Indietro

Neurinoma: tumore benigno dei nervi cranici e spinali

clicca per votare





Vertigini Vertigini Cellule di Schwann Cellule di Schwann Neurinoma del nervo acustico Neurinoma del nervo acustico


Scritto da

Daniela Gallotti, giornalista professionista (Ordine regionale della Lombardia)


Pubblicato il 05/08/2010

Modificato il 05/08/2010

Il neurinoma è un tumore benigno che ha origine nelle cellule di Schwann dei nervi cranici e spinali e per questo è anche detto schwannoma. La neoplasia può essere unica o multipla e, a seconda della localizzazione, può scatenare differenti sintomi: se il neurinoma è a livello dell'angolo ponto-cerebellare, si manifesta con ipoacusia, ronzio, disturbi dell'equilibrio, vertigini, compromissione dei nervi facciali e del trigemino e persino una lieve paresi. Se invece il neurinoma è spinale, si presenta con dolori monolaterali, difficoltà motorie e anestesia estesa al di sotto del tumore.

 

Cosa fare.
La TAC con mezzo di contrasto e la risonanza magnetica con gadolinio permettono di visualizzare tumori già di piccole dimensioni, intorno ai 3-4 mm di diametro, nonché di valutare i rapporti con le strutture neurologiche e quindi studiare la via chirurgica di accesso più adatta.
Sia nel caso del neurinoma dell'angolo ponto-cerebellare sia nel caso del neurinoma extramidollare, è fondamentale una diagnosi precoce: nel primo caso, se l'asportazione è tempestiva, la guarigione è completa; nel secondo caso, l'intervento chirurgico deve essere a maggior ragione precoce perché la compromissione midollare può essere rapida e portare a conseguenze irreparabili per le strutture nervose.

 

Il caso specifico del neurinoma dell'acustico.
Il neurinoma del nervo acustico condivide con gli altri neurinomi una natura benigna: ha origine nelle guaine di rivestimento dell'ottavo nervo cranico, ha una crescita lenta e tende a erodere l'osso, spostando i tessuti neurovascolari. Vista la lentezza della crescita, l'organismo tende ad adattarsi e solo in alcuni momenti i sintomi si fanno più evidenti per la compressione del nervo uditivo e facciale; quando l'invasione si estende al trigemino e al tronco cerebrale, l'intervento chirurgico non è più procrastinabile.



Fonti:

- Enciclopedia Treccani (Novecento) - Ist. della Enciclopedia Italiana fondata da Giovanni Treccani Ed. 1990 - Autori e riferimenti scientifici: vedi link
- Enciclopedia della Medicina - DeAgostini Ed. 2010 - Autori e riferimenti scientifici: vedi link
- L'Universale della Medicina - Garzanti Ed. 1995 - Autori e riferimenti scientifici: vedi link





Commenti

Attenzione per poter inviare il tuo commento devi effettuare l'accesso con le tue credenziali oppure Registrati
Commenta anche tu

Articoli

lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. - Registrazione al Tribunale di Milano n. 491 del 24.07.2008 - Copyright 2008-2016
© Tutti i diritti riservati - P.I. 06355610962 - Per Informazioni 02.97383387 - info@abcsalute.it - Direttore

Società a socio unico, soggetta a direzione e coordinamento da parte di axélero S.p.A

Progetto di fusione per incorporazione di abcsalute s.r.l. in axélero S.p.A. ai sensi degli artt. 2501-ter e 2505 c.c.

Aggiornato al 06/12/2016