Indietro

Prof. Dr Giorgio Calabrese

Specialista in Scienze dell'Alimentazione

Menu
laurea

    09/11/1977 -Medicina e Chirurgia (Catania)

    Iscrizione all'albo

    10/03/1978 - Albo Provinciale dei Medici Chirurghi di ASTI (Ordine della Provincia di ASTI)

    Specializzazione

    09/07/1987 - Scienza dell'Alimentazione Indirizzo Nutrizionistico (Pavia)

    Abilitazione

    1977 /2  - Medicina e Chirurgia (Catania)


L’obesità può creare nella donna disturbi di fertilità e rischi d’aborto



Scritto da
Prof. Dr Giorgio Calabrese

Pubblicato il
01/07/2010

Fonti:

Pubblicato su Famiglia Cristiana - Luglio 2010

Obesità e fertilità. Appare evidente che l'obesità sia la causa di numerosi gravi problemi di salute.

A questo proposito è utile evidenziare i contenuti di una recente ricerca, condotta dai medici dell'Osservatorio Grana Padano, che dimostra come la crescita costante del numero delle donne affette da obesità in età fertile produca elevati rischi abortivi quando si interviene con la fecondazione assistita, oltre a disturbi della fertilità.

A questo proposito è facile constatare che tra i 30 e i 42 anni l'obesità risulta doppia rispetto ai livelli medi della popolazione in generale. Raggiunge infatti il 20% del target.

 

Obesità ed estetica. Suscita non poca meraviglia constatare come in una società nella quale domina il mito dell'apparenza in tutte le sue forme anche le più esasperate, le giovani donne siano scarsamente attente alla propria salute e nemmeno considerino importante il controllo e il miglioramento del loro aspetto esteriore, specie quello irrimediabilmente compromesso dall’obesità.

 

Una vita sana. La stessa ricerca rileva che circa il 75% delle donne intervistate non esercita un'attività fisica di tipo ginnico e presenta quindi un rapporto tra peso corporeo e altezza più elevato nei confronti delle donne fisicamente attive.

Quando una donna desidera un figlio deve rendersi conto che è essenziale adottare delle abitudini sane di vita che comprendono anche il corretto modo di cibarsi perché un regime dietetico corretto favorisce l’ovulazione e il concepimento riducendo nel feto il rischio di malattie gravi quali il diabete e le diverse patologie cardiovascolari.

 

Fertilità e dieta. I consigli dedicati alla donna, che si prepara a concepire un figlio, per evitare l’obesità sono:

    - fare attività fisica e controllare regolarmente il proprio peso con una bilancia elettronica

    - mangiare il pesce 2-3 volte alla settimana

    - strizzare del limone sulla verdura per assimilarne meglio il ferro

    - mangiare due porzioni di verdura e tre di frutta al giorno

    - assumere proteine vegetali, soprattutto legumi, 2-3 volte alla settimana

    - bere almeno 1 litro e mezzo d’acqua al giorno; meglio se è minerale e ricca di calcio

    - ridurre nella dieta i grassi animali

    - controllare gli zuccheri semplici

    - usare olio extravergine d'oliva a crudo per condire

    - evitare di usare grassi come la margarina e quelli di tipo idrogenato e frazionato.

In questo modo il rischio di obesità sarà nullo e la fertilità della donna darà i suoi giusti risultati.



clicca per votare






Commenti

Attenzione per poter inviare il tuo commento devi effettuare l'accesso con le tue credenziali oppure Registrati
Commenta anche tu
lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. ora axélero S.p.A. Copyright 2009 - 2020 ©Tutti i diritti riservati - C.F./Partita IVA IT 07731860966
Sede Legale: via Cartesio, 2 20124 Milano - Cap. Soc. € 68.000,00 i.v - R.E.A. Milano n. 1978319 - N.Telefono +39 02 83623320 - info@axelero.it

Aggiornato al 05/06/2020 - Il sito si finanzia con gli abbonamenti dei medici inserzionisti e non riceve finanziamenti dalla pubblicitĂ  o dalla visualizzazione di contenuti commerciali.
Il contenuto editoriale del sito non è influenzato dalle fonti di finanziamento.