Indietro

Depressione post parto: disturbo dell'umore della neomamma nel periodo successivo alla gravidanza

clicca per votare





Depressione post parto Depressione post parto Pianto Pianto Farmaci Farmaci antidepressivi


Scritto da

Massimo Miliani, giornalista professionista (Ordine regionale della Lombardia)


Pubblicato il 05/08/2010

Modificato il 05/08/2010

La depressione post parto è un disturbo nervoso che insorge nella neomamma qualche giorno dopo la gravidanza. Può durare da qualche settimana a quasi un anno e i suoi sintomi sono indolenza, affaticamento, inappetenza, insonnia, pianto inconsulto, disinteresse per il bambino, paura di far male a se stessa o al bambino, cambi d'umore improvvisi.

 

Cosa cambia dopo la nascita di un bambino
Alla base della depressione post parto potrebbero esserci gli elevati scompensi ormonali tipici di una gravidanza. Alcune statistiche fanno notare come l'incidenza della depressione post parto sia molto più alta nelle donne che accusano forti dolori e fastidi nella fase premestruale. Altre cause che si ritengono alla base di tale patologia sono da ricercarsi perlopiù nella sfera psicologica e riguardano il rapporto della neomamma con il nuovo ruolo di donna, con i cambiamenti subiti in maniera così repentina dal corpo dopo la nascita di un bambino, l'ansia generata dalle nuove responsabilità e dalle incombenze determinate dal nuovo ruolo materno.

 

Uscire dalla depressione post parto
Il dieci per cento delle neomamme soffre di depressione post parto, percentuale che arriva al 30% in caso di madri che hanno già sofferto di questa malattia in una precedente gravidanza. L'insorgenza, in passato, di fenomeni di disturbo mentale è un ulteriore fattore facilitante per questa sindrome.
La cura più adatta in caso di depressione post parto è la somministrazione di farmaci ansiolitici e antidepressivi (in questo caso è necessario sospendere l'allattamento). Molto importante per la prevenzione di questa patologia è un adeguato supporto psicologico, soprattutto da parte del partner ma anche con l'aiuto di uno psicoterapeuta. È necessario prendersi cura della neomamma nel periodo subito successivo al parto cercando di proteggerla da troppe visite, rendersi partecipi della nuova vita familiare e più generalmente offrendo sostegno e ascolto.



Fonti:

- Enciclopedia Treccani (Novecento) - Ist. della Enciclopedia Italiana fondata da Giovanni Treccani Ed. 1990 - Autori e riferimenti scientifici: vedi link
- Enciclopedia della Medicina - DeAgostini Ed. 2010 - Autori e riferimenti scientifici: vedi link
- L'Universale della Medicina - Garzanti Ed. 1995 - Autori e riferimenti scientifici: vedi link





Commenti

Attenzione per poter inviare il tuo commento devi effettuare l'accesso con le tue credenziali oppure Registrati
Commenta anche tu

Articoli

lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. - Registrazione al Tribunale di Milano n. 491 del 24.07.2008 - Copyright 2008-2016
© Tutti i diritti riservati - P.I. 06355610962 - Per Informazioni 02.97383387 - info@abcsalute.it - Direttore

Società a socio unico, soggetta a direzione e coordinamento da parte di axélero S.p.A

Progetto di fusione per incorporazione di abcsalute s.r.l. in axélero S.p.A. ai sensi degli artt. 2501-ter e 2505 c.c.

Aggiornato al 06/12/2016