L’applicazione dell’ossigeno iperbarico è un argomento di attualità che interessa un po’ tutti.

 

La camera iperbarica. Quando un paziente esce si è notato che ha la pelle molto ossigenata e rigenerata.
Da questo risultato si è preso spunto per usare l’ossigeno iperbarico anche per il viso e per l’estetica, in maniera da ossigenare i tessuti.

 

La produzione di ossigeno iperbarico. E in effetti è stato brevettato un macchinario che produce ossigeno iperbarico (che è semplicemente ossigeno a una pressione superiore a quella atmosferica) e ha un manipolo che lo veicola e lo insuffla nella pelle del viso migliorando con l’ossigenazione il microcircolo e donando luminosità.

 

L’acido ialuronico. Il segreto non è solo l’ossigeno ma il fatto che viene spruzzato sulla cute l’acido ialuronico a basso peso molecolare.
L’ossigeno infatti, creando una specie di cuscinetto, permette di veicolarlo nell’epidermide permeandola completamente.
Si ottiene così un bellissimo effetto idratante, perché la pelle è come se venisse rigonfiata da questo trattamento.

 

Le rughe. Questo trattamento non elimina le rughe, infatti anche agendo sul solco della ruga si nota che non si ottiene un sensibile miglioramento.
Sulle rughe bisogna agire con i filler perché è necessario creare un sostegno interno sottocutaneo là dove il tessuto si è abbassato formando la ruga.
Non bisogna quindi dire alla paziente “le tolgo la ruga” ricordandole d’altro canto che quando si elimina la ruga naso-labiale, ad esempio, il resto del viso non lo si tratta e se la pelle è un po’ avvizzita, a corteccia, così rimane.

 

I risultati. Il trattamento con l’ossigeno iperbarico determina un’ottima rigenerazione di tutta la cute del viso con un evidente effetto tonificante che fa da coadiuvante per gli altri trattamenti ed è ideale anche per chi ha paura di gonfiarsi sottoponendosi alle “punturine” dei filler.
Concludendo, devo dire che queste sedute di ossigeno danno un bell’aspetto di tonicità al viso, per cui è un trattamento che sta prendendo piede e i risultati sono davvero interessanti.

 

È un macchinarietto non molto grande, trasportabile che, semplicemente ed è una cosa molto banale, prende l’ossigeno atmosferico e lo porta ad alta pressione.



clicca per votare






Commenti

Attenzione per poter inviare il tuo commento devi effettuare l'accesso con le tue credenziali oppure Registrati
Commenta anche tu
lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. ora axélero S.p.A. Copyright 2009 - 2019 ©Tutti i diritti riservati - C.F./Partita IVA IT 07731860966
Sede Legale: via Cartesio, 2 20124 Milano - Cap. Soc. € 68.000,00 i.v - R.E.A. Milano n. 1978319 - N.Telefono +39 02 83623320 - info@axelero.it

Aggiornato al 14/10/2019 - Il sito appartiene a un'azienda privata e si finanzia con gli abbonamenti dei medici inserzionisti