Indietro

Prof. Dr Andrea Cusumano

Medico Chirurgo specialista in Oftalmologia

Menu
laurea

    29/11/1984 - Medicina e Chirurgia (Roma)

    Iscrizione all'albo

    27/06/1985 - Albo Provinciale dei Medici Chirurghi di Roma (Ordine della Provincia di Roma) n.36084

    Specializzazione

    15/07/1988 - Oftalmologia

    Abilitazione

    1985 /1 - Medicina e Chirurgia (Roma)


Degenerazione della macula: un nuovo approccio

Scritto da
Prof. Dr Andrea Cusumano

Pubblicato il
27/09/2010

Degenerazione della macula. Cosa fare. Abbiamo questo mezzo nuovissimo, non applicato ancora, rappresentato dalla genetica. 

 

La genetica, permettendo di individuare i pazienti nei quali sono state trasferite delle mutazioni dai genitori ai figli, consente di mettere in atto, magari con venti anni di anticipo, dei cambiamenti sia a livello nutrizionale sia a livello occupazionale e quindi ambientale. 

 

È possibile quindi offrire al paziente una sorta di supplemento a livello oculare utilizzando tra l'altro dei prodotti farmacologici che rappresentano dei filtri naturali che l'occhio ha già.

Si tratta di pigmenti naturali, che magari sono presenti ma in quantità insufficiente, e quindi si incrementano per via esterna nella speranza di rallentare in tal modo, magari per qualche decade, la comparsa della degenerazione della macula.

Questo in attesa che nel frattempo si presenti qualche altro rimedio pratico e risolutivo per debellare la malattia. 

 

Degenerazione della macula. Il nuovo approccio. Questo tipo di approccio si chiama farmaco genomica o farmaco genetica, ovvero utilizzo dell'informazione genetica non per sentirsi condannati, o non assolti, dall'avere una malattia negli anni ma per utilizzare le informazioni che ci dà la genetica oggi e cercare, perché nel caso nella maculopatia si può fare, di modificare i parametri di vita ambientali e nutrizionali introducendo una terapia farmacologica vent'anni prima per ritardare, quanto più possibile, l'insorgenza della malattia stessa.



clicca per votare






Commenti

  • Avatar
    il 16/05/2014 00:00:00
    Andrea Cusumano ha commentato:

    Gent.mo/a Paziente, se la tipologia della maculopatia è esclusivamente miopica non esistono - allo stato attuale - farmaci in grado di ostacolarne la progressione. Altro sarebbe se fossimo in presenza di una degenerazione maculare legata all\'età (AMD) di tipo atrofico per la quale gli integratori hanno dimostrato di poterne ridurre la progressione. Se desidera in ogni caso rivalutare ulteriormente quanto sopra può fissare un appuntamento presso la mia Università (80 3333) precisando di volere essere visitato dal mio gruppo o c/o il mio studio professionale telefonando in questo caso alla mia Segreteria (06 320 0369) e menzionando di essere già stato/a ricontattato/a tramite e-mail. Indipendentemente da dove sarò lieto di incontrarla sperando di poterle essere di aiuto. Andrea Cusumano

    .

  • Avatar
    il 29/04/2014 00:00:00
    Giuliano Castelli ha commentato:

    Se una persona ha un inizio di macula miopica x ora stabile ci sono farmaci x bloccarla

    .

Attenzione per poter inviare il tuo commento devi effettuare l'accesso con le tue credenziali oppure Registrati
Commenta anche tu
lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. ora axélero S.p.A. Copyright 2009 - 2020 ©Tutti i diritti riservati - C.F./Partita IVA IT 07731860966
Sede Legale: via Cartesio, 2 20124 Milano - Cap. Soc. € 68.000,00 i.v - R.E.A. Milano n. 1978319 - N.Telefono +39 02 83623320 - info@axelero.it

Aggiornato al 25/02/2020 - Il sito si finanzia con gli abbonamenti dei medici inserzionisti e non riceve finanziamenti dalla pubblicità o dalla visualizzazione di contenuti commerciali.
Il contenuto editoriale del sito non è influenzato dalle fonti di finanziamento.