Indietro

Prof. Dr Leonardo M. Fabbri

Medico Chirurgo Specializzato in Tisiologia e Malattie dello Apparato Respiratorio

Menu
laurea

    1972 - Medicina e Chirurgia

    Specializzazione

    1975 - Medicina del Lavoro

    1978 - Malattie dell'Apparato Respiratorio


L’asma è curata dallo pneumologo

L’asma può essere simulata da altre malattie che lo pneumologo conosce

Scritto da
Prof. Dr Leonardo M. Fabbri

Pubblicato il
08/08/2012

In due articoli precedenti abbiamo parlato delle crisi respiratorie nel paziente asmatico.

 

L’asma pediatrica. Nei bambini bisogna stare sempre molto attenti perché gli attacchi di asma sono spesso simulati dalle ricorrenti infezioni virali che sono sia la causa di episodi simil-asmatici e sia la causa della precipitazione dell'asma, che vanno attentamente valutati dallo pneumologo pediatrico.

Occorre infatti distinguere gli episodi asmatici riferiti solo alle infezioni virali che scompaiono con la crescita del bambino che diventa non-asmatico mentre in realtà non lo è mai stato; mentre il bambino che ha l'asma, e ha degli episodi asmatici scatenati dalle infezioni virali, rimane asmatico anche dopo e come tale va quindi curato da subito.

 

Le aggravanti dell’asma. Altro aspetto che può simulare un'asma grave o precipitarla è la presenza di un reflusso gastroesofageo che richiede quindi un workout (diagnostica) di tipo gastroenterologico.

Spesso in questi pazienti con asma grave, un po’ per la malattia e un po' per i farmaci ci possono essere delle modificazioni della personalità, che sono delle aggravanti significative.

Ad esempio l'ansia non causa l'asma ma può aggravarla nel senso che si creano dei circoli viziosi per cui il paziente, per la paura della mancanza di respirazione dovuta all'asma grave, tende ed essere ansioso e depresso e quindi deve essere curato anche per questi aspetti.

 

La terapia farmacologica. Sulla base di questo quadro generale, i farmaci che abbiamo a disposizione sono ormai ben consolidati, non danno infatti grossi problemi e nella maggioranza dei casi, possono essere usati a dosaggi relativamente modesti e questo uso regolare, anche in dosi molto piccole, permette di tenere sotto controllo l'asma che è una sindrome cronica il che significa che anche se il soggetto non è sintomatico la sindrome è tuttavia sempre presente. Quindi se la si tiene sotto controllo, si possono prevenire i farmaci che devono essere usati solo al momento del bisogno quando cioè sorge una crisi.

 

Le difficoltà terapeutiche. In pochissimi casi abbiamo delle forme di asma che nonostante tutto questo non rispondono ad alcuna terapia e sono gravi.

Occorre allora essere un po' più aggressivi nella diagnostica, perché varie possono essere le cause che simulano l’asma, come:

- una disfunzione delle corde vocali

- la presenza di corpi estranei

- tumori a sviluppo endobronchiale.

Per quanto riguarda gli anziani bisogna stare attenti perché gli attacchi di asma sono molto simili alle manifestazioni dello scompenso cardiaco che va escluso e quindi va fatto un workout cardiologico.

In questi pochi casi bisogna quindi che lo pneumologo sia  molto più accurato perché spesso questi pazienti con asma grave che insorge nell’adulto hanno anche alterazioni delle alte vie respiratorie come ad esempio la rinite cronica, la sinusite cronica, i polipi nasali o sono intolleranti a farmaci o a sostanze ambientali.

Queste situazioni richiedono uno studio approfondito da parte di reparti specialistici che siano in grado di identificare le eventuali cause di queste forme refrattarie di asma.



clicca per votare






Commenti

Attenzione per poter inviare il tuo commento devi effettuare l'accesso con le tue credenziali oppure Registrati
Commenta anche tu
lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. ora axélero S.p.A. Copyright 2009 - 2020 ©Tutti i diritti riservati - C.F./Partita IVA IT 07731860966
Sede Legale: via Cartesio, 2 20124 Milano - Cap. Soc. € 68.000,00 i.v - R.E.A. Milano n. 1978319 - N.Telefono +39 02 83623320 - info@axelero.it

Aggiornato al 23/10/2020 - Il sito si finanzia con gli abbonamenti dei medici inserzionisti e non riceve finanziamenti dalla pubblicitĂ  o dalla visualizzazione di contenuti commerciali.
Il contenuto editoriale del sito non è influenzato dalle fonti di finanziamento.