Indietro

Induratio penis: malattia del pene

clicca per votare





Induratio penis plastica Induratio penis plastica terapia farmacologica Terapia farmacologica Intervento chirurgico Intervento chirurgico


Scritto da

Massimo Miliani, giornalista professionista (Ordine regionale della Lombardia)


Pubblicato il 03/08/2010

Modificato il 03/08/2010

 L'induratio penis plastica è una patologia del pene più frequente negli uomini di mezza età e dalle cause non ancora conosciute. Essa è caratterizzata da una fibrosi (o placca) della tunica albuginea ossia la guaina che ricopre i corpi cavernosi del pene, i tessuti spugnosi responsabili dell'erezione. Tra le cause ipotizzabili si annoverano i microtraumi in cui può incorrere il pene in erezione che, a lungo andare, possono provocare delle lesioni per cui si instaura il processo fibrotico. I sintomi principali sono il dolore, l'evidente curvatura del pene in erezione e, nei casi più accentuati, l'impotenza (al dolore e all'impossibilità della penetrazione).

 

L'induratio penis in due fasi
L'insorgenza dell'induratio penis è caratterizzata da una prima fase acuta dove il dolore percepito dal soggetto è molto forte, e da una fase di stabilizzazione dove i processi infiammatori terminano (e dunque anche il dolore) e rimane la fibrosi.
Per ottenere dei risultati migliori, dunque, è necessario intervenire durante la fase acuta dell'induratio penis, in quanto i processi cicatriziali all'origine della placca sono ancora in atto e perciò curabili.

 

Terapia farmacologica e intervento chirurgico
Oltre all'esame visivo sono utili le ecografie peniene sia a pene flaccido sia in erezione, in modo da avere una stima quanto più precisa delle dimensioni della fibrosi all'origine dell'induratio penis.
Prima si interviene e meglio è, infatti, la terapia farmacologica è funzionale solo nella fase acuta della malattia e consiste nell'iniezione locale o nell'assimilazione via orale di farmaci antifibrotici in grado di rinnovare le cellule e bloccare l'aumento della zona fibrotica. In caso di induratio penis stabilizzata è necessario ricorrere all'intervento chirurgico atto a rimuovere la fibrosi o semplicemente raddrizzare il pene intervenendo sul corpo cavernoso.

 



Fonti:

- Enciclopedia Treccani (Novecento) - Ist. della Enciclopedia Italiana fondata da Giovanni Treccani Ed. 1990 - Autori e riferimenti scientifici: vedi link
- Enciclopedia della Medicina - DeAgostini Ed. 2010 - Autori e riferimenti scientifici: vedi link
- L'Universale della Medicina - Garzanti Ed. 1995 - Autori e riferimenti scientifici: vedi link





Commenti

Attenzione per poter inviare il tuo commento devi effettuare l'accesso con le tue credenziali oppure Registrati
Commenta anche tu

Articoli

lascia la tua e-mail per ricevere aggiornamenti e notizie



Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di ABCsalute s.r.l. come specificato all' art.3b


   Iscriviti alla Newsletter   
Grazie per esserti registrato alla newsletter di ABCsalute.it

ABCsalute S.r.l. - Registrazione al Tribunale di Milano n. 491 del 24.07.2008 - Copyright 2008-2016
© Tutti i diritti riservati - P.I. 06355610962 - Per Informazioni 02.97383387 - info@abcsalute.it - Direttore

Società a socio unico, soggetta a direzione e coordinamento da parte di axélero S.p.A

Progetto di fusione per incorporazione di abcsalute s.r.l. in axélero S.p.A. ai sensi degli artt. 2501-ter e 2505 c.c.

Aggiornato al 11/12/2016