Indietro

Rene policistico: patologia renale genetica in cui numerose cisti sostituiscono il tessuto funzionale dei reni

clicca per votare





Genetica Genetica Dialisi Dialisi Rene policistico Rene policistico


Scritto da

Daniela Gallotti, giornalista professionista (Ordine regionale della Lombardia)


Pubblicato il 05/08/2010

Modificato il 05/08/2010

Il rene policistico è una malattia caratterizzata da anomalie cistiche: di norma è ereditaria e bilaterale e prevede la progressiva sostituzione del parenchima, il tessuto funzionale di un organo, con cisti. I calcoli renali e la rottura delle cisti sono alcune delle complicanze del rene policistico, ma il rischio più grave è quello della perdita di funzionalità fino all'uremia, ossia all'accumulo di veleni nel sangue, non più eliminati dal lavoro dei reni.

 

Non basta una semplice cisti.
Il rene policistico è una malattia congenita che, come abbiamo detto, è già in atto alla nascita del bambino: le cisti, in numero variabile e di tutte le dimensioni, sostituiscono il tessuto funzionale dei reni e provocano nel giro di alcuni anni un'insufficienza renale.
La specificazione è d'obbligo perché le cisti solitarie del rene, ossia le cisti semplici, non danneggiano invece la funzione renale: possono essere individuate dopo sintomi come dolori e ematuria (sangue nelle urine) o casualmente, durante un'ecografia effettuata per altre ragioni. Per queste cisti non è necessario di norma alcun trattamento, ma in alcuni casi è meglio procedere con un intervento chirurgico.

 

L'origine è genetica.
Il rene policistico, più propriamente chiamato malattia policistica renale autosomica dominante, ha un decorso progressivo per il quale non esiste purtroppo una cura specifica: quando insorgono complicanze come infezioni, calcoli e forti dolori, si ricorre alle normali cure, ma quando questa patologia renale raggiunge il suo massimo sviluppo si rendono necessari la dialisi o un trapianto renale. La prevenzione delle infezioni e della formazione di calcoli può infatti rallentare il decorso della malattia ma non evitare il danno renale.
Il rene policistico è una malattia che nel suo studio coinvolge sia la nefrologia sia la genetica: colpisce infatti più membri della stessa famiglia e la localizzazione del gene responsabile è normalmente sul cromosoma 16, più raramente sul cromosoma 4. La diagnosi è possibile precocemente, già sul neonato, grazie a un'ecografia o, nei casi controversi, a una TAC:
La malattia policistica renale autosomica recessiva è invece rara (un caso su 10.000 neonati): in età infantile si manifesta con sintomi di sofferenza renale, mentre se l'esordio è adolescenziale i sintomi sono perlopiù epatici.

 



Fonti:

- Enciclopedia Treccani (Novecento) - Ist. della Enciclopedia Italiana fondata da Giovanni Treccani Ed. 1990 - Autori e riferimenti scientifici: vedi link
- Enciclopedia della Medicina - DeAgostini Ed. 2010 - Autori e riferimenti scientifici: vedi link
- L'Universale della Medicina - Garzanti Ed. 1995 - Autori e riferimenti scientifici: vedi link





Commenti

Attenzione per poter inviare il tuo commento devi effettuare l'accesso con le tue credenziali oppure Registrati
Commenta anche tu

Articoli

lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. - Registrazione al Tribunale di Milano n. 491 del 24.07.2008 - Copyright 2008-2012 - 2013
© Tutti i diritti riservati - P.I. 06355610962 - Per Informazioni 02.97383387 - info@abcsalute.it - Direttore

Aggiornato al 21/11/2014