Indietro

Mieloma multiplo: cancro delle plasmacellule

clicca per votare





Colonna vertebrale Dolore osseo Raziazioni Radiazioni e mieloma Midollo osseo Midollo osseo


Scritto da

Daniela Gallotti, giornalista professionista (Ordine regionale della Lombardia)


Pubblicato il 06/08/2010

Modificato il 06/08/2010

Il mieloma multiplo è una forma di cancro caratterizzato da una produzione abnorme di plasmacellule, ossia di quelle cellule che appartengono al sistema immunitario del midollo osseo e che hanno il compito di secernere immunoglobuline, detti più comunemente anticorpi. Questo tipo di mieloma viene definito multiplo proprio perché si presenta sotto forma di masse tumorali multiple, ed è una patologia che interessa principalmente gli anziani: meno del 20% dei pazienti ha un'età inferiore ai 50 anni.
Le cause del mieloma multiplo non sono note, ma è stata accertata un'alta incidenza tra chi è stato sottoposto a radiazioni ionizzanti (vittime delle esplosioni atomiche) o chi ha maneggiato a lungo alcune classi di solventi, insetticidi o pesticidi.

 

Il cancro degli anticorpi.
Il mieloma multiplo può colpire diversi organi e per questo manifestarsi con vari sintomi, non di rado confondibili con altre patologie: i malati dichiarano di soffrire di dolore osseo, soprattutto lungo la colonna vertebrale, e non sono inconsueti episodi di frattura, causati dalla proliferazione delle cellule tumorali nel midollo e dall'indebolimento della struttura scheletrica; sono molto frequenti anche manifestazioni di ipercalcemia, ossia di eccessiva presenza di calcio nel sangue, di anemia (perché le cellule tumorali inibiscono la produzione di cellule ematiche), neuropatia, emorragie, insufficienza renale e predisposizione alle infezioni. Quando le plasmacellule neoplastiche invadono anche il sangue, si parla di leucemia plasmacellulare.

 

Diagnosi e cura del mieloma multiplo.
La diagnosi di questa gammapatia è possibile attraverso l'elettroforesi, che rileva la produzione di anticorpi specifici derivati dai cloni delle plasmacellule che hanno subito la mutazione tumorale. La sopravvivenza al mieloma multiplo è scarsa e le possibilità di cura limitate: chemioterapia e radioterapia palliativa possono solo arginare la progressione della malattia, anche se la ricerca sta ottenendo grandi risultati nella scoperta di agenti chimici o composti che siano in grado di uccidere le cellule mielomatose o di stimolarne la loro morte programmata (apoptosi).
Le più recenti terapie farmacologiche già in uso prevedono la somministrazione di talidomide, un farmaco di sintesi che in passato venne ritenuto responsabile di lesioni agli arti del feto se somministrato alle donne in gravidanza e che venne ritirato dal commercio, ma che oggi si sta rivelando utile nel bloccare la produzione del fattore tumorale nelle plasmacellule.
Un'alternativa alle terapie farmacologiche per il plasmocitoma è data dal trapianto di midollo osseo.



Fonti:

- Enciclopedia Treccani (Novecento) - Ist. della Enciclopedia Italiana fondata da Giovanni Treccani Ed. 1990 - Autori e riferimenti scientifici: vedi link
- Enciclopedia della Medicina - DeAgostini Ed. 2010 - Autori e riferimenti scientifici: vedi link
- L'Universale della Medicina - Garzanti Ed. 1995 - Autori e riferimenti scientifici: vedi link





Commenti

Attenzione per poter inviare il tuo commento devi effettuare l'accesso con le tue credenziali oppure Registrati
Commenta anche tu

Articoli

lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. - Registrazione al Tribunale di Milano n. 491 del 24.07.2008 - Copyright 2008-2016
© Tutti i diritti riservati - P.I. 06355610962 - Per Informazioni 02.97383387 - info@abcsalute.it - Direttore

Società a socio unico, soggetta a direzione e coordinamento da parte di axélero S.p.A

Progetto di fusione per incorporazione di abcsalute s.r.l. in axélero S.p.A. ai sensi degli artt. 2501-ter e 2505 c.c.

Aggiornato al 06/12/2016