Indietro

Se il bebè piange ora sai perchè (e puoi calmarlo)

clicca per votare







Scritto da

Starbene.it


Pubblicato il 01/07/2009

Modificato il 01/07/2009

Niente è più angoscioso per un neogenitore del pianto del bebè. Il problema è che non si capisce (quasi mai) il motivo dei suoi strilli. Ma i recenti studi di Daniela Lenti Boerio, medico e docente di psicobiologia all'Università della Valle d'Aosta, offrono finalmente una chiave interpretativa. Benchè ogni neonato si esprima a modo suo, il pianto da fame, per esempio, esordisce con piccoli singhiozzi, accompagnati da movimenti di suzione delle labbra. In quello da stanchezza il piccolo piagnucola per poi intensificare il timbro, mentre il dolore provoca strilli acuti e inconsolabili.



Fonti:

Per approfondire: dott.ssa Daniela Lenti Boerio





Commenti

Attenzione per poter inviare il tuo commento devi effettuare l'accesso con le tue credenziali oppure Registrati
Commenta anche tu

Articoli

lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. ora axélero S.p.A. Copyright 2009 - 2017 ©Tutti i diritti riservati - C.F./Partita IVA IT 07731860966
Sede Legale: via Cartesio, 2 20124 Milano - Cap. Soc. € 68.000,00 i.v - R.E.A. Milano n. 1978319 - N.Telefono +39 02 84161616 - info@axelero.it

Aggiornato al 24/07/2017