Home Comitato medico scientifico

Più informazione
più salute

SUGGERIMENTI Ricerca Nascondi suggerimenti
  • HOME
  • Blog
  • Anemia: quali cibi mangiare per contrastare la carenza di ferro

Indietro

Anemia: quali cibi mangiare per contrastare la carenza di ferro








vota


La scorsa settimana abbiamo lanciato un sondaggio sulla fan page di ABCsalute.it: quale alimento contiene più ferro tra spinaci, timo essiccato e pistacchi? La risposta corretta, timo essiccato, avrà sorpreso tanti di voi, per questo oggi abbiamo pensato di indicare una lista – non esaustiva – di alimenti utili a contrastare la carenza di ferro.

Cos’è l’anemia. L’anemia si manifesta quando la presenza di emoglobina (Hb) nel sangue è insufficiente alla formazione di globuli rossi. Nella donna si parla di anemia quando c’è una condizione di Hb <12 g/dl, nell’uomo invece quando Hb <13 g/dl.

Alcuni sintomi di anemia sono astenia, stanchezza, pallore, nausea, mentre tra gli effetti può esserci lo sviluppo di patologie più o meno gravi.

Un aiuto importante contro l’anemia può arrivare dall’alimentazione, ecco dunque un elenco parziale di alimenti per combattere la carenza di ferro, il numero si riferisce alla quantità di ferro presente in 100 gr di alimento:

  • Timo essiccato 123,4 mg
  • Fegato d’oca 30,53 mg
  • Cioccolato fondente amaro 17,4 mg
  • Grano duro 4,56 mg
  • Germe di grano 6,26 mg
  • Pollo 6,25 mg
  • Ostrica 6,66 mg
  • Muesli con frutta e frutta secca 8,75 mg
  • Pistacchi 3,92 mg
  • Spinaci 2,71 mg

Bisogna tener presente due elementi importanti: oltre alla quantità di ferro contenuto nel singolo elemento, bisogna considerare sia la predisposizione del singolo ad assimilare il ferro, sia la combinazione degli alimenti stessi. Ad esempio: chi soffre di anemia farebbe bene a rinunciare al caffè dopo pranzo, mentre è buona abitudine bere una spremuta d’arancia al mattino o condire le insalate con succo di agrumi.

Inoltre, generalmente la carne contiene più ferro in quantità concentrata diversamente dalla verdura, per questo ci basta una porzione di pollo (6,25 mg di ferro) e invece più porzioni di spinaci (2,71 mg di ferro).

Le nostre sono informazioni generali, per valutare il singolo caso e contrastare più fermamente l’anemia bisogna rivolgersi a un esperto ematologo, perché la corretta alimentazione aiuta a stare bene, ma a volte potrebbe non bastare.

Segui la video intervista del nutrizionista Prof. Dr Giorgio Calabrese sul canale youtube di ABCsalute.it


Chiedi un parere medico sul forum

Forum Scienza dell' alimentazione



Nessun commento inviato


Lascia un commento

Comment form Prima di commentare leggi le Avvertenze di rischio e delle Condizioni d'uso del sito, è necessario prenderne visione

 Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione delle Avvertenze di Rischio  e del Trattamento dei dati.
*



Tutti i campi (*) sono richiesti




lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. ora axélero S.p.A. Copyright 2009 - 2019 ©Tutti i diritti riservati - C.F./Partita IVA IT 07731860966
Sede Legale: via Cartesio, 2 20124 Milano - Cap. Soc. € 68.000,00 i.v - R.E.A. Milano n. 1978319 - N.Telefono +39 02 83623320 - info@axelero.it

Aggiornato al 11/12/2019 - Il sito si finanzia con gli abbonamenti dei medici inserzionisti e non riceve finanziamenti dalla pubblicità o dalla visualizzazione di contenuti commerciali.
Il contenuto editoriale del sito non è influenzato dalle fonti di finanziamento.