Indietro

Gastrite: infiammazione della mucosa dello stomaco

clicca per votare





Latte Latte Gastrite Gastrite Alcol Alcol


Scritto da

Gaia Cortese, giornalista professionista (Ordine regionale della Lombardia)


Pubblicato il 16/09/2015

Modificato il 31/08/2010

La gastrite è l’infiammazione acuta o cronica del rivestimento dello stomaco, e può essere localizzata in un’area ristretta oppure interessare l’intero organo; quando l'infiammazione interessa l'esofago e la sua mucosa, si parla più precisamente di esofagite, spesso dovuta a reflusso di succhi acidi o bile che arrivano dallo stomaco o dal duodeno. È anche bene non confondere il cosiddetto mal di stomaco con la gastrite: la dispepsia, infatti, non è un'infiammazione e non è contraddistinta da alcuna lesione.


La gastrite può essere acuta se è dovuta all’ingestione di quantità eccessive di alcool o di altre sostanze irritanti o erosive, e si manifesta con crampi o dolori, necessità di eruttazioni frequenti e attacchi di vomito. Spesso il dolore è localizzato nella parte superiore sinistra dell’addome e in genere viene descritto con una sensazione di bruciore. Solitamente i sintomi della gastrite si acutizzano lontano dai pasti. Se compare sangue nel vomito o nelle feci, potrebbe trattarsi di un’emorragia nello stomaco; in questo caso si parla di gastrite emorragica o gastrite erosiva che può degenerare in ulcera.


Quando la gastrite cronica non presenta sintomi
La gastrite cronica, invece, è legata al fumo e all’alcolismo e può essere provocata dalla penetrazione della bile nello stomaco attraverso il duodeno. È causata da un battere che trova il suo habitat ideale nella mucosa dello stomaco, l’Helicobacter Pylori. Al contrario di quella acuta, la gastrite cronica non ha in genere una sintomatologia precisa: i sintomi più evidenti sembrano essere i disturbi della digestione. Talvolta possono presentarsi alcuni sintomi caratteristici dell’anemia, come debolezza e difficoltà della respirazione.
Dolore, bruciore, nausea e vomito sono invece i sintomi classici di quella che comunemente chiamiamo gastrite nervosa: come la colite, è un'infiammazione che non ha un'origine fisiologica ma nasce da una condizione di stress, ansia e depressione.
Per la diagnosi della gastrite l'endoscopia è più adatta della semplice radiografia.


Contro le gastriti
La dieta della gastrite consiglia di evitare cibi che alimentano le secrezioni acide come il caffè, il tè, il cioccolato, le bevande gasate o alcoliche, la frutta acidula o piatti particolarmente elaborati.



Fonti:

- Enciclopedia Treccani (Novecento) - Ist. della Enciclopedia Italiana fondata da Giovanni Treccani Ed. 1990 - Autori e riferimenti scientifici: vedi link
- Enciclopedia della Medicina - DeAgostini Ed. 2010 - Autori e riferimenti scientifici: vedi link
- L'Universale della Medicina - Garzanti Ed. 1995 - Autori e riferimenti scientifici: vedi link





Commenti

Attenzione per poter inviare il tuo commento devi effettuare l'accesso con le tue credenziali oppure Registrati
Commenta anche tu

Articoli

lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. - Registrazione al Tribunale di Milano n. 491 del 24.07.2008 - Copyright 2008-2016
© Tutti i diritti riservati - P.I. 06355610962 - Per Informazioni 02.97383387 - info@abcsalute.it - Direttore

Società a socio unico, soggetta a direzione e coordinamento da parte di axélero S.p.A

Progetto di fusione per incorporazione di abcsalute s.r.l. in axélero S.p.A. ai sensi degli artt. 2501-ter e 2505 c.c.

Aggiornato al 04/12/2016