Indietro

Demenza senile: deterioramento delle funzioni cerebrali dell'individuo oltre i 65 anni

clicca per votare





cura Nessuna cura difficoltà motorie Le prime difficoltà età adulta Con l'avanzare degli anni


Scritto da

Daniela Gallotti, giornalista professionista (Ordine regionale della Lombardia)


Pubblicato il 05/08/2010

Modificato il 05/08/2010

La demenza è una forma di degenerazione delle funzioni intellettive di un individuo già completamente sviluppato: si parla di demenza senile quando non è nota alcuna origine se non l'età, e si distingue (o si associa) ad altre forme di demenza dalle cause invece ben identificate, come la demenza arteriosclerotica, che è un encefalopatia di origine vascolare nonché la più frequente forma di deterioramento senile soprattutto tra gli uomini, o il morbo di Alzheimer, caratterizzato dalla progressiva distruzione delle cellule cerebrali e dalla formazione di gliosi (riparazioni di tessuti danneggiati).

 

Le forme della demenza.
La demenza senile, come l'Alzheimer, fa parte delle demenze dette corticali, che colpiscono soprattutto la memoria e le capacità di pensiero astratto, mentre le forme di demenza sottocorticale, come il morbo di Parkinson, si manifestano soprattutto con un rallentamento delle risposte motorie e del loro coordinamento (atassia), accompagnati da disturbi affettivi come apatia, ansia e depressione.

 

La diagnosi della demenza senile.
La demenza senile si manifesta di norma dopo i 65 anni di età con disturbi della personalità (accentuazione di alcuni lati del carattere, emotività) e dell'intelligenza, che compromettono le capacità di attenzione, concentrazione e memoria, oltre che di senso critico e di giudizio. Nella sua progressione la demenza senile manifesta galoppanti alterazioni delle capacità simboliche, come l'afasia, ossia l'incapacità – senza deficit intellettivi o lesioni dell'apparato fonatorio – di tradurre i pensieri in parole e viceversa. La malattia si evolve fino alla compromissione di tutte le prestazioni dell'individuo nell'arco di 4 – 6 anni.
Non esiste una cura per la demenza senile: la terapia farmacologia può solo rallentare il decorso della patologia, controllarne le manifestazioni e rendere la vita dei pazienti più accettabile possibile.



Fonti:

- Enciclopedia Treccani (Novecento) - Ist. della Enciclopedia Italiana fondata da Giovanni Treccani Ed. 1990 - Autori e riferimenti scientifici: vedi link
- Enciclopedia della Medicina - DeAgostini Ed. 2010 - Autori e riferimenti scientifici: vedi link
- L'Universale della Medicina - Garzanti Ed. 1995 - Autori e riferimenti scientifici: vedi link





Commenti

Attenzione per poter inviare il tuo commento devi effettuare l'accesso con le tue credenziali oppure Registrati
Commenta anche tu

Articoli

lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. - Registrazione al Tribunale di Milano n. 491 del 24.07.2008 - Copyright 2008-2016
© Tutti i diritti riservati - P.I. 06355610962 - Per Informazioni 02.97383387 - info@abcsalute.it - Direttore

Società a socio unico, soggetta a direzione e coordinamento da parte di axélero S.p.A

Progetto di fusione per incorporazione di abcsalute s.r.l. in axélero S.p.A. ai sensi degli artt. 2501-ter e 2505 c.c.

Aggiornato al 10/12/2016