Dr Paolo Santachè

Medico Chirurgo Specialista in Chirurgia Plastica

Menu
laurea

    Medicina e Chirurgia (1974)

    Specializzazione

    Chirurgia plastica (1977)

    Abilitazione

    Medicina e Chirurgia (1975)


Seno cadente come rimodellarlo

Scritto da
Dr Paolo Santachè

Pubblicato il
08/03/2011

Per rimodellare un seno cadente esiste la mastopessi.
L'intervento è praticamente un lifting, un sollevamento della mammella.

 

Un seno cadente rimodellato per diversi anni. L'importante è che la mastopessi venga eseguita ristrutturando veramente la ghiandola mammaria, ridandole una forma a cono invece che appiattita, agganciandola bene al muscolo pettorale e alla fine dell'intervento rimodellando la pelle.

 

Per un seno cadente non basta rimodellare la pelle. Non si deve pretendere, come purtroppo ancora succede, di dare la forma alla mammella modellando solo la pelle, che ha come funzione quella di coprire e non quella di sostenere.
Quindi o la ghiandola si sostiene da sola, e allora avremo un risultato che dura negli anni, oppure se invece ci affidiamo soltanto alla pelle, dopo un po' vedremo che la parte inferiore della mammella tende a riempirsi di tutto quello che si svuota della parte superiore e avremo di nuovo un seno che, è vero, avrà un capezzolo più sollevato, ma avrà tutta la ghiandola mammaria sotto l'aureola invece che distribuita in maniera armonica.

 

La sicurezza della mastopessi. È un intervento che, se fatto con le tecniche moderne conservative, non dà assolutamente problemi alla ghiandola mammaria e anch'esso, come l'impianto della protesi, consente di fare la diagnosi precoce dei tumori.
La mastopessi è risolutiva in tutti quei casi in cui, o per dimagrimento o in seguito a gravidanze, il seno si è afflosciato.

 

Mastopessi e protesi. Nel caso in cui il seno, oltre che essere sceso, si sia svuotato e quindi non abbia più il volume che deve essere utilizzato per ricostruire questa nuova mammella più alta, più bella, allora dovremo aggiungere l'impianto di una protesi; occorrerà allora fare una mastopessi ma, non avendo sufficiente tessuto per riempirla, la riempiremo con una protesi.

Quindi il sollevamento avverrà con la mastopessi ma il volume richiesto lo daremo con la protesi.



clicca per votare






Commenti

Attenzione per poter inviare il tuo commento devi effettuare l'accesso con le tue credenziali oppure Registrati
Commenta anche tu
lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. ora axélero S.p.A. Copyright 2009 - 2019 ©Tutti i diritti riservati - C.F./Partita IVA IT 07731860966
Sede Legale: via Cartesio, 2 20124 Milano - Cap. Soc. € 68.000,00 i.v - R.E.A. Milano n. 1978319 - N.Telefono +39 02 83623320 - info@axelero.it

Aggiornato al 23/08/2019 - Il sito appartiene a un'azienda privata e si finanzia con gli abbonamenti dei medici inserzionisti