Indietro

Sindrome di Stendhal: disturbo psichico causato dall'arte

clicca per votare





La sindrome di Stendhal La sindrome di Stendhal Sintomi Sintomi Allucinazioni Allucinazioni


Scritto da Massimo Miliani, giornalista professionista (Ordine regionale della Lombardia)

Pubblicato il 14/06/2010

Modificato il 14/06/2010

La sindrome di Stendhal, conosciuta anche come sindrome di Firenze, è il nome di un disturbo psichico transitorio provocante una serie di effetti psicosomatici accusati da alcuni soggetti al cospetto di opere d'arte di grande impatto. Tale sindrome prende il suo nome dallo scrittore francese Henri-Marie Beyle, in arte Stendhal. Lo scrittore venne colpito da questa sindrome durante un suo viaggio a Firenze e fu il primo a darne una sommaria descrizione.

 

Sintomi acuti e incidenza molto bassa
I sintomi principali della sindrome di Stendhal sono tachicardia, vertigini e, in casi di attacco violento, addirittura allucinazioni. Questo tipo di malattia ha un'incidenza pittosto bassa e colpisce persone dotate di grande sensibilità. Secondo alcune statistiche pare che la sindrome di Stendhal colpisca maggiormente gli Europei (esclusi gli Italiani che ne sono immuni per affinità culturale) e i Giapponesi prevalentemente di formazione classica.
La sindrome si può manifestare in tre modi differenti, dalle manifestazioni lievi caratterizzate da crisi di panico e difficoltà respiratorie, a quelle più gravi che vedono l'insorgere di paranoia e allucinazioni. Rare volte la sindrome di Stendhal può sfociare in comportamenti aggressivi che inducono il soggetto a danneggiare l'opera.

 

Sindrome di Stendhal: tutta colpa della sensibilità
Le cause dell'insorgere della sindrome di Stendhal pare non siano riconducibili a particolari artisti, bensì alle caratteristiche di alcune opere correlate alla spiccata sensibilità del soggetto che ne fruisce.
Ai giorni nostri, la sindrome di Stendhal colpisce non solo i visitatori di musei ma anche chi ascolta un certo tipo di musica moderna di grande impatto, in grado di causare stati di delirio e allucinazioni.



Fonti: - Enciclopedia Treccani (Novecento) - Ist. della Enciclopedia Italiana fondata da Giovanni Treccani Ed. 1990 - Autori e riferimenti scientifici: vedi link
- Enciclopedia della Medicina - DeAgostini Ed. 2010 - Autori e riferimenti scientifici: vedi link
- L'Universale della Medicina - Garzanti Ed. 1995 - Autori e riferimenti scientifici: vedi link




Commenti

Attenzione per poter inviare il tuo commento devi effettuare l'accesso con le tue credenziali oppure Registrati
Commenta anche tu

Articoli

lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. - Registrazione al Tribunale di Milano n. 491 del 24.07.2008 - Copyright 2008-2016
© Tutti i diritti riservati - P.I. 06355610962 - Per Informazioni 02.97383387 - info@abcsalute.it - Direttore

Società a socio unico, soggetta a direzione e coordinamento da parte di axélero S.p.A

Progetto di fusione per incorporazione di abcsalute s.r.l. in axélero S.p.A. ai sensi degli artt. 2501-ter e 2505 c.c.

Aggiornato al 07/12/2016