Indietro

Prof. Dr Andrea Cusumano

Medico Chirurgo specialista in Oftalmologia

Menu
laurea

    29/11/1984 - Medicina e Chirurgia (Roma)

    Iscrizione all'albo

    27/06/1985 - Albo Provinciale dei Medici Chirurghi di Roma (Ordine della Provincia di Roma) n.36084

    Specializzazione

    15/07/1988 - Oftalmologia

    Abilitazione

    1985 /1 - Medicina e Chirurgia (Roma)


L’edema della macula oggi viene validamente curato

Scritto da
Prof. Dr Andrea Cusumano

Pubblicato il
18/05/2011

Fonti:

Per maggiori informazioni su ETDRS vedi link

La retinopatia diabetica complicata da edema della macula nel passato veniva trattata secondo le linee guida di uno studio multicentrico randomizzato condotto 30 anni fa negli Stati Uniti, che si chiamava ETDRS (Early Treatment Diabetic Retinopaty Study).

L'ETDRS aveva evidenziato che il trattamento laser focale o a griglia dell'edema maculare cistoide permetteva di ridurre la progressione dell'edema per il 50% dei pazienti. 

 

Un frammento di anticorpo decisivo. Ora questa terapia, sebbene non venga cancellata perché ha ancora una sua valenza storica e pratica, può essere integrata e di gran lunga superata.

Un tale risultato si ottiene con l'utilizzo di farmaci, di nuove molecole; i risultati dello studio sono stati pubblicati nel marzo 2011 e quindi si tratta di un'acquisizione recentissima.

Questa ricerca ha dimostrato che un frammento di anticorpo capace di legarsi e di bloccare il VEGF (Vascular Endothelial Growth Factor - "fattore di proliferazione vaso-endoteliale") e quindi un anti - VEGF, dotato di una fortissima proprietà anti essudativa, se iniettato nella camera vitrea può essere terapeuticamente decisivo nel far regredire l'edema.

Ricordiamo che la camera vitrea è quella porzione dell'occhio che ci dà il volume e all'interno della quale c'è una sostanza, chiamata corpo vitreo, formata da acido ialuronico, contenuto acquoso, proteine e cellule.

Inoltre l'anti - VEGF se iniettato costantemente con intervalli di un mese tra le singole somministrazioni fino ad un periodo di due anni, non soltanto non fa peggiorare l'edema della macula, e quindi la vista del paziente, non soltanto stabilizza la situazione iniziale quando è stata avviata la terapia mensile per i due anni, ma ha portato a un miglioramento di 15 lettere del tabellone che è stato presentato al paziente nel primo momento dell'esame oculistico e alla conservazione stabile delle15 lettere in più per tutti i due anni. 

 

Un trattamento rivoluzionario. Siamo quindi di fronte a una vera e propria rivoluzione nel trattamento dell'edema della macula, grave patologia diabetica.

Paragonabile per efficienza a quello che è successo dopo la scoperta della Penicillina da parte di Alexander Fleming: si tratta di un progresso di questa entità.

Eravamo consapevoli della validità di questa terapia, che veniva già utilizzata in maniera sporadica, ma senza le linee guida e senza gli studi multicentrici randomizzati di tale entità, valenza e continuità. 

 

La chirurgia oftalmica robotica. A proposito di questo tipo di terapia dell'edema della macula si può usare un termine provocatorio come "robotica", intendendo per chirurgia robotica non un intervento eseguito da un robot con le capacità di un Leonardo da Vinci, ma una chirurgia programmata con tutte le singole azioni che deve eseguire, come ad esempio nel caso del robot "dove deve andare", "quando si deve fermare", "se si deve spostare a destra o a sinistra"; una chirurgia fedele ai canoni previsti per la specifica terapia, che fa quindi esattamente quello che gli viene indicato e perciò raggiunge il massimo obiettivo e cioè il mantenimento o il miglioramento della vista del paziente.

Si può quindi sostenere che ciò che era stato intuito da tempo è stato ampiamente confermato da questo recente studio multicentrico randomizzato davvero importante.



clicca per votare






Commenti

Attenzione per poter inviare il tuo commento devi effettuare l'accesso con le tue credenziali oppure Registrati
Commenta anche tu
lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. ora axélero S.p.A. Copyright 2009 - 2018 ©Tutti i diritti riservati - C.F./Partita IVA IT 07731860966
Sede Legale: via Cartesio, 2 20124 Milano - Cap. Soc. € 68.000,00 i.v - R.E.A. Milano n. 1978319 - N.Telefono +39 02 84161616 - info@axelero.it

Aggiornato al 13/11/2018 - Il sito appartiene a un'azienda privata e si finanzia con gli abbonamenti dei medici inserzionisti