Indietro

Prof. Dr Mario Carrabba

Medico Chirurgo Specializzato in Reumatologia

Menu
laurea

    24/11/1964 - MEDICINA E CHIRURGIA (MILANO)

    Iscrizione all'albo

    14/06/1965 - Albo Provinciale dei Medici Chirurghi di MILANO (Ordine della Provincia di MILANO) n. 12307

    Specializzazione

    07/07/1967 - CARDIO-REUMATOLOGIA (FERRARA)

    Abilitazione

    1965  - Medicina e Chirurgia (MILANO)


Le malattie autoimmuni rivelano disfunzioni del sistema immunitario

Le malattie autoimmuni sono dunque la conseguenza della risposta anomala del sistema immunitario

Scritto da
Prof. Dr Mario Carrabba

Pubblicato il
19/09/2012

Cosa sono le malattie autoimmuni. Sono un gruppo di malattie, causate da una reazione impropria del sistema immunitario; poiché sono abbastanza rare, vanno ricercate attentamente, ma in genere non occorre allarmarsi, perché anche se presenti, il controllo da parte del Reumatologo, ne previene o ne cura le possibili complicanze.

In ogni caso, tra i malati all’apparato locomotore, con dolori ai muscoli alle ossa e ai tendini, quelli che sono affetti da malattie autoimmuni non superano il 6-7%.

 

La genesi delle malattie autoimmuni. Noi abbiamo un sistema di difesa, che si chiama sistema immunitario, che provvede a gestire, combattendolo, tutto quello che è estraneo all’organismo e che vi penetra, a cominciare da germi e virus, ma anche agenti fisici come le radiazioni UV, che entrano nel nostro organismo e devono essere debellati al più presto, soprattutto se sono potenzialmente pericolosi come molti di loro.

Questo sistema è articolato in vari settori, come quello cellulare e quello umorale, che intervengono per potenziare al massimo le nostre difese.

Talvolta però il sistema immunitario  per ragioni genetiche o acquisite in un certo senso lavora troppo e si innervosisce, si fa “prendere la mano” e salta addosso, oltre che ai germi e ai virus, anche alle parti sane dell’organismo producendo sostanze potenzialmente tossiche (autoanticorpi) per alcuni organi e apparati normali. In pratica esso ha perso almeno in parte la capacità di riconoscere chimicamente ciò che è interno all’organismo da ciò che vi penetra dall’esterno.

Ecco spiegata la genesi delle malattie autoimmuni.

 

I perché del sistema immunitario alterato. In pratica invece di eliminare ciò che viene da fuori, elimina anche ciò che è al suo interno, anche se non è malato; questo avviene per due motivi.

Il primo motivo è genetico e cioè il sistema immunitario è nato alterato, fin dalla nascita non funziona bene e su base ereditaria è troppo attivo.

Il secondo motivo è acquisito e cioè alcune infezioni virali possono convertire un sistema di difesa sano in uno anomalo e quindi capace di danneggiare gli organi sani.

 

I danni di un sistema immunitario alterato. Gli organi che possono essere danneggiati purtroppo sono tanti.

È chiaro che la gravità delle malattie autoimmuni, e anche una sorta di loro classificazione, è in rapporto al tipo di organo maggiormente bersagliato.

 

  • Nelle artriti, di cui l’esempio più classico è l’artrite reumatoide, viene colpito l’apparato locomotore, e quindi le articolazioni. Le artriti sono caratterizzate da dolori articolari accompagnati in genere da gonfiore. Le mani, i polsi, la caviglia, il ginocchio improvvisamente si gonfiano, rimangono gonfi per lungo tempo e fanno male.
  • Nel lupus eritematoso sistemico possono essere colpiti il rene, il polmone, la pleura, il cuore, il pericardio, e quindi organi interni, ma può essere interessata talvolta anche la pelle.
  • Nella sclerodermia, o sclerosi sistemica, è colpita la cute, i vasi capillari e un pò più di rado gli organi interni.
  • Nella vasculite, poco frequente, sono colpiti in prevalenza i vasi sanguigni di vario calibro. Tra le vasculiti quella principale è la poliarterite (che colpisce le arterie e le vene di medio calibro).
  • Nella polimiosite, ancora più rara, è colpita quella parte dell’apparato locomotore che sono i muscoli.

 

Ecco alcuni esempi di cosa può accadere quando il sistema immunitario è alterato.

 

Chi cura le malattie autoimmuni. Sono patologie di cui si occupa largamente soprattutto il Reumatologo che è il braccio clinico (cioè diagnostico e terapeutico) del Medico Internista e dell’Immunologo.

Quest'ultimo è piuttosto un ricercatore delle malattie autoimmuni mentre il Reumatologo è quello che le cura dal punto di vista pratico.

 

Continuiamo a parlare di malattie autoimmuni in un altro articolo.



clicca per votare






Commenti

Attenzione per poter inviare il tuo commento devi effettuare l'accesso con le tue credenziali oppure Registrati
Commenta anche tu
lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. ora axélero S.p.A. Copyright 2009 - 2020 ©Tutti i diritti riservati - C.F./Partita IVA IT 07731860966
Sede Legale: via Cartesio, 2 20124 Milano - Cap. Soc. € 68.000,00 i.v - R.E.A. Milano n. 1978319 - N.Telefono +39 02 83623320 - info@axelero.it

Aggiornato al 28/03/2020 - Il sito si finanzia con gli abbonamenti dei medici inserzionisti e non riceve finanziamenti dalla pubblicità o dalla visualizzazione di contenuti commerciali.
Il contenuto editoriale del sito non è influenzato dalle fonti di finanziamento.