Indietro

Tetano: malattia infettiva acuta che può portare alla morte.

clicca per votare





Batterio del tetano Batterio del tetano Infezione tetano Infezione tetano Vaccino tetano Vaccino tetano


Scritto da Daniela Gallotti, giornalista professionista (Ordine regionale della Lombardia)

Pubblicato il 06/08/2010

Modificato il 06/08/2010

Il tetano è una malattia infettiva acuta: a provocarla è una tossina prodotta dal batterio Clostridium tetani, veicolato dagli animali erbivori soprattutto attraverso le feci (cavalli in primis) ma la trasmissione può avvenire anche con escrementi umani. Il Clostridium tetani è molto resistente all'ambiente e può sopravvivere in condizioni termiche estreme con spore inerti che si attivano nel momento in cui entrano in contatto con l'organismo umano.

 

Come avviene l'infezione.
L'infezione avviene quando un oggetto contaminato, anche del semplice terreno ricco di spore del batterio, provoca delle lesioni cutanee, persino molto lievi: le spore restano localizzate nel punto di ingresso e fanno dei lembi infetti il terreno ideale per l'infezione, trasformandosi in bacilli e producendo una tossina che si lega ai neuroni del midollo spinale e del tronco encefalico, tanto da inibire le sinapsi che regolano il funzionamento motorio.
La prima manifestazione del tetano è quindi una paralisi spastica, ossia la contrazione inarrestabile di tutti i muscoli, a partire da quelli piccoli per arrivare a quelli respiratori, come il cuore stesso, provocando nella maggior parte dei casi la morte. Gli spasmi muscolari caratteristici del tetano iniziano dai muscoli masticatori: il primo dei sintomi, infatti, è l'impossibilità del paziente di aprire la bocca.

 

L'antitetanica.
Il vaccino contro il tetano è preparato con la tossina tetanica inattivata, ossia non più patogena, ed è somministrato per via intramuscolare in tre dosi.
Dal1968 il vaccino è diventato obbligatorio per tutti i bambini entro il secondo anno di vita; nel 1981 la vaccinazione è diventata obbligatoria entro il terzo mese di vita in prima somministrazione e entro il primo anno per il ciclo completo. Il vaccino antitetano è obbligatorio anche per gli sportivi e per i lavoratori esposti a rischio di infezione. Queste misure di prevenzione hanno fatto sì che oggi il tetano sia diventato una malattia ormai molto rara, con meno di 100 casi in Italia ogni anno.



Fonti: - Enciclopedia Treccani (Novecento) - Ist. della Enciclopedia Italiana fondata da Giovanni Treccani Ed. 1990 - Autori e riferimenti scientifici: vedi link
- Enciclopedia della Medicina - DeAgostini Ed. 2010 - Autori e riferimenti scientifici: vedi link
- L'Universale della Medicina - Garzanti Ed. 1995 - Autori e riferimenti scientifici: vedi link




Commenti

Attenzione per poter inviare il tuo commento devi effettuare l'accesso con le tue credenziali oppure Registrati
Commenta anche tu

Articoli

lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. - Registrazione al Tribunale di Milano n. 491 del 24.07.2008 - Copyright 2008-2016
© Tutti i diritti riservati - P.I. 06355610962 - Per Informazioni 02.97383387 - info@abcsalute.it - Direttore

Società a socio unico, soggetta a direzione e coordinamento da parte di axélero S.p.A

Progetto di fusione per incorporazione di abcsalute s.r.l. in axélero S.p.A. ai sensi degli artt. 2501-ter e 2505 c.c.

Aggiornato al 04/12/2016