Indietro

Allergia agli insetti: allergia al veleno secreto dalle punture di insetti

clicca per votare





Ape Gli insetti pericolosi Puntura Allergia agli insetti Disinfestazione Un rimedio utile


Scritto da

Gaia Cortese, giornalista professionista (Ordine regionale della Lombardia)


Pubblicato il 04/08/2010

Modificato il 04/08/2010

L’allergia agli insetti è in realtà un'allergia alle punture di insetti e può avere anche conseguenze piuttosto gravi. Nel veleno con cui si viene a contatto dopo essere stati punti da un insetto, sono contenuti alcuni allergeni che scatenano per l’appunto la reazione allergica. Gli insetti considerati più pericolosi solitamente sono i cosiddetti insetti pungitori, come le vespe, i calabroni, le api, ma anche le zanzare e i tafani.

 

Intervenire nel modo corretto a seconda dei sintomi.
Tra i sintomi il più diffuso dell'allergia agli insetti è l’orticaria: sulla pelle iniziano a comparire macchie in rilievo e macchie rosse e pruriginose, diffuse su tutto il corpo. In questo caso è sufficiente intervenire con la somministrazione di alcuni antistaminici per via orale e il problema dell’allergia si risolve. Anche nel caso in cui la reazione allergica si manifesti con un angioedema, ossia con la diffusione del gonfiore a tutto l’organismo, si interviene con antistaminici, ma se il gonfiore arriva alla parte bassa della gola, in questo caso può essere ostacolato il passaggio dell’aria, per cui occorre rivolgersi immediatamente al pronto soccorso. Infine, se l'allergia agli insetti provoca una vasodilatazione, un calo della pressione arteriosa e, in alcuni casi, un collasso, allora si rischia anche lo shock anafilattico. Al contrario di altre allergie come quella agli acari della polvere, ai pollini o all’ambrosia, l’asma non è uno dei più frequenti sintomi dell’allergia agli insetti.

 

Soluzioni per evitare il peggio.
La terapia per curare l’allergia agli insetti e alle loro punture prevede innanzitutto una visita allergologica. Una volta diagnosticata la sensibilità più o meno alta alle punture di insetti, viene prescritta una terapia per desensibilizzare il soggetto. Può essere anche utile la disinfestazione per prevenire punture di vespe, api e calabroni se ci si accorgesse della presenza di un alveare o di un nido.



Fonti:

- Enciclopedia Treccani (Novecento) - Ist. della Enciclopedia Italiana fondata da Giovanni Treccani Ed. 1990 - Autori e riferimenti scientifici: vedi link
- Enciclopedia della Medicina - DeAgostini Ed. 2010 - Autori e riferimenti scientifici: vedi link
- L'Universale della Medicina - Garzanti Ed. 1995 - Autori e riferimenti scientifici: vedi link





Commenti

Attenzione per poter inviare il tuo commento devi effettuare l'accesso con le tue credenziali oppure Registrati
Commenta anche tu

Articoli

lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. - Registrazione al Tribunale di Milano n. 491 del 24.07.2008 - Copyright 2008-2016
© Tutti i diritti riservati - P.I. 06355610962 - Per Informazioni 02.97383387 - info@abcsalute.it - Direttore

Società a socio unico, soggetta a direzione e coordinamento da parte di axélero S.p.A

Progetto di fusione per incorporazione di abcsalute s.r.l. in axélero S.p.A. ai sensi degli artt. 2501-ter e 2505 c.c.

Aggiornato al 05/12/2016