Indietro

Prof. Dr Andrea Cusumano

Medico Chirurgo specialista in Oftalmologia

Menu
laurea

    29/11/1984 - Medicina e Chirurgia (Roma)

    Iscrizione all'albo

    27/06/1985 - Albo Provinciale dei Medici Chirurghi di Roma (Ordine della Provincia di Roma) n.36084

    Specializzazione

    15/07/1988 - Oftalmologia

    Abilitazione

    1985 /1 - Medicina e Chirurgia (Roma)


Integratori per la vista come i carotenoidi: protezione dagli ultravioletti

Scritto da
Prof. Dr Andrea Cusumano

Pubblicato il
18/05/2011

Gli integratori per la vista. Si parla molto spesso di integratori per la vista ma va considerato che la maggior parte dei pazienti, anche se viene consigliato loro di assumere un integratore principalmente per ridurre l’incidenza della degenerazione maculare legata all’età, lo assume all’inizio e poi lo interrompe.

 

Un nome sbagliato. Questa trascuratezza nasce principalmente da una scarsa informazione da parte del medico sui reali principi attivi e sulla validità degli integratori per la vista.

Inoltre dipende anche dal fatto che c’è stato un errore di partenza, diciamo un  vizio iniziale, nel denominare molecole di così grande valore terapeutico.

Esse sono infatti potenti antiossidanti che contribuiscono fortemente a diminuire il rischio di progressione della degenerazione maculare al punto che non avrebbero dovuto essere chiamate integratori ma antidegenerativi. Il paziente in questo caso li avrebbe assunti con ogni probabilità in maniera continuativa comprendendone esattamente l’importante funzione positiva.

Purtroppo un vizio iniziale, determinato da coloro che hanno classificato questi prodotti come integratori alimentari, ha portato il paziente a dire “ma io ho una dieta equilibrata, mediterranea, mangio di tutto e quindi non prendo niente”.

 

Le sostanze protettive. Invece alcune sostanze come la Luteina o come anche la Xeaxantina hanno un compito fondamentale perché possono rappresentare per l’occhio una possibile protezione dai raggi ultravioletti al posto di quella innaturale degli occhiali da sole.

La Luteina e la Xeaxantina hanno infatti a livello maculare la funzione dei pigmenti con la capacità di esercitare una protezione attiva e continuativa anche contro parte dei raggi ultravioletti che, come ben sappiamo, hanno un ruolo chiave nello sviluppo negli anni della cataratta e naturalmente della degenerazione maculare legata all’età.

Si può quindi concludere che questi prodotti possono essere considerati come due filtri naturali che, con una dieta supplementata, possiamo inserire all’interno dell’occhio contro i raggi ultravioletti.

 

La Luteina e la Xeaxantina. Ricordiamo che la Luteina fa parte dei carotenoidi che in natura si trova ad esempio nelle zucchine, nei broccoli e nei piselli.

La Xeaxantina fa parte anch’essa dei carotenoidi che in natura si trova ad esempio negli spinaci, nel mais e nel tuorlo d’uovo.



clicca per votare






Commenti

Attenzione per poter inviare il tuo commento devi effettuare l'accesso con le tue credenziali oppure Registrati
Commenta anche tu
lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. ora axélero S.p.A. Copyright 2009 - 2020 ©Tutti i diritti riservati - C.F./Partita IVA IT 07731860966
Sede Legale: via Cartesio, 2 20124 Milano - Cap. Soc. € 68.000,00 i.v - R.E.A. Milano n. 1978319 - N.Telefono +39 02 83623320 - info@axelero.it

Aggiornato al 25/02/2020 - Il sito si finanzia con gli abbonamenti dei medici inserzionisti e non riceve finanziamenti dalla pubblicità o dalla visualizzazione di contenuti commerciali.
Il contenuto editoriale del sito non è influenzato dalle fonti di finanziamento.