Indietro

Patch Test: test per dermatiti allergiche da contatto

clicca per votare





eritema, edema Reazione positiva cura Scheda personalizzata Cerotti Patch test


Scritto da

Gaia Cortese, giornalista professionista (Ordine regionale della Lombardia)


Pubblicato il 16/09/2015

Modificato il 01/09/2010

Il Patch Test (o test epicutaneo) è il principale test che viene fatto in caso di dermatiti allergiche da contatto. L’allergene viene applicato su dischetti di cellulosa e, attraverso il supporto di cerotti (di polietilene, carta o seta), viene messo a contatto con la pelle, di solito sulla parte alta del dorso. Il risultato del Patch Test si interpreta dopo 48 ore, quando il medico toglie i cerotti e controlla la reazione della pelle: le reazioni positive si caratterizzano per la comparsa sulla superficie di applicazione dell’allergene di eritema, edema, papule o vescicole.

 

Cause e diagnosi dell’allergia
Una volta effettuato il Patch Test il medico prepara al paziente una scheda personalizzata dove sono indicate le sostanze alle quali il paziente risulta essere allergico, l’entità della reazione ottenuta e le norme di prevenzione per quelle determinate sostanze. Solitamente le dermatiti allergiche da contatto si verificano quando la cute diventa sensibile nei confronti di alcune sostanze presenti nell’ambiente in cui si lavora oppure a casa. Le dermatiti possono interessare qualsiasi parte del corpo, del viso, del cuoio capelluto e a volte anche i genitali, con rossore, vescicole, squame o croste.

 

L’alternativa al Patch Test
Oltre al Patch Test, c’è un’altra prova cutanea per diagnosticare l’allergia, nota come Prick Test. Anche in questo caso, in base ai sintomi raccontati dal paziente, si individuano le sostanze sospette che vengono messe a contatto con la cute (sotto forma di estratto nel Prick Test o come piccola quantità dell’alimento stesso nel prick by prick test). Con una specie di pennino si buca la pelle in modo da far penetrare nel derma le varie sostanze: in caso di riscontro positivo (ossia se l'allergia è presente), entro 15-20 minuti si manifestano eritema e gonfiore.



Fonti:

- Enciclopedia Treccani (Novecento) - Ist. della Enciclopedia Italiana fondata da Giovanni Treccani Ed. 1990 - Autori e riferimenti scientifici: vedi link
- Enciclopedia della Medicina - DeAgostini Ed. 2010 - Autori e riferimenti scientifici: vedi link
- L'Universale della Medicina - Garzanti Ed. 1995 - Autori e riferimenti scientifici: vedi link





Commenti

Attenzione per poter inviare il tuo commento devi effettuare l'accesso con le tue credenziali oppure Registrati
Commenta anche tu

Articoli

lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. - Registrazione al Tribunale di Milano n. 491 del 24.07.2008 - Copyright 2008-2016
© Tutti i diritti riservati - P.I. 06355610962 - Per Informazioni 02.97383387 - info@abcsalute.it - Direttore

Società a socio unico, soggetta a direzione e coordinamento da parte di axélero S.p.A

Progetto di fusione per incorporazione di abcsalute s.r.l. in axélero S.p.A. ai sensi degli artt. 2501-ter e 2505 c.c.

Aggiornato al 09/12/2016